Glitter & Champagne

Il gilet in eco pelliccia è ancora di moda?

 Il gilet in eco pelliccia è sempre attuale, non passa di moda!

Nel mondo della moda sentiamo spesso parlare di “evergreen” quei capi sempre attuali come il trench, il tubino nero, i jeans, le décolleté ed il blazer. Pezzi fondamentali che non dovrebbero mai mancare nel nostro armadio, ma credo sia il caso di aggiungerne un altro: il gilet in eco pelliccia.

PERCHÉ IL GILET IN ECO PELLICCIA È UN MUST?

Il gilet in eco pelliccia resta un must perché si adatta un po’ a tutto, da un tocco bohemienne se lo indossiamo con i jeans e sneakers, ma può essere molto minimal e chic anche sopra un little black dress e décolleté con il tacco.

Possono essere sia a pelo raso, quindi corto, che a pelo lungo.

COME INDOSSARE UN GILET IN ECO PELLICCIA?

Il gilet in eco pelliccia è un’ottima alternativa alla giacca quando non fa ancora troppo freddo, oppure un gioco di sovrapposizioni come ad esempio sopra ad un giubbino in pelle o in denim.

Puntiamo su modelli super vaporosi se lo indossiamo con sotto una gonna longuette stretta al ginocchio o sopra ad un tubino.

Se volete evidenziare il punto vita scegliere i modelli con la cintura oppure abbinatene una voi.

QUI puoi vedere un altro mio esempio di come indossare un gilet in eco pelliccia.

SALDI

Dopo aver appurato che questi modelli sono ancora di gran moda, il mio consiglio (come quello che vi avevo già dato QUI) è quello di cercare questi capi in saldo. In questo modo farete degli acquisti intelligenti, comprando dei capi a prezzi stracciati che vi torneranno utili anche nella prossima stagione.

L’importante è approfittare dei saldi per fare acquisti intelligenti, risparmiando pure qualche soldino, come in questo caso.

Questo gilet che mi vedete nelle foto è di Silvian Heach e l’ho acquistato un paio di stagioni fa, ma è ancora molto attuale. Ho deciso di combattere il freddo di questo mese sovrapponendo il gilet ad una giacca nera imbottita.

Voi che ne pensate dei gilet in eco pelliccia?

Vi saluto augurandovi una buona giornata e vi aspetto sempre qua sul mio blog e sui miei canali social!

Se vuoi rivedere il mio ultimo articolo clicca QUI.

Cambio look per San Valentino: come stupirlo con effetti speciali?

Siamo quasi arrivati al giorno più romantico dell’anno, sto parlando del giorno di San Valentino!
Non mi dite che non ci avete ancora pensato?

COSA REGALARE PER SAN VALENTINO?

Ci siamo manca poco, San Valentino sta arrivando anche quest’anno.

Avete già pensato ad un regalo?

Trovare un regalo utile e carino al tempo stesso è davvero difficile, per questo motivo ho pensato di creare una mia consulenza d’immagine ad hoc per quest’occasione che i fidanzati o i mariti potrebbero regalare alle loro donzelle.

VUOI STUPIRE IL TUO FIDANZATO/MARITO IL GIORNO DI SAN VALENTINO?

Hai pensato ad una cena romantica per la serata di San Valentino ma tu non sai cosa metterti per l’occasione.

Vuoi stupirlo con effetti speciali?

Stupiscilo con un cambio look!

IN COSA CONSISTE LA CONSULENZA D’IMMAGINE PERSONALIZZATA?

La consulenza d’immagine personalizzata è uno strumento che ci servirà a capire molte cose. Gli errori del nostro look e del nostro make-up, persino dei nostri capelli.

Prenotando una consulenza con me passeremo un paio d’ore insieme, andremo nei negozi e proveremo dei capi che ti donano in base alla forma del tuo corpo, ti spiegherò cosa è meglio per te e cosa non dovresti indossare. Faremo anche delle foto dei tuoi outfit per promemoria. Ti farò vedere cosa ti valorizza e punteremo sui tuoi punti di forza.

Nessuna forzatura cioè verrà mantenuto il tuo stile e soprattutto non sarai obbligata ad acquistare nulla, non è lo scopo infatti della consulenza acquistare ma renderti più sicura di te stessa, mostrandoti come valorizzarti al meglio. Ti spiegherò anche quali colori ti stanno meglio in base al tuo colore di capelli ed alla tua carnagione.

Dopo qualche giorno ti manderò per email un file pdf riassuntivo, così se avrai dei dubbi in futuro potrai consultarlo.

CONSULENZA ONLINE 

Se non abiti vicino a me nessun problema, faremo una consulenza online.

In cosa consiste?

Ci sentiamo via mail o via Skype, ti farò delle domande per capire chi sei e cosa fai, quali sono le tue esigenze ed i tuoi gusti.

Mi serviranno delle tue foto a figura intera ed entro una settimana riceverai per email un file pdf dove ti parlerò della tua forma del corpo, ti mostrerò ciò che ti sta meglio e cosa no con delle foto di esempi.

Per qualsiasi dubbio, domanda o richiesta non esitare a contattarmi.

info@glitterchampagne.com

Il cappotto Teddy, cos’è e come lo abbino? Te lo spiego qui

Lo abbiamo visto spopolare durante la scorsa stagione invernale e anche per il 2019 il teddy coat è un vero must-have. Parliamo del cappotto più morbido che ci sia, che al tatto ricorda gli orsacchiotti di peluche.

Come Abbinare il cappotto teddy 

Caldissimo e super morbido, questo cappotto lo troviamo in versione corta, media quindi sopra al ginocchio ed in versione cappotto lungo fin quasi alla caviglia.

Come fare per sapere quale ci dona di più ?

Le ragazzine giovanissime e molto magre potranno scegliere i teddy coat corti a giubbino, lo sconsiglio alle signore e soprattutto se sono un po’ curvy. Questo modello dona soprattutto alle adolescenti.

In linea di massima questo cappotto essendo abbastanza voluminoso tende ad allargare la figura, quindi se abbiamo superato i quindici anni da qualche lustro e abbiamo qualche rotondità in più scegliamolo di lunghezza media (sopra al ginocchio) o lungo fin quasi alla caviglia. 

Ricordiamoci però che se non si è altissime la versione lunga tende ad accorciare la figura, sempre meglio scegliere la lunghezza media. 

Sconsiglio (sempre per chi non è più giovanissima) di optare per colori sobri e non troppo sgargianti e di preferire la tinta unita.

Vantaggi del Teddy Coat

I vantaggi di questo cappotto sono molti: è caldissimo, completamente eco visto che sono fatti quasi esclusivamente con materiali sintetici, non si stropicciano (io l’ho messo in valigia “pigiato” senza problemi) e sono una valida alternativa ai classici piumini.

Consigli per gli acquisti 

Ultimo consiglio che vi lascio oggi è quello di cercare nei negozi o negli shop online questi cappotti ora che ci sono i saldi, perché vi assicuro che saranno ancora di moda anche nella prossima stagione fredda! 

Che ne pensate dei Teddy coat?

Vi saluto augurandovi un buon lunedì e vi aspetto qui e sui miei social

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI

La stampa dice di me

La stampa dice di me

Devo dire che il 2018 ha visto la mia prima volta di tutto!

Si, la prima volta che ho scritto un libro, la prima volta che è uscito al grande pubblico e la prima volta che sono uscita sul giornale.

Due quotidiani locali della città dove vivo io, Mantova, hanno scritto di me e del mio libro. Devo dire che è stata una bella emozione vedere il mio nome e la mia foto sulla carta stampata.

Trattasi di trafiletti, sia chiaro, non certo nel paginone centrale! Ma in ogni caso devo ringraziare i giornalisti che si sono occupati del mio articolo.

Invece questo 2019 è iniziato più che bene, perché giorni fa è uscito un articolo sul quotidiano “Giornale di Sicilia” dove ho rilasciato una dichiarazione in una rubrica di moda. Il mio intervento era a proposito delle gonne plissé, di come abbinarle, sia per il giorno che per la sera.

E poi nel 2018 c’è stata la mia intervista radiofonica su Radio Canale Italia, dove io e la mia collega blogger/consulente d’immagine Nicoletta di La vie est belle, abbiamo parlato del nostro lavoro e puoi vedere il video interamente QUI. Parlare al microfono è stato bello ma anche perché lo speacker era davvero molto bravo a metterci a nostro agio.

Ora mi manca la tv! Chissà se il 2019 mi porterà anche davanti ad una telecamera?

Scherzi a parte, vi saluto e come sempre vi aspetto qua sul mio blog, sui miei canali social e nelle stories di Instagram per gli ultimissimi aggiornamenti.

Buon giovedì a tutti voi!

Giallo anche in inverno? Oggi vi spiego come abbinarlo

Colore caldo anche per l’inverno?
Assolutamente si!
Chi l’ha detto che i colori caldi sono appannaggio dell’estate?
Sfatiamo questo mito.

Giallo anche in inverno?

L’inverno è ancora lungo, il freddo è arrivato, giornate grigie e corte. Se poi noi ci vestiamo solo in total black o nei toni del grigio, beh la depressione è dietro l’angolo!

Mai provato a cambiare qualcosa? 

E pensare che basta così poco per farci tornare il buon umore, se il sole non c’è proviamo a tirarlo fuori da dentro!

Non è la solita psicologia spiccia da quattro soldi, io l’ho provato su me stessa, mai avrei pensato fino a pochi anni fa di uscire di casa con un cappottino giallo!

Il giallo è un colore vitaminico

Non un solo capo giallo, bensì due capi di questo colore hanno preso posto nel mio armadio, da non credere! Una eco pelliccia ed un cappotto.

Si perché questo colore fa tornare il buon umore ma soprattutto da un tocco di luce.

Il giallo sarà tra i nuovi colori 2019

Esattamente, perché Pantone ha decretato i nuovi colori del 2019 e tra questi ci sarà proprio il giallo, forte, deciso ma che esprime vivacità ed allegria. Ve ne avevo parlato anche QUI.

Nelle nuove collezioni primavera-estate gli stilisti hanno proposto questo colore tra i loro capi, lo vedrete in molte vetrine, sia per quanto riguarda l’abbigliamento che gli accessori come borse, sciarpe e bijoux.

Come abbinare il giallo?

È un colore un po’ particolare quindi andrebbe abbinato al nero, al grigio o al blu.Se invece non avete paura di osare potete creare dei contrasti forti con altri colori caldi come l’arancio, il rosso, il fucsia o il viola.

Ma sapete che io prediligo sempre la sobrietà quindi il mio consiglio è di non accedere.

Che dite, proverete anche voi un capo giallo?

Se vuoi rivedere il mio ultimo articolo clicca QUI

Buon inizio di settimana!

Cappottino giallo: Tricky Firenze 

Eco pelliccia: Almagores

Foto credits Pinterest 

Quali sono i colori del 2019? Ce lo svela Pantone

Pantone ci svela i 72 colori del 2019 divisi in 8 palette.

Il sistema di colori più utilizzato al mondo è il Pantone Matching System, ideato nel 1963 da Lawrence Herbert. Questo sistema fa sì che la comunicazione visiva e la riproduzione colore siano sempre corrette: grazie a questo sistema, ad esempio, non ci sono problemi di visualizzazione fra lo stesso colore visto da monitor e su stampa.

Dal 2000, PANTONE influenza i trend colore nel mondo della moda e grafica. Per questo, tutti i designer, grafici e stilisti fanno riferimento al Pantone Matching System, diventato ormai il dizionario cromatico che identifica i colori.

Oggi voglio parlarvi dei colori principali (per ovvi motivi per potrei elencarvi tutti i 72 colori!) che troveremo nelle nuove collezioni primavera-estate 2019, ma non solo per quanto riguarda gli abiti, infatti ritroveremo queste nuances anche per il make-up e persino per l’arredamento.

  • Troveremo il rosa corallo in una tonalità decisamente tenue e romantica, un colore molto delicato che si presta bene per abiti, accessori ed anche per il make-up. Adattissimo alla stagione primaverile.

  • Il rosso “morbido”, quasi un rosso ciliegia, forte e deciso, molto elegante anche per abiti da sera.

  • Il giallo, forte, deciso ma che esprime vivacità ed allegria.

Molto indicato per la stagione calda e con magari un filo di abbronzatura.

  • Il verde acido, frizzante e sbarazzino, adatto per l’abbigliamento estivo e le nostre serate sulla spiaggia, ma anche per dipingere le vostre pareti di casa.

  • L’arancio. Vitale. Solare. Vitamico. Indicato anche per i nostri arredi come poltrone e divani o tendaggi.

  • Il blu, maestoso, regale, importante e profondo. Assolutamente adatto per le serate di gala, abiti da sera, giacche, jumpsuit, scarpe, borse ed accessori.

Che ne pensi di questi nuovissimi colori ?

Se vuoi altri spunti QUI ce ne saranno altri.

Se invece vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI.

BUON GIOVEDÌ!

Come abbinare le francesine?

Le francesine sono tra le scarpe più comode da indossare ma allo stesso tempo raffinate e di classe, molto versatili sia con un look casual che con un outfit più formale.

