Glitter & Champagne

Tag - isolegreche

Organizzare un mini tour delle Cicladi: i miei consigli

Organizzare un mini tour delle Cicladi: i miei consigli

 

Le isole Cicladi sono note in tutto il mondo per la loro bellezza, e non è un caso se ogni anno tantissime persone decidono di mollare tutto e rilassarsi su queste spiagge greche da sogno. Vediamo quindi come organizzare un viaggio nelle Cicladi e quali isole visitare.

 

Quando partire?

 

Al contrario di quanto siamo portati a pensare, le Cicladi rappresentano un’ottima meta non solo per i mesi estivi: il periodo più indicato per visitare queste splendide isole del Mar Egeo va infatti da aprile a ottobre, dato che le temperature anche in questi mesi leggermente più freddi permettono comunque di trascorrere una vacanza più che piacevole.

 

Prenotare il prima possibile

Naturalmente il primo consiglio che vi do è prenotare con largo anticipo, per accaparrarvi i voli più economici per Mykonos o Santorini (sconsigliato l’arrivo ad Atene, per via della grande distanza) e stare tranquilli anche per quanto riguarda i vari spostamenti via traghetto, necessari per raggiungere queste isole. Se volete muovervi in maniera più indipendente una volta arrivati sul posto, poi, riservate una parte di budget per il noleggio di uno scooter. In questa delicata fase organizzativa dovreste fare molta attenzione all’affidabilità dei siti sui quali effettuate le prenotazioni: considerato che pagherete tutto per via telematica, infatti, sarebbe meglio informarsi e soprattutto capire come usare la carta di credito online in sicurezza, come spiega questa pagina di Facile.it.

 

Le Cicladi in tre tappe: Milos, Naxos e Koufounissi

 

Milos è una delle isole meno conosciute della Grecia, nonostante offra spiagge e viste panoramiche mozzafiato. Qui troverete infatti un mare spettacolare, che non potrà che conquistarvi, e dei piccoli borghi di cui è impossibile non innamorarsi (soprattutto Mandrakia e Fyropotamos). Non fatevi scappare l’occasione di visitare la scogliera di Sarakiniko, dall’atmosfera magica, e le spiagge di Paleochori, Sarakiniko (un po’ più affollata) e Firiplaka. Infine, se per qualche ora volete fare a meno del mare, ritagliate un po’ di tempo per una visita all’anfiteatro romano, alle catacombe e al museo archeologico dell’isola, dove potrete ammirare una copia della celebre Venere di Milo  (che si trova invece al Louvre).

 

Anche Naxos merita decisamente una visita: guardando il mare cristallino caratteristico di quest’isola vi sembrerà di stare ai Caraibi. Le spiagge più vicine agli alloggi sono in genere agios Prokopios, agia Anna e Plaka beach. Se avete voglia di godervi anche i panorami naturali, potrete farlo senza alcuna difficoltà passeggiando tra i mulini e le chiesette che sembrano dei dipinti in mezzo al paesaggio. Infine, fatevi sorprendere dai cosiddetti “kouroi”, delle antichissime statue sparse per l’isola.

 

L’ultima isola di cui voglio parlarvi è Koufounissi, che si trova a sud-est di Naxos ed è una vera perla. Non perdetevi la spiaggia di Pori, da dove potrete ammirare l’isolotto di Keros, e visitate le calette di Fanos e Platià Punta, insieme al meraviglioso promontorio roccioso di Xilobatis, dal quale godervi il panorama.

 

Translate »