Glitter & Champagne

Nandida.com : ed è subito shopping

8C35DF37-F10C-4B09-BDD7-59CBB2C5EF8C-268-000000200759825E

 

Quanto ci piacciono i gioielli e gli orologi? Dai, diciamolo, tutte noi vorremmo poter abbinare ai nostri outfit gli accessori giusti, orecchini, collane, bracciali e orologi!

Tempo fa ho scoperto un sito per poter acquistare i miei bijoux e orologi a prezzi super convenienti

Nandida nato come un sito dedicato al make up, in realtà negli anni ha amplificato il raggio d’azione, arrivando addirittura a coprire settori come quello farmaceutico, della cosmetica o dei capi d’abbigliamento

Infatti ad oggi è forse uno dei siti di e-commerce italiani più completi. Il portale è partito in realtà come startup nel 2011, in seguito ad un progetto sviluppato secondo analisi di mercato e indagini sulla crescita di un settore, quello del commercio elettronico, che oggi non è più una scommessa ma un vero e proprio stile di vita.

Tre anni dopo, arriva il passo decisivo: le categorie merceologiche crescono a dismisura, il catalogo prodotti arriva a 30.000.
E da pochi mesi, il portale ha anche lanciato una nuova sezione dedicata alla gioielleria online. Una grande opportunità, ed in parte una necessità.

Quello dell’e-commerce è infatti un mondo in costante evoluzione: cambiano i prodotti, cambiano i consumatori. È forse il settore in cui c’è più bisogno di “pensiero globale” (o come si diceva una volta, di una vision). Oggi il sito Nandida è un realtà possiamo dire consolidata, che non ha intenzione di fermarsi.

L’ingresso, nello store, di uno spazio dedicato alla gioielleria online, che si affianca a quelli per cosmetica ed orologi, è una grande opportunità per le appassionate di fashion e make up, perché è possibile anche acquistare prodotti che non sono più reperibili sul mercato, ma che hanno scritto la storia.

Questo è solo un breve elenco con alcune delle grandi marche che lo staff di Nandida  è riuscito a coinvolgere ed inserire nella nuova categoria dedicata alla vendita di gioielli online:

• Morellato
• Guess
• Fossil
• Breil

 

Che ne dite? Non è fantastico tutto ciò? Vi consiglio di dare un’occhiatina a questo sito.
Buon inizio di settimana 😉

 

Centrifughiamoci

A817567A-920B-4699-8411-7A178D8AD208-901-000001ADED210EE6

Sta arrivando l’estate (finalmente) e con lei anche il caldo !
Capita spesso, in questa stagione dell’anno, di avere poco appetito e di avere voglia solo di qualcosa di fresco e dissetante.
Come fare per alimentarsi in modo sano, senza incappare in conservanti chimici o troppi zuccheri?

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) sostiene l’importanza di frutta e verdura all’interno di un’alimentazione equilibrata, poichè sono un’ottima fonte di vitamine, Sali minerali e fibre.

Ma come si può consumare la quantità minima consigliata di 400 g di frutta e verdura al giorno? Con i succhi fatti in casa! In questo modo possiamo essere sicuri di consumare un prodotto naturale al 100%, controllando gli ingredienti e avendo la certezza che sia fresco, perchè lo prepari tu ogni giorno a casa tua!
È risaputo che mangiare la giusta quantità di frutta e verdura è essenziale per una dieta sana, però non è sempre facile trovare il tempo per consumarne a sufficienza se si conduce una vita frenetica. Per questo motivo, i succhi freschi di frutta e verdura rappresentano un modo eccellente di inserire nella propria dieta quotidiana la giusta combinazione di questi elementi.

Io ho risolto il problema acquistando una centrifuga della Philips che estrae ancora più succo grazie alla rivoluzionaria tecnologia e si pulisce in un minuto, così posso preparare i succhi di frutta e verdura da sola, senza quindi conservanti, sani e naturali .

Ho scoperto inoltre tantissime ricette, specifiche ad esempio per depurarsi, detox, per la circolazione ed ho deciso di condividerne alcune con voi.

Centrifugato ANTI TOSSINE

Ingredienti Centrifugato

1/2 ananas
1 mela
Qualche fettina di banana
Una fettina di zenzero

Questa è la ricetta per preparare un centrifugato dalle proprietà depurative e disintossicanti che abbina all’accoppiata vincente ananas-mela (due frutti che insieme aiutano il nostro organismo a nei processi di depurazione e di diuresi) con l’aggiunta della banana e dello zenzero.

La banana, infatti, oltre ad essere un ottima fonte di potassio e di energia, ha anche il pregio di poter essere un aiuto naturale contro la stitichezza. Ha un effetto antiacido, grazie al quale è particolarmente indicata per contrastare i bruciori di stomaco.

Inoltre, grazie ad un notevole contenuto di vitamina B e di ferro, è un toccasana sia per il nostro sistema nervoso sia per combattere l’anemia.

Lo zenzero, infine, all’interno di questo centrifugato, grazie alle sue proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, può essere di aiuto per favorire la digestione.

Per procedere nella preparazione vi basterà sbucciare il mezzo ananas, lavare e tagliare la mela, prendere qualche fettina di banana (naturalmente sbucciata) e una fettina di zenzero (privato, anche questo, della buccia), passare tutto all’interno della vostra centrifuga e il vostro centrifugato depurativo è pronto!

Quando assumerlo:

Al mattino a digiuno o durante l’arco della giornata, questo centrifugato può essere assunto ogni qual volta si senta la necessità di disintossicare il nostro organismo e pulirlo dalle tossine che si sono accumulate a causa di stress e cattive abitudini alimentari.

Centrifugato DETOX

Ingredienti Centrifugato

1 barbabietola
3 carote
1 fettina di zenzero

Una variante di centrifugato detox può essere questa che prevede l’utilizzo di sole verdure: barbabietola e carote.

La barbabietola (o rapa rossa) è uno di quegli alimenti che non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole. Ricca di sali minerali (come calcio, potassio, ferro) e vitamine (A,C e quelle del gruppo, svolge un azione antiossidante ma è anche una dei principali alleati in fatto di depurazione. La barbabietola, infatti, è in grado di assorbire ed eliminare le tossine presenti nelle cellule, favorisce la digestione e stimola la produzione di bile.

Per preparare questo centrifugato vi occorrerà lavare bene la barbabietola e le carote prima di centrifugarle insieme alla fettina di zenzero (precedentemente sbucciata).

Ricordiamo, inoltre, che la carota, oltre alle sue proprietà depurative, ha anche proprietà diuretiche che, unite a quelle digestive e “brucia grassi” dello zenzero, ci regalano un centrifugato perfetto per rimetterci in forma in modo sano.

Quando assumerlo:

Questo centrifugato è utile in tutti i casi in cui si voglia depurare l’organismo, in particolare in quei periodi successi le post-abbuffate natalizie o di festa. Oltre ad essere un ottimo depurativo, infatti, questo mix è anche utile per ripulire il fegato, i reni e il flusso sanguigno.

Centrifugato PER LA FRAGILITÀ CAPILLARE

Ingredienti Centrifugato

50 g di More
50 g di Lamponi
50 g di Mirtilli Rossi

Il problema dei capillari fragili che si rompono è molto diffuso, in particolare nelle donne, diverse sono le cause e la carenza di vitamina C può essere una di queste. Piccoli accorgimenti possono aiutare a proteggere il nostro corpo, e qui vengono in nostro aiuto i frutti rossi, in particolare le more.

Le more sono ricchissime di vitamina C. Questo frutto svolge un’azione protettiva nei confronti dell’apparato circolatorio e aiuta a mantenere pulite le arterie, eliminando il colesterolo “cattivo” dal sangue. Ha effetti diuretici, quindi consente di eliminare le scorie che possono indebolire le pareti dei vasi sanguigni.

Il lampone invece, come le more è un frutto diuretico, migliora l’elasticità dei vasi sanguigni ed è ricco di flavonoidi, che hanno la capacità di aumentare la resistenza capillare.

Ora veniamo al mirtillo rosso. Questo frutto ha proprietà rinfrescanti, astringenti e toniche. Favorisce inoltre la diuresi ed è antiossidante, grazie alla presenza di vitamina E, A e C, ma la più importante è la mirtillina. La mirtillina protegge il collagene della pelle dal danno dei radicali liberi e migliora l’integrità dei capillari, che d’estate sono a rischio per il caldo e l’esposizione al sole.

Questa ricetta di centrifugato depurativo è particolarmente indicata per chi ha problemi venosi, con la conseguente pesantezza alle gambe, crampi, gonfiore, varici e capillari che possono accentuarsi con il caldo.
Possiamo dire dunque che con questo mix di frutti rossi, proteggiamo i capillari e ne rinforziamo le pareti, depurandoci dalle scorie.

Quando assumerlo:

Questo centrifugato per la fragilità dei capillari risulta più efficacie se assunto quando si è a digiuno.

Naturalmente fanno benissimo anche i centrifugati di frutta e verdura mista che con le loro preziose vitamine e sali minerali ci aiutano ad avere pelle e capelli più sani e luminosi, ci depurano e ci aiutano a stare in forma!

Le centrifughe fatte in casa non le consumo solo in estate ma anche in inverno per proteggermi da influenze e raffreddori! Non posso più vivere senza!

E voi avete mai provato?
Buona giornata a tutti 😁

 

LA MISSIONE MADE IN ITALY : NEROGIARDINI

IMG_9296
UNO STILE TUTTO ITALIANO
“……L’OBIETTIVO È QUELLO DI CREARE SCARPE E ACCESSORI DI ALTA QUALITÀ, IN ITALIA, DIFENDENDO COSÌ IL NOSTRO KNOW HOW E CREANDO POSTI DI LAVORO, RICCHEZZA E BENESSERE. SVOLGERE LE LAVORAZIONI PRINCIPALMENTE NEL NOSTRO PAESE È PER NOI UNA VERA E PROPRIA MISSIONE”
Ad affermarlo è Enrico Bracalente, Amministratore Unico di NeroGiardini.

Circa un mese fa ho fatto degli scatti indossando scarpe ed accessori NeroGiardini.
Ho avuto il piacere di conoscere questa azienda e di scoprire tante cose che non sapevo su questo brand italiano, che voglio condividere con voi.

 

La produzione prevalentemente italiana con manodopera specializzata che garantisce l’alta qualità dei prodotti è per NeroGiardini un plus strategico che impegna l’azienda nella costante valorizzazione e difesa del know how italiano, oltre che delle risorse professionali del territorio marchigiano.
L’italianità delle scarpe e degli accessori NeroGiardini è sottolineata su ogni prodotto attraverso il tricolore esibito con orgoglio sulle suole e sul packaging.
In netta controtendenza rispetto alle scelte della maggior parte dei competitor, che hanno delocalizzato tutta la produzione nei Paesi a più basso costo, NeroGiardini ha saputo infatti affermare con forza la propria missione di sostenitore della cultura calzaturiera italiana, guadagnandosi la fiducia e il favore dei consumatori.
NeroGiardini è una delle aziende di eccellenza italiana, che è riuscita a coniugare le tecniche di lavorazione di manifattura artigianale con le più moderne tecnologie industriali. Questo risultato è motivo di orgoglio ed è diventato uno dei valori principali del brand.
La nostra produzione di scarpe Made in Italy è l’espressione di quella qualità e della creatività tipicamente italiana, conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo, che oggi ancora più di un tempo è uno degli elementi distintivi della nostra produzione industriale.

SCARPE DA DONNA ELEGANTI E RICERCATE, ALL’INSEGNA DI UNO STILE CASUAL E CHIC, IN PERFETTA SINTONIA CON L’ANIMA DEL BRAND

Le scarpe che indossavo erano Sneakers in pelle, tela e camoscio color sabbia, con borsa abbinata.
La cosa che più ho potuto apprezzare, oltre all’estetica molto glamour, è l’assoluta comodità di questa calzatura.

La magia dei ricordi

IMG_9286

 

Per quanti di voi sono importanti i ricordi?
Per me moltissimo, non potrei vivere senza.
Forse perché di natura sono una nostalgica, a volte basta poco per evocare alla mente ricordi del passato, trovare un oggetto o una vecchia fotografia e mi prende subito un po’ di tristezza, ma non perché siano dei brutti ricordi, tutt’altro, sono talmente belli che li vorrei rivivere.
Le fotografie ad esempio, le custodisco gelosamente!

 

Purtroppo il tempo scorre velocemente, forse troppo, ogni istante, ogni attimo vissuto non potrà mai più tornare, spesso non ne abbiamo la consapevolezza, diamo tutto per scontato, ma dovremo assaporare di più i momenti belli.

 

Spesso siamo talmente presi dalla vita frenetica, sempre di corsa, stressati dal lavoro, che sprechiamo anche i pochi momenti di relax.

Una delle mie passioni è la fotografia, adoro immortalare l’attimo, ogni tanto riguardo le vecchie foto e rivivo così i bei momenti.
Per me i ricordi più belli sono quelli dei miei viaggi o legati alla mia famiglia.

L’oceano Atlantico delle Isole Canarie, il mar dei Caraibi della Repubblica Dominicana , il deserto africano di Capo Verde, il Vulcano di Lanzarote, il mare pieno di pesci tropicali dell’Egitto oppure Parigi e la Tour Eiffel…
Ecco questi sono i ricordi di viaggio più belli.
Oppure rivedermi bambina con accanto i miei genitori, amici e parenti, nonni e zii..

 

I ricordi per me sono talmente importanti che ho deciso di usare Fotoregali.com .
Di cosa si tratta? Di un modo per fermare i ricordi, stamparli e non solo su carta ma anche su tela, tazze, fotolibri, spille, cuscini e t-shirt.
Ed inoltre ha lanciato un hashtag #LaMagiaDelRicordo con cui condividere sui vostri social i vostri ricordi .

E voi? Siete affezionati ai ricordi come me? Come li conservate?

 

Sandali tacco largo: must have estate 2017

IMG_9250

 

Le scarpe con tacco largo segnano tutte le collezioni Primavera/Estate 2017, modelli comodi e di tendenza che le griffe hanno pensato nelle forme più amate dalle donne. Le nuove collezioni ci propongono scarpe chiuse con tacco largo come le dècolletès e le Mary Jane, ma soprattutto sandali con plateau, tronchetti e modelli eleganti in una vasta gamma di colorazioni.

 

Io ho optato per un sandalo con tacco largo color cuoio.
Certo bisogna dire che queste calzature sono decisamente più comode dei sandali con tacco a spillo ed inoltre si può tranquillamente osare anche con un tacco 14 perché avendo il plateau sono facili da portare.

 

Ma vorrei parlarvi anche della borsa, che fa parte della nuova collezione Gabs, una tracollina super colorata! Potete trovare tutta la collezione QUI 💚


Buon lunedì 😃

 

 
Indossavo:
Top: Zara
Pantaloni: Mixeri’
Sandali: Carmen’s
Borsa: Gabs

 

Vegan chic ovvero come convertirsi al cibo sano e morale

IMG_9241

 

Le tragicomiche avventure di un onnivoro perdutamente innamorato di una donna con abitudini alimentari che lui pensava destinate solo ai ruminanti. Un libro divertente e affettuoso su una delle ossessioni della borghesia moderna: il cibo sano e morale.

