Glitter & Champagne
IMG_1048
Un mare cristallino e la roccia ricamata da cavità impressionanti, scavate dal mare, sono i segni distintivi di Polignano a Mare, conosciuta come la “Perla dell’Adriatico”, a poco più di 30 km da Bari.

Città natale del cantante Domenico Modugno, divenuto celebre con la sua “Nel blu dipinto di blu”, Polignano affascina con il centro storico ricco di tracce arabe, bizantine, spagnole e normanne, come i resti dei quattro torrioni di difesa che cingevano la parte antica dell’abitato.

Ed eccoci alla seconda tappa del mio viaggio in Puglia ( la prima la puoi rivedere QUI )

Su uno sperone roccioso a strapiombo sul Mare Adriatico sorge Polignano a mare, vero e proprio paradiso terrestre.  Il borgo antico è uno dei luoghi più suggestivi della città. L’ingresso al borgo avviene passando sotto un imponente arco marchesale che conduce alla centrale Piazza dell’Orologio. Ivi si affacciano edifici storici come il Palazzo del Governatore e la Chiesa Matrice della città. La Chiesa Matrice, cattedrale fino al 1818, conserva alcune opere attribuite allo scultore Stefano da Putignano, attivo tra il XVII e XVIII secolo, come il presepe interamente in pietra. Dalla piazza si diramano numerose stradine selciate che indicano al turista la via da seguire per le terrazze: sono delle logge che si affacciano a strapiombo sul mare e offrono un panorama mozzafiato. Polignano a mare è famosa per la bellezza delle sue grotte, che vi consigliamo assolutamente di vedere. Quella più bella è la Grotta Palazzese, chiamata così per via dei marchesi Leto che la inclusero nei beni del “Palazzo”.

 

Dall’Arco della Porta, un tempo unica via d’accesso al paese, ci si inoltra nel magico borgo, impreziosito dalla Chiesa Matrice duecentesca dedicata all’Assunta. Non può mancare una visita alla Fondazione Museo “Pino Pascali”, allestita nell’ex Mattatoio Comunale, dedicata all’opera del grande scultore e artista pugliese.

 

Il profilo del litorale, le alte falesie e la costa frastagliata, da Grotta Palazzese a Lama Monachile, del litorale di Polignano uno dei più belli di Puglia, tra calette nascoste e deliziose insenature sabbiose.

Abbiamo cenato in un meraviglioso ristorante, proprio accanto alla statua dedicata a Domenico Modugno, dove abbiamo mangiato dell’ottimo pesce.

L’Osteria di Chichibio, nasce nel marzo del 2000 ad opera dei due padron Vito e Giacomo Bianchi, 0peratori del settore della ristorazione che hanno saputo rendere questo ristorante tra i più rinomati della zona.
Oggi frequentato da V.I.P. di tutto il mondo per l’accoglienza che sanno riservare ai loro ospiti e naturalmente per la buona e genuina cucina fatta sopratutto di pesce e buoni primi piatti.

Se non avete mai visitato la splendida Polignano, vi consiglio di farlo!
Buon lunedì 😃
Fonte: www.viaggiareinpuglia.it

 

About author View all posts Author website

Rossella Santini

Sono una sognatrice (anche troppo) romantica, ottimista, solare (per forza, sono del leone!) e un po' logorroica, amante dell'arte, della letteratura, di viaggi, libri, di fotografia e naturalmente della moda. Ah dimenticavo: adoro i glitter e ovviamente lo champagne (di ottima annata!)

17 CommentsLeave a comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »