Glitter & Champagne

Saldi invernali 2018: le regole anti fregature

36B24FD1-020E-45E5-8DC6-28D623096BA8
I saldi invernali 2018 sono iniziati ufficialmente dalla Basilicata, dove ci sono sconti e promozioni già da martedì 2 gennaio; subito dopo è seguita la Valle d’Aosta, dove l’inizio era fissato per mercoledì 3 gennaio. In tutte le altre regioni la prima giornata di sconti è stata venerdì 5 gennaio; l’unica regione a organizzarsi diversamente è la Sicilia, che ha aperto le porte ufficialmente da sabato 6 gennaio. Le date della fine dei saldi, invece, sono molto diverse da regione a regione: in Trentino-Alto Adige dureranno poco più di un mese (finiranno il 16 febbraio), mentre in Campania fino al 2 aprile, per esempio. La maggior parte di voi potrà comunque fare acquisti a prezzi scontati fino alla fine di febbraio o l’inizio di marzo.

I saldi sono le vendite a prezzi scontati nel settore commerciale dell’abbigliamento, che avvengono di solito in due periodi dell’anno: dopo le feste natalizie e ai primi di luglio. La parola viene dal lessico commerciale: la differenza tra le entrate e le uscite sono un “saldo”, positivo o negativo, e i “saldi” sono quindi quello che non è stato venduto in un negozio alla fine della stagione e la vendita stessa di quei capi invenduti.

 
I saldi sui negozi online
I saldi non si limiteranno ai negozi “fisici”: chi preferisce gli acquisti online allo shopping tradizionale dovrebbe sapere che Amazon fa sconti sull’abbigliamento fino al 50 per cento fino al 28 febbraio

Trovate anche promozioni su scarpe, abbigliamento e accessori con sconti fino al 70 per cento su Asos e al 50 per cento su Zalando. Ci sono sconti al 70 per cento anche su tutta la collezione di abbigliamento uomo, donna e bambino di OVS. Inoltre, in questo periodo molti negozi online di abbigliamento, come per esempio Nike, aggiungono prodotti alla loro sezione outlet, che è quella che propone prodotti in saldo tutto l’anno.

 

Alcuni consigli per evitare fregature
Per poter fare i saldi i negozi devono rispettare alcune regole. Ad esempio il prezzo originale di ogni prodotto in saldo deve essere sempre indicato in modo chiaro e inequivocabile, vicino alla percentuale di sconto e al prezzo scontato. Inoltre le merci in saldo devono essere tenute in zone separate rispetto a quelle non in saldo, in modo da non essere confuse.

Nel periodo dei saldi occorre prestare molta attenzione alle reali opportunità di risparmio, fare una valutazione del rapporto qualità prezzo e ricordare sempre che la riduzione dei prezzi non comporta una diminuzione di diritti di chi compra.
Seguendo alcune semplici regole si potrà evitare di avere brutte sorprese. Sicuramente sarà utile fare un giro qualche giorno prima della data prevista per l’inizio dei saldi per essere sicuri che la merce che si troverà in negozio sia veramente quella di stagione e non un avanzo di magazzino.
La legge prevede che i saldi non riguardino tutti i prodotti, ma solo quelli di carattere stagionale e quelli suscettibili di notevole deprezzamento se venduti durante una certa stagione o entro un breve periodo di tempo, in quanto fortemente legati alla moda (art. 15 d.lgs 114/98).

Lo sconto deve essere espresso in percentuale e sul cartellino deve essere indicato anche il prezzo normale di vendita (art. 15 D.lgs 114/98). I prodotti in saldo dovrebbero comunque essere ben separati da quelli non scontati al fine di evitare la possibile confusione tra prodotti in sconto e prodotti a prezzo pieno.
Il venditore è tenuto ad applicare lo sconto dichiarato; se alla cassa viene praticato un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato, sarà bene comunicarlo al negoziante e non esitare, in caso di difficoltà, a contattare l’ufficio di Polizia Annonaria del Comune.

 

Il mio consiglio è di acquistare capi evergreen, che non passano mai di moda o capi che sappiamo già che andranno di moda anche la prossima stagione, come sicuramente cappotti color cammello, principe di Galles o le eco pellicce di tutti i colori, i giacconi in eco montone, sia corti che lunghi, le maxi maglie o maxi pull, gli stivali alti fin sopra il ginocchio, gli anfibi o i bikers in pelle.

Io ho già avvistato qualcosa di interessante nei negozi e voi? Vi siete già lanciate alla corsa ai saldi?
Buon lunedì a tutti voi ❤️

 

Passione libri: la mia top ten 2017

D96DF4B4-B99A-4234-855D-FA3EA4E048C9

Per l’ultimo articolo sul blog di quest’anno, ho scelto di parlare di libri .
Vi mostro la mia top ten del 2017 dei libri che mi sono piaciuti di più, quelli che mi hanno un po’ delusa e quelli che invece ho amato moltissimo!
Pronti ? Partiamo !

Voglio partire con un classico della narrativa degli anni 60 “Il giardino dei Finzi Contini”. Il famoso romanzo di Bassani ambientato a Ferrara che divenne un film diretto da Vittorio de Sica. Un libro che parla della seconda guerra mondiale, la storia del narratore ebreo, che alcuni identificano con lo stesso Bassani e della giovane e bella Micol.
Un evergreen da leggere se non lo avete ancora fatto.

Un libro che ho amato è “ Il caffè delle donne”, un romanzo che fa sognare, usi e costumi della Giordana e del rito del caffè. Consigliato vivamente!

Un libro giornalistico, una vera e propria inchiesta di Corrado Augias “Inchiesta su Gesù”, un genere sicuramente diverso dal solito ma che fa riflettere.

Michela Marzano “Volevo essere una farfalla”, un tema difficile, quello dell’anoressia, una storia autobiografica, duro, crudo non adatto a chi invece vuole un po’ di leggerezza.

Emma Fenu “Le idee del miele”, ambientato in Sardegna, tra riti, tradizioni e superstizione. Non mi ha entusiasmato a dir la verità .

Davide Bregola “La vita segreta dei mammut in pianura padana”. Sono di parte forse perché conosco personalmente lo scrittore, ma questo libro mi ha conquistata, una narrazione semplice, senza pretese, storie di ragazzi di pianura, di nebbie, del fiume Po e di leggende metropolitane. Consigliato!

Paolo Crepet “Baciami senza rete”. Scritto dal famoso psichiatra, un libro che parla di come il web, internet, i social e gli smartphone abbiano cambiato la nostra vita, in peggio secondo Crepet ! A voi l’ardua sentenza!

Catherine Dunne e il suo “La metà di niente”. Un romanzo che narra la grande forza di una donna e che ho letto tutto d’un fiato!

E veniamo al più amato di questo 2017; quello che sale sicuramente in vetta alla mia classifica personale “Il profumo delle foglie di tè’” di Dinah Jefferies, una scrittrice malese, un romanzo che sa di oriente, di spezie e che profuma di te’!

Veniamo invece ad un libro che mi ha deluso un pochino. Avevo molte aspettative su questo romanzo, ma devo dire che ne sono rimasta un po’ delusa, mi aspettavo qualcosa di meglio. Trattasi di “C’è chi dice di volerti bene” di Sara Gazzini. La storia di otto donne e dei loro incontri con uomini sbagliati ! Devo riconoscere l’ironia della scrittrice, però non mi ha entusiasmato particolarmente.

Bene, la mia personale top ten è completa, spero di avervi dato qualche utile e valido consiglio, vi saluto augurandovi un buon venerdì e qui sul blog ci rivediamo a gennaio! Nel frattempo se volete potete seguirmi su Instagram cliccando su questo link https://www.instagram.com/glitter.champagne/  e seguendo le mie stories quotidiane!

BUON ANNO, BUON 2018 A TUTTI VOI

 

Utilizzi quotidianamente cosmetici chimici? Con Biomed puoi dire basta!

7E550E08-3DAB-4411-8B53-F522E31702EC
Sono sempre alla ricerca di prodotti beauty, make-up e Skin care possibilmente non chimici ma che contengano sostanze naturali ed è così che qualche mese fa ho scoperto la BIOMED, un’azienda tedesca che offre prodotti assolutamente organici non tossici, non testati su animali e che sono ottimi tra l’altro!

 

BIOMED organic medical skin care é pensato appositamente per offrire prodotti organici e naturali al 96-99%, eliminando dalle sue formulazioni tutti gli ingredienti nocivi ed aggressivi sulla pelle.
Tutti i prodotti Biomed sono infatti:
SENZA parabeni
SENZA phenoxiethanol
SENZA oli minerali
SENZA profumi sintetici
NON testati su animali
Perché applicare quotidianamente sul nostro viso prodotti chimici e tossici quando possiamo scegliere un prodotto naturale?
BIOMED vuole offrire prodotti naturali e chic per la cura della pelle che forniscano risultati visibili grazie all´uso di ingredienti attivi efficaci.
Tutti i prodotti sono testati dermatologicamente, l’efficacia degli ingredienti attivi é clinicamente testata.

 

Il mio prodotto preferito, che consiglio a chi non ha più vent’anni e di cui farò scorta a breve, è il biotox al siero di vipera.
Si presenta sotto forma di gocce da mettere sul viso, contorno occhi o dove abbiamo le rughe, la sera prima di andare a dormire e vi assicuro che al mattino vi sveglierete con una pelle liscissima.
Lo sto utilizzando da qualche settimana ma sono davvero soddisfatta dei risultati.

Perché quest’anno per Natale non facciamo un regalo a noi stesse o ad un’amica a cui teniamo, regalando prodotti non chimici?

 

Oggi potete farlo in tutta tranquillità e risparmiando anche qualche soldino, cliccando su questo link https://lddy.no/1x3n e utilizzando il codice sconto CHRISTMAS17, infatti per tutte coloro che mi seguono sui social e leggono il mio blog, ci sarà uno sconto del 30% per ordini pari o superiori a 50€!

Con questo articolo pre-natalizio vi saluto, come sempre sperando di avervi dato dei validi consigli e vi auguro un buon Natale 🎄🎁

 

A Natale regala bellezza : cofanetti make-up

DF62252C-9007-441C-B77D-CC748CE4A8F9
Siamo al giro di boa, ormai è la settimana che precede il Natale, avete già fatto tutti i regali o vi manca ancora qualche idea? Oggi voglio darvi qualche suggerimento per dei regali beauty davvero interessanti.

Come promesso qualche giorno fa sul mio profilo Instagram, chi infatti segue le mie stories ha già visto un’anticipazione, ho testato per voi alcuni prodotti che mi hanno mandato ( eh si ragazze, mi sono sacrificata! )
I prodotti make-up e Skin care in questione sono : un fondotinta ed una cipria Collistar, un rossetto Clinique, l’acqua distillata più una crema viso alle rose Roberts.


Ma analizziamoli insieme:

