Glitter & Champagne

 

Buon giorno a tutti voi, come promesso oggi vi parlerò della seconda parte del riassunto della settimana della moda di Milano che si è da poco conclusa.
E più precisamente oggi vi parlerò delle collezioni per l’autunno/inverno prossimo di Moschino, Armani, Versace, Bottega Veneta ed Ermanno Scervino.

Buona continuazione e mi raccomando, fatemi sapere cosa ne pensate!

 

 

 

C’è sempre da divertirsi quando sfila Moschino e anche questa volta il brand guidato da Jeremy Scott non ha assolutamente deluso, anzi ha addirittura rilanciato. Se fino alla scorsa collezione il tema era chiaramente la cultura pop, stavolta il marchio punta sulla teatralità portandoci in una villa con specchi rotti e pianoforti bruciati. Gli abiti sono bruciati (ad arte) anch’essi e ci trasmettono davvero qualcosa di diverso rispetto alle solite sfilate.

 

 

 

 

Frizzante e geometrica, in questo modo potremmo definire la collezione di Emporio Armani. Pantaloni, gonne corte o cortissime sono al centro delle creazioni di Re Giorgio per il prossimo Autunno Inverno. I colori sono basic: blu, bianco o nero, ma sono le fantasie a fare la differenza. Triangoli, cerchi e altre forme geometriche sono usate come stampa sulle t-shirt o sulle gonne. Sembra di ritrovare fantasie che ricordano la new wave anni ’80 ma con un qualcosa di contemporaneo.

 

 

 

 

Abiti da sera sexy con pailettes tulle trasparenze e inserti di colore e giacche in pelle, ma molto eleganti, trench laccati. Colori: blu in tutte le sfumature in particolare turchese, e poi ancora rosa, giallo, ovviamente nero. Versace manda in passerella un’uscita di abiti patchwork con colori forti, con alcuni dettagli fur sulle borse.

 
Bottega Veneta manda in passerella la sua donna sofisticata, in carriera, sicuramente conscia di sè e del suo armadio perfetto.
I colori sono nero, blu e azzurro arricchiti da tocchi silver come negli abiti di maglia. Belli anche i gialli, il bordeaux, tanto tweed e il rosso accesso. Stupenda tra le altre, la tracollina doppia-faccia rosso fuoco.
Cardigan doppiopetto abbinati a lunghe sciarpe tono su tono, trench in pelle blu elettrico o a losanghe create da pellami diversi.

 
Come sempre la donna portata in passerella da Ermanno Scervino è un sogno romantico. Pizzo in mille declinazioni e colori, dalla nuvola bianca dell’abito corto con tasche, dal giallo che ochieggia sotto il tweed dei cappotti ricamati, fino al rosso degli abiti sirena che rendono Scervino così amato anche sui red carpet.
E poi pelliccia, anche sulla passerella di Scervino visoni avvolgenti e volpe colorata che impreziosisce i cappotti in tinte pastello. Le uscite con i cappotti ‘military romantic’ ornati di pellicce e ci riportano alle suggestioni dei romanzi stile “dottor Zivago”.

 

 

 

 

 

E anche per oggi ho concluso, spero che il mio recap vi sia piaciuto!
Che ne dite? La vostra collezione preferita?
Buon inizio di settimana!

 

 

 

About author View all posts Author website

Rossella Santini

Ciao, sono Rossella, faccio la blogger, scrittrice freelance, consulente d’immagine e personal shopper. Le mie passioni più grandi sono l’arte, la letteratura, i viaggi, la fotografia e naturalmente la moda, che considero una forma d’arte. Ho collaborato con diversi brand, facendo recensioni dei loro prodotti o scrivendo per loro alcuni articoli mantenendo sempre il mio stile. Faccio consulenze tecniche di moda per ogni tipo di clientela o per le aziende, studio le tecniche di analisi per la valorizzazione dell’immagine, analisi del colore e la psicologa dell’acquisto. Ah dimenticavo: adoro i glitter e ovviamente lo champagne (di ottima annata!)

20 CommentsLeave a comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »