Glitter & Champagne

Tag - lettureestive

La ragazza più fortunata del mondo

“Avevo un corpo alla Marilyn Monroe fin dalla quinta elementare e i genitori non fecero fatica a credere che fossi io la mente della rete di narcotraffico del nostro gruppo di scolarette cattoliche. Avevo l’aspetto di una che porta guai.”

La sua vita perfetta è una perfetta bugia. Quando era una ragazzina e frequentava la prestigiosa Bradley School, Ani FaNelli ha subìto davanti a tutta la scuola un’umiliazione scioccante che l’ha sconvolta al punto da spingerla a reinventare se stessa. Oggi, con un lavoro appagante, un guardaroba raffinato e un futuro marito di ottima famiglia, è a un passo dalla vita perfetta che si è impegnata tanto duramente a raggiungere. Ma Ani ha un segreto. Nel suo passato c’è qualcosa di nascosto che continua a perseguitarla, un’esperienza intima e dolorosa che rischia di tornare a galla e rovinare tutto. Con una voce originale e attraverso colpi di scena del tutto inaspettati, La ragazza più fortunata del mondo mette in luce la spirale tumultuosa che si nasconde dietro l’immagine di una donna realizzata. Al centro di tutto una protagonista dal profilo tagliente, con un’ambizione sfrenata che cerca di seppellire una verità scandalosa, ma che ha un cuore molto più grande di quello che continua a mostrare.

Una domanda resta sospesa: rompere il silenzio distruggerà tutto ciò per cui Ani ha combattuto o, finalmente, potrà essere libera? Un esordio che ha conquistato l’America e ha scalato la classifica del “New York Times”, vendendo più di 100.000 copie nel primo mese. Un romanzo che trascina senza scampo e che lascia il lettore con il dubbio che la propria identità sia solo un sofisticato artificio della mente.

Questo libro si presentava, all’inizio del racconto, come niente di trascendentale, un po’ banale, scontato, nulla di nuovo: la solita storia di una ragazza newyorkese con un lavoro appagante e ben remunerato, che passava il suo tempo libero a fare shopping e comprare abiti griffati e ad andare nei migliori locali di Manhattan.
La storia diventa avvincente quando la stessa protagonista inizia a raccontare il suo passato da liceale, in una cittadina della provincia americana. Il primo romanzo di questa autrice scritto e sviluppato molto bene, con grande abilità ci ha mostrato quanti scheletri possano nascondersi dietro un’immagine patinata di perfetta donna in carriera. Uno stile curato, che sconvolge ma con decoro anche nei tratti più cruenti. Nessuna scena impropriamente enfatizzata solo per perturbare la lettura. L’autrice è molto brava nel farci vivere ogni esperienza di Ani con la giusta empatia ed atteggiamento. Ambizione e dolore, bugie e verità. Ogni elemento, a mio parere, è stato analizzato attentamente dall’autrice al fine di regalare una buona ed affascinante lettura.

 

Buon fine settimana 😀

 

Translate »