 

Già da qualche anno sta spopolando il veganismo che è un movimento animalista che promuove il cambiamento dello stile di vita individuale al fine di perseguire l’obiettivo di eliminare quelle attività umane considerate, dal movimento stesso, come maltrattamento degli esseri viventi appartenenti al regno animale, nonché ogni loro uccisione che sia operata dall’uomo per qualsivoglia scopo, incluso quello alimentare. Gli aderenti a tale movimento vedono come unico mezzo sicuro per raggiungere questo loro obiettivo la scelta radicale di abbandonare nell’economia il ricorso all’utilizzo, diretto e indiretto, di risorse animali per qualunque fine, eliminando in tal modo ogni causa che potrebbe provocare la sofferenza animale, e per questa ragione promuovono e praticano loro stessi uno stile di vita basato su risorse non provenienti dal mondo animale.

 

È una scelta di vita piuttosto drastica, devo ammetterlo, non credo in tutta sincerità che mi sentirei mai pronta a fare un tale cambiamento di vita, pur condividendo le ragioni di tale scelta e devo dire che alcuni piatti vegani ( anche torte ) li ho provati e con grande stupore li ho trovati buoni.
Questo libro mi è stato prestato da un’amica e mi è piaciuto moltissimo, tuttavia non condivido la scelta obbligata del protagonista che per amore è stato costretto a cambiare le sue abitudini alimentari: il rispetto e la libertà di pensiero dovrebbero essere alla base di un rapporto.
Ho amici vegani ed è capitato di mangiare insieme al ristorante ma nessuno ha avuto nulla da ridire o fatto illazioni, il rispetto per le scelte personali viene prima di tutto!

Questa è la vera storia di Fausto Brizzi, noto regista famoso per aver diretto il film “Notte prima degli esami” e sua moglie Claudia Zanella, attrice.

Sposare una vegana ha conseguenze imprevedibili. Puoi ritrovarti a brucare l’erba da un vaso sul terrazzo, e sentirti in colpa per tutte le telline mangiate nella tua «crudele» vita precedente. Seguire questa dieta, scopri inoltre, comporta un grande dispendio di energie e – chissà perché? – di denaro. Roba da diventare nervosi per davvero, ancor piú quando, dopo mesi di torture, con sorpresa e quasi fastidio, sei costretto ad ammettere che i tuoi esami medici sono, per la prima volta, perfetti. A ogni modo, la storia di Fausto e Claudia ha un lieto fine, nel senso che Claudia vince (stravince, sarebbe piú corretto dire) e Fausto si arrende (senza nemmeno l’onore delle armi). Le cose vanno bene. Solo che, proprio sui titoli di coda, spunta una complicazione: l’imminente arrivo di una figlia. Avrà cuore, Fausto, di farne un’erbivora fin dalla nascita?

In qualunque modo la pensiate, che siate o no favorevoli, è un libro divertente che vi farà anche fare due risate!
Consigliato al 100%!! 😃

 

Il grande fiume: Vivere il Po

IMG_9219

 

Al circolo “Nautica” mi sono intrufolata abusivamente un pomeriggio assolato e caldo di fine aprile, per scattare qualche foto.
In fondo per noi “popolo della bassa padana” il fiume Po non è solo quel maleodorante, sporco, grigio, pieno di zanzare, schiumoso corso d’acqua, ma è molto di più..
Qualcosa ci lega a lui, sarà il paesaggio, i pioppi che si intravedono sull’altra sponda, le creature spaventose che ( pare ) popolino il suo letto o chissà cos’altro, ma sta di fatto che seppur snobbandolo in fondo lo amiamo..