Le stringate maschili, ora divenute anche scarpe femminili, si possono abbinare a diversi look.

Differenza fra scarpe inglesine e francesine

C’è poi una sottile differenza tra le francesine e le scarpe inglesine. Entrambe sono basse e stringate, ma le prime hanno una tomaia solitamente più semplice e quindi meno decorata, inoltre le inglesine hanno la suola sporgente e spesso ribattuta con un filo in contrasto.

Come abbinare le francesine ?

Non avendo tacco, possono rappresentare un ostacolo per chi non è molto slanciata o non è abituata alle scarpe flat. Questo problema si può ovviare con un paio di jeans, l’importante è che siano skinny e che quindi slancino un po’ la figura.

Sono dunque l’ideale con un look casual, soprattutto per chi ama giocare con i contrasti. In questo caso scegli dei modelli in cuoio o scamosciati, anche in nuance vivaci.

Si adattano facilmente anche alle combinazioni più formali, come ad esempio un tailleur pantalone. Sono un’alternativa sempre elegante alle décolleté e se le scegli in vernice puoi portarle tranquillamente anche per una serata elegante.

Se scegli di portarle con una gonna, punta a una pencil skirt o comunque a un modello aderente e magari leggermente sopra al ginocchio.

Se sei sempre stata scettica nell’indossare questo particolare modello di scarpe con gli abiti, sappi che è tutta una questione di proporzioni. Con un tubino, infatti, le francesine basse sono perfette, purché non sia troppo lungo. Così come con gli abiti dalla gonna a ruota in stile retrò.

Io ho scelto di indossarle con un pantalone classico e con un calzino corto per sdrammatizzare il tutto.

So che ci sono donne che inorridiscono al solo pensiero di indossare delle scarpe dal taglio maschile, vi assicuro che sono invece molto di tendenza ma soprattutto davvero comodissime anche per camminare, per andare in ufficio o per stare in piedi tutto il giorno.

Se vuoi rivedere il mio ultimo articolo clicca QUI.

Buon inizio di settimana ma soprattutto buon anno a tutti voi!

Indossavo:

Eco pelliccia: Mango

Pantaloni: Sisley 

Scarpe: Scarpe&Scarpe

Cappello: Zara

Borsa: Gucci

Calze: Tezenis

Come realizzare una torta ad effetto wow? Con il nostro show cooking!

E così anche quest’anno siamo arrivati alla Vigilia di Natale.

Per me è stato un anno ricco di impegni, davvero molto impegnativo ma con tantissime soddisfazioni a partire dal mio libro, un sogno che si realizza, agli eventi e workshop organizzati con la collaborazione di altre blogger, alla mia intervista radiofonica che puoi vedere QUI.

L’ultimo evento di quest’anno è stato una decina di giorni fa, uno show cooking in collaborazione con Elisabetta food blogger di BRICIOLE DI MUFFIN.

Abbiamo creato una vera e propria lezione di cucina dove Elisabetta ci ha fatto vedere una ricetta passo passo di un dolce natalizio con decorazione ad effetto wow! Spesso le persone sono un po’ stanche del solito panettone farcito da proporre per le feste e quindi abbiamo deciso di realizzare  qualcosa di diverso, semplice da riprodurre, alla portata di tutti ma nello stesso tempo non banale! E così è nata l’idea di questo dolce e di creare uno show cooking per mostrare come potesse essere davvero facile fare un dolce bello e buono.

Elisabetta ci ha quindi mostrato come realizzare una sponge cake da farcire con una crema di mascarpone e panna con decorazione a tema natalizio brinata cioè ad effetto ghiaccio. Ovviamente il tema era proprio fare una torta buona ma anche “fashion” cioè che fosse esteticamente curata e bella. Una vera meraviglia per gli occhi e per il palato, si perché alla fine della lezione abbiamo assaggiato il dolce e brindato tutte insieme ed effettivamente era super buono.

Devo dire che è stato molto interessante, ringrazio tutte le partecipanti ma sarà un arrivederci a presto perché abbiamo in programma altri eventi dolcissimi e molto fashion dal 2019!

Questo è l’ultimo articolo per quest’anno, devo ringraziarvi di cuore per l’affetto che mi dimostrate seguendo sempre il mio blog, vi auguro un sereno Natale e che possa essere uno splendido 2019!

Arrivederci a gennaio!

Viaggiare negli states: quali sono i documenti necessari?