Fondotinta tenuta perfetta
Un fondotinta che assicura eccezionali performances cosmetiche e una straordinaria azione di trattamento e protezione della pelle. La sua speciale formula contiene idrolizzato ed estratto di alga corallina che, in sinergia con le vitamine A, B5 ed E, rendono la pelle più elastica e compatta svolgendo un’efficace azione superidratante, energizzante e antinvecchiamento.
Inoltre, garantisce effetto anti-traccia, colore radioso e una tenuta impeccabile per tutto il giorno.
Giudizio assolutamente positivo, non lascia la pelle lucida, anche dopo diverse ore.
Cipria compatta
Tocco finale per un maquillage di assoluta perfezione, Cipria Compatta Effetto Seta regala alla pelle setosità, levigatezza e luminosità grazie alla sua innovativa formula dermoprotettiva, idratante e antinvecchiamento.
Leggera ed opacizzante, l’ho trovata perfetta!
Clinique Pop Liquid Matte Lip Colour + Primer
Il nuovo rossetto Pop Liquid Matte Lip Colour + Primer risulta leggero sulle labbra, idratante e dal finish matte. Il primer incorporato garantisce una lunga durata e un effetto sulle labbra liscio ed omogeneo.
Un rossetto che sembra lucido ma che dopo un po’ si trasforma in matte, rendendolo resistente e a lunga durata, l’ho testato per una giornata intera, anche dopo aver mangiato resiste e non se na va!
ACQUA DISTILLATA ALLE ROSE
PURISSIMA ACQUA DISTILLATA ED ESTRATTI DI ROSE NOBILI
Distillato di bellezza con estratti di rose nobili dal 1867, tonifica e rinfresca la pelle, aiutando a prevenire rossori e irritazioni.
RISULTATI
La pelle è tonificata, più morbida e luminosa e si mantiene giovane ed elastica. Applicata sulle palpebre cancella ogni traccia di stanchezza per uno sguardo radioso.
Perfetta a fine giornata per struccarsi, inoltre si può usare anche al mattino prima della crema idratante e del primer come base per il trucco.
IDRATANTE RIVITALIZZANTE
CREMA-GEL PELLI NORMALI O MISTE
con Estratto di Rosa Canina e Vitamina E, aiuta a ricaricare la pelle d’acqua per un’idratazione che dura tutto il giorno.
Si può usare come base per il nostro make-up oppure alla sera come crema idratante dopo che ci siamo struccate.


Sperando di esservi stata d’aiuto con questi consigli beauty, vi auguro un buon inizio di settimana 😊

 

La depressione post Natale esiste e vi spiego perché !

8BE17811-06E0-4A6C-8BE7-A1213E094DCE
Il periodo dell’anno più scintillante e luminoso è finalmente arrivato e l’atmosfera natalizia invade tutto, dalle vetrine alle strade, negozi, bar e ovviamente casa nostra!
Se siete tra quelli che hanno già decorato tutta la casa di addobbi, vuol dire che amate questo periodo dell’anno.
Il mese che precede il Natale è denso di magia: le strade si riempiono di luci, i negozi sono colmi di confezioni luccicanti, il rosso e l’oro diventano i colori che caratterizzano le nostre giornate.
Quando si dice che l’attesa del piacere è essa stessa il piacere, si intende proprio questo!
Tutto questo scintillio arriva al suo culmine il 25 dicembre che, molto spesso, è il giorno meno amato, anzi dal 25 in poi si può cadere persino in depressione, una sorta di malinconia post festività natalizie!
Vi spiego i motivi per cui è normale.

Finisce l’atmosfera
Dopo il 25 dicembre l’atmosfera natalizia e tutti gli elementi connessi evaporeranno già dal giorno dopo, verranno percepiti con meno spirito.
Insomma, a quel punto diventa solo inverno: potremmo passare direttamente a giugno Please?

Apriamo i regali
Fino al giorno di Natale aspettiamo i nostri regali con ansia, come dei bambini siamo in attesa di avere proprio quel dono che aspettavamo da tempo, non vediamo l’ora di guardarlo e tenerlo tra le mani!
Vi è mai capitato di provare quella punta di tristezza per la fine dell’attesa? 

