Glitter & Champagne

Tag - Roma

Weekend a Roma? Ecco dove alloggiare e cosa vedere

Qualche mese fa ho visitato la città di Roma.

Per il mio soggiorno nella città eterna, ho scelto la catena di alberghi Best Western che offre numerosi hotel a Roma ed è una garanzia di affidabilità e comfort.

Oggi vi porto alla scoperta, con questo mini tour virtuale sul mio blog, delle cose che ho visto.

Partiamo?

Partiamo proprio da PIAZZA DI SPAGNA

Al centro della piazza c’è la famosa fontana della Barcaccia scolpita dal celebre scultore Bernini.

E poi c’è la famosa scalinata di Trinità dei Monti.

Poco distante da lì c’è la meravigliosa FONTANA DI TREVI

È una fra le più grandi, più note e celebri fontane del mondo.

Non potete non visitare il COLOSSEO

È il più grande anfiteatro del mondo, nonché il monumento più imponente dell’antica Roma.

A pochi minuti dal Colosseo troviamo IL VITTORIANO anche detto ALTARE DELLA PATRIA.

Si trova in piazza Venezia ed ha un grande valore simbolico e rappresentativo.

La basilica di SAN PIETRO IN VATICANO è una basilica cattolica della Città del Vaticano; simbolo dello Stato del Vaticano, cui fa da coronamento la monumentale piazza San Pietro.

È la più grande delle quattro basiliche papali di Roma, spesso descritta come la più grande chiesa del mondo e centro del cattolicesimo. 

I MUSEI VATICANI sono una delle raccolte d’arte più grandi del mondo, dal momento che espongono l’enorme collezione di opere d’arte accumulata nei secoli dai Papi: la Cappella Sistina e gli appartamenti papali affrescati da Michelangelo e Raffaello sono parte delle opere che i visitatori possono ammirare nel loro percorso.

Ogni anno, più di 18 milioni di persone ammirano i capolavori esposti nei 7 km di sale e corridoi dei Musei ed è il quarto museo più visitato al mondo.

TRASTEVERE è senza dubbio uno dei quartieri più caratteristici di tutta Roma, dove tra stretti vicoli colorati, trattorie romane, mercatini, negozietti e botteghe di artigiani, è ancora possibile perdersi per ritrovare l’essenza della Roma più autentica e genuina.

Da Santa Maria in Trastevere fino a Piazza Trilussa, passando per Vicolo del Cinque, Via della Scala, Vicolo del Moro o Vicolo del Bologna, si respira ancora il profumo di prodotti tipici della Roma di un tempo e al calar della sera i giovani si riuniscono per fare due chiacchiere o bere una birra in compagnia in uno dei tanti pub e locali notturni.

Ovviamente a Roma ci sarebbero ancora tantissime altre cose da vedere, ma questo è quello che ho visto io nel mio meraviglioso weekend romano.

Voi ci siete mai stati? Qual è la vostra zona preferita?

 

Fashion Connection Lounge

Lo scorso 4 Marzo si è svolta a Roma la terza, attesissima edizione del Fashion Connection Lounge di StyleBook, manifestazione dedicata alla valorizzazione dei giovani talenti del fashion design.
L’evento, tenutosi nella famosa location dell’Os. Club di Roma, zona Colle Oppio, è stata caratterizzata da una presenza interamente femminile, grazie alle otto stiliste che a “suon di stoffe, sfumature e tacchi” hanno sfoggiato le loro creazioni davanti ad una platea gremita ed entusiasta. Numerose le blogger intervenute che, al termine di ogni mini-show in passerella, hanno potuto soddisfare le loro curiosità intervistando personalmente le designer.

Le otto creatrici di moda, seguite artisticamente da Federica Bernardini ideatrice di una sfilata di moda inusuale, originale, costruttiva, basata sul confronto tra stiliste ed appassionate di moda, si sono ispirate al concetto del Tao (letteralmente la “Via” o il “Sentiero”), uno dei punti cardine della storia del pensiero cinese. Si tratta di un termine di difficile traduzione, inizialmente volutamente concepito come una potenza inesauribile che sfugge a qualunque tentativo di definizione. Si può quindi tentare di definire il Tao come l’eterna, essenziale e fondamentale forza che scorre in perenne movimento attraverso tutta la materia dell’Universo. E proprio questo sembravano esprimere le collezioni che si sono susseguite (le designer erano Myriam Lo Prete, Valentina Pagliacci, Pinda Kida, Harriet Lind, Emanuela Zanchetta (Ela), Maria Cristina Vespaziani, Lucrezia Rinaldi e Marcella Milano): un andirivieni di idee, progetti, sogni, speranze ed aspettative, culminate con la curiosità garbata ed insaziabile delle giovani blogger presenti.

A rendere ancora più emozionante, se possibile, è stata la partecipazione come presentatrice, della ballerina Elena Travaini, affetta da una grave disabilità visiva e diventata nota al grande pubblico per la sua partecipazione come ospite a Ballando con le Stelle 2016. La sua presenza ha portato in scena una ventata ancora più forte di positività, grinta, tenacia, coraggio… tutte doti fondamentali per persone che vogliono emergere, cullare i propri sogni e costruirsi sulle proprie abilità.
Fashion Connection Lounge è un format ideato da StyleBook, social network della moda e associazione culturale attiva nel favorire l’incontro e la collaborazione tra artisti ed operatori appartenenti a campi creativi diversi, con particolare attenzione alla moda, al design e alla fotografia.
Sulla passerella si sono ammirati i Bijoux di Harriet Lind, interamente realizzati con materiali di riuso grazie ad una grande capacità manuale di riadattare e trasformare la materia; i mix tagli classici con forme e colori di ispirazione orientali di Valentina Pagliacci, designer dotata di una grande armonia visiva, stilistica e culturale. E’ stata quindi la volta di Pinda Kida, con i suoi tessuti pregiatoi e le sue stampe vivaci, nonostante il nero ed il bianco abbiano comunque “spadroneggiato”. Myriam Lo Prete, affascinata dalle culture e dai popoli stranieri, ha presentato la collezione Reborn, ispirata al folk coreano e ad uno shooting del noto fotografo Paolo Roversi. I contrasti dei tessuti esaltano ed avvolgono il corpo con sovrapposizioni leggere e geometriche. Con Emanuela Zanchetta (detta Ela) viene sdoganato il tessuto felpato anche per la sera! Assolutamente al passo con le nuove tendenze, la stilista mostra la sua passione per la moda nel tocco di rosso che ha contraddistinto tutto il suo defilè.

Appassionata di moda fin da bambina, Maria Cristina Vespaziani ha presentato una capsule collection dedicata ad una donna libera e indipendente, che lascia il suo segno attraverso i suoi abiti, realizzati con materiali preziosi e con forme originali e completati dall’utilizzo di bigiotteria in pietre dure. Lucrezia Rinaldi ama unire tradizione e innovazione, presentando una collezione Eye X Ray, ispirata alla capacità dei raggi X di vedere oltre rispetto agli occhi. A Marcella Milano piace stupire! Ha presentato la nuova collezione Peace, per la quale si è avvalsa di pregiate fashion bags ispirate all’antica filosofia cinese dello Ying e Yang, per donne pratiche, eleganti o retrò, sempre uniche e speciali. Una collezione esclusiva in cui i colori, le linee e l’eleganza si fondono in un equilibrio perfetto.
Insomma una serata dai molti profumi ed assolutamente da vivere!

Un ringraziamento a tutto lo staff per l’invito a partecipare a questo evento!

 

Translate »