Se hai letto il mio libro, uscito circa un mese fa su Amazon (se non l’hai ancora letto, devi farlo!!!) saprai che c’è un capitolo che si chiama New York New York. Se ti stai chiedendo se sono stata in quella città la mia risposta è no, o meglio non ancora, perché sto meditando già da parecchio tempo di andarci!

Se anche tu stai pensando come me di andare a fare un viaggio negli Stati Uniti a breve, saprai anche che ci vogliono documenti particolari, diversi da quelli necessari per un viaggio in Europa. Se invece ancora non ti sei informato, oggi ti spiego cosa serve.

Viaggiare negli states, quali documenti devo avere?

Da qualche anno a questa parte sto cercando di informarmi, sto leggendo tutto il possibile riguardo la documentazione necessaria, ed ho scoperto che è fondamentale essere in possesso del passaporto elettronico e dell’ESTA, che non è altro che un documento che ti autorizza ad entrare negli USA, mi raccomando è molto importante perché senza questo documento non potrai entrare negli States.

Poi ti consiglio un’altra cosa, non è obbligatoria, ma io la farò sicuramente: un’assicurazione di viaggio! Ne ho trovata una che si chiama AIG, specializzata in viaggi ed adatta ad un’assicurazione sanitaria Usa.
Perché è importante fare un’assicurazione?
Prima di partire sarebbe utile stipulare questa assicurazione perché le spese mediche negli Stati Uniti sono molto care. So cosa stai pensando: “Ma perché diavolo dovrebbe succedermi qualcosa?” Verissimo, hai ragione, ma perché rischiare? Basta solo una banale caduta, una caviglia slogata per rovinarti la vacanza ma soprattutto che potrebbe costarti cara, anche 2000 dollari o più ! Io ho deciso che non voglio rischiare e godermi a pieno la vacanza.

New York New York
Nel mio libro “Nebbia alla vaniglia” ho parlato di città diverse ma mentre a Bologna, Roma, Parigi ero già stata, a New York ancora no. Per le descrizioni mi ha aiutata un’amica che era già stata negli States.

Ho deciso di non voler più aspettare ancora molto, chissà forse nel 2019 riuscirò a fare il mio tanto desiderato viaggio negli Usa. Ovviamente sono attratta anche da moltissime altre città, come Washington, New Orleans, Los Angeles, San Francisco, Miami, Atlanta, Phoenix, ok mi sa che non mi basteranno i 90 giorni previsti dal visto di soggiorno! In ogni caso New York resta al primo posto nella lista.
E voi, ci siete state o avete questo desiderio come me, vorreste visitare altre città degli Stati Uniti?

Vi auguro una buona giornata e vi aspetto sempre qua sul mio blog.

Il mio white Christmas: come abbinare il bianco ad un look natalizio?

Natale vuol dire rosso?
Oppure oro ed argento?
O Lurex?

E se invece sdoganassimo i classici colori delle feste?

E se pensassimo al colore bianco per un look natalizio? Quest’anno ho pensato ad un colore neutro, ero un po’ stanca del solito rosso da abbinare alle festività natalizie, l’oro e l’argento non mi fanno impazzire ed il lurex nemmeno.

Allora perché non optare per il bianco?

Si è soliti pensare agli abiti bianchi come più adatti all’estate, ora non è più così e per alcune occasioni come ad esempio il Natale, il colore bianco è adattissimo.Se poi come me siete in fissa con il bianco allora è fatta!

Trovate un abitino bianco, a tubino o più morbido e svasato, mettete sopra una giacca o un blazer più lungo e il Look è pronto.Naturalmente se proprio non ce la fate a pensare di indossare il bianco in inverno, restano validi i tradizionali colori, QUI vi do qualche spunto per outfit per pranzi e cene di Natale.

TESSUTI

I tessuti più in voga quest’anno sono il velluto e la ciniglia, morbidi e caldi, ma resta sempre un must il pizzo specialmente per la sera. Anche i maglioni a tema natalizio sono particolarmente di moda, morbidi, caldi e spiritosi con raffigurati pupazzi di neve o Babbo Natale, sono adatti a chi vuole stare comodo ed avere un look più casual. Vietato indossare il total black o tutto grigio scuro e se proprio non potete farne a meno cercate almeno di avere degli accessori oro o rossi, come una borsa, degli orecchini o una collana. Gli accessori in questo caso possono davvero fare molto!

È veramente  arrivato il momento di pensare al Natale, ora manca davvero poco!

Se vuoi qualche spunto guarda QUI

Se invece vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI

Buon lunedì 

Translate »