I parenti
Le riunioni di famiglia di solito, avvengono solo in queste occasioni. E meno male!
Dopo il primo momento dei saluti, si scherza e si spacchetta ma poi cominceranno ad arrivare le domande impertinenti!
E il fidanzato? Ma quando vi sposate ? Quanti esami ti mancano alla laurea? Ma voi figli niente?
Ecco, quest’anno armatevi di tanta tanta pazienza come tutti gli anni e vedrete che non vi verrà la depressione post Natale anzi pregherete che il 7 gennaio arrivi in fretta!

Buon fine settimana a tutti 😊

 

Peluche e yeti style

B4E5E9DB-81FE-4A9F-809A-975462225106

Anche in questa stagione e nel prossimo inverno 2018, vediamo una riconferma delle eco pellicce, lunghe, corte e di tutti i colori!

Si adattano bene a tutti i capi d’abbigliamento: possiamo ottenere un look sportivo se l’abbiniamo a jeans e sneakers o avere un Look più elegante se indossata sopra un vestito con scarpe o stivali con il tacco!

La pelliccia Peluche

Si riconferma anche la pelliccia “peluche”, quel capo morbido morbido che ci ricorda proprio un orsacchiotto di peluche, il colore top di quest’anno è il rosa confetto!

Ma se non amate particolarmente il rosa non preoccupatevi: c’è un’ampia gamma di colori per tutti i gusti!

La “Yeti pelliccia”

Un’altra riconferma arriva dalla pelliccia yeti chiamata così perché ci ricorda tanto lo Yeti ! Parola d’ordine è COLORE!
Azzurro, verde petrolio, rosa ma anche giallo flou e viola!
Siete pronte per un inverno morbido e colorato ?

 

Buon lunedì 💚

 

Massaggiatore Donnerberg: “non prendere nulla che non raggiunga la perfezione”.

9D54795F-8675-428B-8427-273891326E0F

 

Donnerberg è un’impresa tedesca con la sede a Monaco di Baviera che porta le innovazioni nel mondo di massaggio. Nel 2013, questa azienda ha prottetto il disegno del massaggiatore rivoluzionario Donnerberg Original nell’ufficio tedesco dei brevetti a Monaco di Baviera. La qualità, l’efficacia e l’affidabilità sono le caratteristiche principali di questi prodotti.

Il prodotto è consigliato e raccomandato dal Comitato Sportivo Olimpico Tedesco (Deutscher Olymischer Sportverband)

“Non prendere nulla che non raggiunga la perfezione”.

I materiali del massaggiatore sono di ottima qualità: pelle PU e tessuto traspirante.

Il massaggiatore ha 8 testine massaggianti, 3 intensità, 2 sensi di rotazione del massaggio, 1 funzione di calore a infrarossi e la funzione innovativa di vibrazione.

Queste funzioni favoriscono un ulteriore rilassamento della muscolatura rendendo il massaggio ancora più efficace.

Grazie alla sua multifunzionalità il massaggiatore Donnerberg si può utilizzare su diversi punti del corpo (collo, schiena, spalle, braccia, pancia, cosce e piedi) e si può determinare da soli l’intensità del massaggio.

SENSAZIONE DI UN MASSAGGIO NATURALE DA MANI ESPERTE

Il massaggiatore è basato sul principio del massaggio orientale Shiatsu, trattamento che riequilibra le energie vitali.

Devo dire che ero un po’ scettica riguardo ai massaggiatori “meccanici”, ho dovuto ricredermi! Soffrendo molto di dolori alla cervicale ed al collo non credevo possibile che esistesse qualcosa da fare tranquillamente a casa anche davanti alla tv, che potesse davvero decontrarre la muscolatura.

Avrete la sensazione di un massaggio Shiatsu vero e professionale eseguito da mani esperte.
Consigliatissimo, anche come idea regalo per il prossimo Natale, un dono originale e che farà felice la persona che lo riceverà, ve lo garantisco!

Vi ricordo che potete trovare il massaggiatore in vendita su Amazon

Ringrazio l’azienda Donnerberg per avermi scelta per questa collaborazione.

 

Regali Di Natale low-cost, ora si può !

