Glitter & Champagne

Tag - newmedia

Il fenomeno Instagram

Ad agosto, negli States, ha superato Twitter per numero di utenti unici quotidiani da smartphone; dopo il lancio dell’applicazione per dispositivi Android, in meno di 24 ore, ha oltrepassato la soglia del milione di download e lo scorso aprile è stato acquistato da Facebook alla stratosferica cifra di un miliardo di dollari.
Stiamo parlando di Instagram, l’applicazione originariamente pensata esclusivamente per iPhone, ma anche come social network di condivisione fotografica, che in pochi mesi ha visto passare il numero dei suoi utenti da 15 a 80 milioni, candidandosi così alla nomina di vero e proprio social boom del 2012.

 

La sua semplicità, la sua immediatezza d’uso e la sua perfetta integrazione con gli altri social network, rendono senza dubbio Instagram una delle applicazioni dedicate alla condivisione di immagini più amate in assoluto. In pochi click è. infatti. possibile scattare una foto con il proprio smartphone, scegliere uno dei filtri disponibili, in modo da applicare un effetto di fotoritocco, inserire un commento personale e infine condividere l’immagine con il resto della community di Instagram oppure con il mondo intero.

 

E da qualche mese Instagram ha integrato la sua App con le stories

 

Instagram Stories è la nuova funzione della popolare piattaforma di condivisione immagini che permette di pubblicare foto e video a tutti i propri follower per le successive 24 ore. Questa importante novità ha portato Instagram a rinnovare in modo evidente l’interfaccia grafica, introducendo una sezione dedicata per Instagram Stories.
Le Stories, quindi, sono visualizzabili per un periodo di tempo limitato, come accade anche su Snapchat. Al termine delle 24 ore, la storia di Instagram scomparirà definitivamente e non sarà più possibile visualizzarla. Così facendo, l’utente può condividere contenuti di varia natura, per creare una storia, da poter mostrare in modo semplice e rapido con tutti i follower.

 

Avete mai provato a usare Instagram Stories? Che ne pensate?

 

Translate »