 

Un signore a bordo del suo Kayak mi passa vicino ed io mi giustifico dicendogli che sto soltanto scattando qualche foto e lui mi rassicura con un sorriso, rispondendomi che da lì non mi avrebbe certo cacciato nessuno..
Il popolo della bassa è così, chiuso, ermetico, introverso, sfuggente eppure orgoglioso del “suo” grande fiume.

 

 

Nasce negli anni 30 la “sede dei canottieri sermidesi” sulle rive del Po nell’area dell’attuale NAUTICA SERMIDE.
Costituita da alcune baracche ad uso ricovero barche e canoe si identifica come ritrovo ricreativo e dopolavoro per gli abitanti del luogo
Alla Nautica è possibile fermarsi per un attimo di relax o una chiacchierata tra amici, per sentire storie d’altri tempi dagli amanti del Po o per una gita sul grande fiume in kayak.
Il Fiume Po è famoso per la pesca di grossi esemplari di siluri. Turisti da tutta Europa si sfidano nella pesca di questo leggendario pesce durante tutto l’arco dell’anno.


 

 

Indossavo:
Top: Zara
Pantaloni: Mixeri’
Scarpe: Carmen’s
Cappello: Zara
Occhiali: Persol

 

I sogni di Pollicina

IMG_9196

” Se sogni da solo, rimarrà solo un sogno. Ma se sogniamo tutti insieme allora diventerà realtà.”
Rex Maughan

 

Sono piccole, deliziose, fatte di niente, un po’ di lana, uno scampolino imbottito, una gran chioma di fili arricciati, gambe e braccia di perline e quel gran sorriso tenero e birichino.
Sono le bamboline, fatine, streghette o ballerine di Silvia, una maestrina/fata, che racconta favole ai bambini e che proprio come loro vive in un mondo fatto di sogni e di improbabili personaggi che assomigliano proprio alle sue fatine!

 

Il destino ha fatto trovare sulla mia strada questa maestrina/sognatrice la cui vita non è stata troppo generosa .
Ma Silvia sempre col sorriso, con la sua forza e determinazione , e con le sue mani d’oro, è riuscita ( e riesce tutt’ora) ad essere vincente!

 
Le sue creazioni sono magiche e chi le riceve avrà un portafortuna unico e speciale!

 

 

Per me ha creato la bambolina ” Glitterina “, tutta glitter e lustrini ❤️
Se volete conoscere Silvia ed il suo mondo incantato la trovate su Facebook a questo link https://www.facebook.com/I-sogni-di-Poo-100450153342850/

Oppure su Instagram a questo link http://instagram.com/isognidipollicina

 

Calzature versatili e comode: le slip-on

IMG_9185

Le slip-on, le famose sneakers senza lacci, proposte per la prima volta da Vans negli anni ’80.
Pratiche e super comode, la moda le riscopre e le reinventa in mille proposte per questa stagione, ma anche per il prossimo autunno inverno.

 

La suola in gomma garantisce il comfort delle scarpe da ginnastica, ma i nuovi tessuti e le diverse fantasie la rendono una scarpa versatile e alla moda.

 

Così, questa scarpa prettamente sportiva, diviene un accessorio glam perfetto per un look da giorno nella classica versione in tela e chic per la sera nei materiali più preziosi ed elaborati.
Il modello classico si arricchisce di particolari fashion, come piccole borchie e applicazioni, la tela si alterna alla pelle liscia o pitonata.
La versione black and white, sobria e minimal si contrappone alla versione in glitter, scelta da tantissimi stilisti.
Via libera all’oro, all’argento, alle stampe animalier e al camouflage, ma anche a materiali metallizzati per un effetto super shining.

 

Si possono abbinare anche a mini abiti o maxi gonne. Non ami le scarpe basse? Niente paura: scegli la versione platform, che ti regala qualche centimetro in più slanciando la figura (QUI troverai le altre slip-on che ho indossato)
E pensare che non ero una fan di questa calzatura, mi sono dovuta ricredere, per la comodità e poi perché sono davvero glam!