BE9C3C36-6F84-4727-8D38-7A35A5D01700
Quasi Natale, mancano poco meno di 21 giorni.
È ora di pensare ai regali, eh si, anche quest’anno è giunta l’ora, non possiamo ridurci all’ultimo minuto, rischiando di dimenticare qualcuno!

 

Il trend del momento sono i regali low-cost, dei piccoli pensieri o dei cadeau carini, originali ma con un prezzo contenuto!
Si certo, hai detto bene tu, ma dove li trovo?

 

Oggi vi voglio proprio suggerire dei pensierini, con un prezzo decisamente basso, ma con cui farete sicuramente una bella figura!

 

Di cosa si tratta?
Sono delle pochette dai colori sgargianti con sopra scritto delle frasi, ma non è finita: al loro interno contengono un mascara ed una matita per gli occhi di Maybelline.
Sono limited edition e le trovate in vendita su Amazon, ma essendo edizione limitata affrettatevi per non rischiare di restare senza!

Quante volte ci sono stati fatti dei regali assolutamente inutili, che non rispecchiavano il nostro gusto o che semplicemente non ci piacevano?
Tante eh?

Da oggi abbiamo un’idea in più, ad un prezzo assolutamente contenuto, ma che vi assicuro piacerà alla donna che lo riceverà !

Io nel dubbio ne ho acquistata una in più !
Spero di esservi stata utile, alla prossima con i consigli natalizi!
Buon inizio di settimana 😊

 

Turbiamoci

0AB41552-C1EA-451D-815D-836B5026AB33
Hipster, folk o rétro, il turbante è davvero molto versatile. Dopo averlo amato (e indossato) di tutti i colori, per tutta l’estate, non lo abbandoneremo di certo quest’inverno. Anzi, desidereremo abbinarlo a cappotti , ad abiti , a blazer maschili e a tutti gli altri trend di stagione.

 

Cappellini, fasce e turbanti, ispirati agli anni 40, retrò e vintage style.
Una valida alternativa al solito berretto o cappello.

 

E poi, se anche Gucci lo ha confermato tra gli accessori di tendenza per il 2018, beh alziamo le mani !!!

Che ne dite, vi piacciono?
Buon fine settimana ❤️

 

Il capo immancabile per la stagione fredda? Senza dubbio il cappotto

2D99221B-E070-45D9-8025-9F18A2185EB8
Il (non) colore di tendenza per l’inverno? Il cappotto grigio è il capo DA AVERE! Parola della rivista Marie Claire !

Sua maestà il cappotto. E tutta la corte di capispalla al seguito.
Per l’autunno inverno 2017/2018 è d’obbligo!
Cappotti doppiopetto e mantelle in lana, poncho e trench. Per l’autunno 2017 i modelli di tendenza per proteggersi dal primo freddo di stagione sono tanti e diversi, uno più sofisticato dell’altro.

 

Il capo immancabile per ogni stagione fredda che si rispetti è, senza dubbio, il cappotto.
Per l’Autunno-Inverno 2016/17 le tendenze sono diversificate: silhouette retro-inspired, forme ampie e oversize, pattern colorati e tessuti importanti come velluto e cashmere.

 

E se il cappotto grigio non può mancare, io non contenta ne ho acquistati 2, uno grigio in principe di Galles che avete già visto QUI e poi questo che a dir la verità forse più che grigio è un carta da zucchero ( che poi che colore sia il carta da zucchero non l’ho mai capito bene, ma pare che sia un mix tra il grigio e l’azzurro !!)

 

E pensare che fino a qualche anno fa odiavo i cappotti, li trovavo troppo eleganti e sofisticati, in realtà poi ho scoperto che sono fantastici anche abbinati con qualcosa di sportivo come un bel paio di sneakers e jeans.

 

Che ne dite?
Cappotto SI o Cappotto NO?
Buon lunedì 😊

 

Translate »