 

Che dite? Promosse o bocciate?

 

Indossavo:
Jeans: Up jeans
Scarpe: Café Noir
Borsa: Nero Giardini

 

Dove e cosa mangiare a Napoli

IMG_8988

Napoli, la città del sole, del mare e del… Cibo!!
A Napoli si mangia ovunque e a tutte le ore!
Oggi voglio raccontarvi cosa ( e dove ) mangiare a Napoli.

Ho suddiviso in 5 cose che dovete assolutamente mangiare se venite a visitare questa meravigliosa città!

1- Al primo posto mettiamo lei, la regina indiscussa ed incontrastata : la pizza.
Molteplici sono le varianti: dalla classica margherita, alla pizza fritta ( che io non avevo mai mangiato e solo a pensarci ora ho l’acquolina!!) al calzone o alla “frusta”!
I posti più famosi e storici dove mangiarla ( anche se è buona praticamente ovunque) sono :
Antica Pizzeria Da Michele dal 1870
Pizzeria dal Presidente
Pizzeria Di Matteo
Pizzeria Sorbillo
Pizzeria Brandi

2- Spaghetti con le vongole (o ai frutti di mare)
E’ sicuramente uno dei piatti forti della cucina partenopea: parliamo dei mitici spaghetti con le vongole, o con i frutti di mare, che identificano il marchio della buona cucina napoletana quasi quanto la “mitica” pizza. Possono essere fatti in bianco o con un po’ di sugo, ma rappresentano sempre il miglior piatto di pasta della cucina partenopea.
Sul lungomare potrete trovare tantissimi locali che cucinano ottimo pesce.

3- La Sfogliatella
Napule tre cose tene e belle… “o mare “o ‘Vesuvio e è sfugliatelle.
È senza dubbio uno dei dolci più tipici della tradizione napoletana. Esiste tradizionalmente in due varianti di base, la riccia se preparata con pasta sfoglia oppure la frolla, se preparata con la pasta frolla.
Rigorosamente calda e con lo zucchero a velo spolverato sopra qualche attimo prima di essere servita. Così va mangiata la sfogliatella, erede di una tradizione centenaria e diventata uno dei simboli di Napoli. Ma i luoghi storici dove assaporarla sono solo alcuni.
Pintauro –  Via Toledo, 275
Scaturchio –  Piazza San Domenico Maggiore, 19
Pasticceria Attanasio – Vico Ferrovia, 2
Carraturo – Porta Capuana, 97

4- Il Casatiello
Altro fiore all’occhiello della tradizione culinaria napoletana è senza dubbio il casatiello. Si tratta di un rustico tipicamente pasquale, che si troverà di sicuro nei menù a Pasqua e a Pasquetta sia nelle case che nei ristoranti. Il casatiello è una torta salata a base di moltissimi ingredienti come farina, lievito, acqua, sale, pepe, sugna (in italiano strutto), uova sode, salame, formaggio e cigoli (o ciccioli) di maiale. Non proprio leggero è molto buono e lo si può trovare nelle migliori gastronomie o su ordinazione.

5- Street food ( Cibo di strada )
A Napoli c’è una lunga tradizione di cibi di strada, di cibi da asporto da comprare e consumare a casa o per strada, avvolti nei classici “cuoppi” o in pacchetti di carta o semplicemente nei fogli di leggera velina alimentare. Frittatine di maccheroni, paste cresciute o arancini di riso in bianco con la provola o rossi con salsa carne e piselli, o i crocchè di patate con i latticini all’interno, o le tante pizze fritte, le montanare e chi più ne ha più ne metta. Napoli è piena di friggitorie dove si trova anche il pollo allo spiedo, locali pieni di cibo da portare via e mangiare per strada.
Ah e poi ovviamente non dimentichiamoci il caffè!! A Napoli il migliore del mondo!

Che dite, vi ho convinte a fare un salto a Napoli ? ❤️

 

Translate »