Glitter & Champagne

Tag - vacanzeinmontagna

Il piccolo Tibet italiano: Livigno

Pur non amando alla follia la neve, ogni anno in inverno, mi concedo qualche giorno di vacanza in alta quota!
Quest’anno è toccato a Livigno

Livigno è una località dell’alta Valtellina posta a circa 1800 m di quota, ai piedi delle Alpi. Il paese si snoda lungo la strada che percorre per oltre 15 km l’intera valle attraversata dal torrente Spöl che convoglia le proprie acque verso l’Inn e da questo al Danubio per finire nel Mar Nero. Livigno è quindi uno dei comuni italiani non appartenenti a bacini idrografici italiani.
Lo Spöl scorre per metà del suo tratto iniziale nella Val di Livigno e per l’altra metà scorre nell’Engadina, in Svizzera.

È raggiungibile dal resto del territorio nazionale unicamente dalla Valtellina attraverso il Passo del Foscagno, (mantenuto di norma aperto tutto l’anno), percorrendo la Strada statale 301 del Foscagno, oppure dalla Svizzera tramite la Forcola di Livigno (transitabile solo in estate), passando per la Valle di Poschiavo, altrimenti attraverso la galleria stradale, dall’Engadina. Il tunnel di circa 3,5 km di lunghezza è a corsia unica (senso unico alternato) e a pedaggio. La galleria collega la parte bassa e alta dello Spöl evitando il tratto impraticabile del torrente.

Questa località è infatti conosciuta anche come il piccolo Tibet, in ragione delle caratteristiche geomorfologiche del luogo, che sono in parte simili a quelle himalayane: Livigno è infatti un altopiano circondato da montagne nel cuore delle Alpi Retiche.
Il clima di Livigno è tipicamente alpino, con inverni relativamente lunghi e sicuramente rigidi ed estati brevi e fresche.

 

MUS: il museo di Livigno
Il Museo, aperto dal 22 dicembre 2015, espone materiale etnografico che racconta le radici contadine di Livigno e Trepalle e le dinamiche che hanno portato al presente. L’edificio risale alla fine del ‘700 e presenta alcuni elementi tipici delle case tradizionali di Livigno, come la sc’tua, la cucina con il cendré (focolare) e il locale per la lavorazione del latte, ma anche caratteristiche particolari, come la notevole ampiezza (si distribuisce su ben quattro piani) e l’uso massiccio della pietra rispetto al tradizionale legno.
Il comune di Livigno gode dello status di zona extradoganale ed è pertanto esente da alcune imposte, come ad esempio l’IVA.
I prezzi delle merci vendute a Livigno sono esenti IVA. Chi visita Livigno trova conveniente l’acquisto di tabacchi, zucchero e alcolici, nonché merci di maggior pregio di cui occorre verificare la convenienza (profumi, orologi ecc.), le merci acquistate devono rimanere entro i limiti stabiliti dalle tabelle doganali. È molto conveniente anche il rifornimento di carburante.

 

L’originario principale motivo della nascita della zona franca era correlata all’isolamento che ha lungamente caratterizzato questa località; si pensi che sino all’inverno del 1952/53 (anno di avvio dell’apertura invernale del Passo del Foscagno) la comunità di Livigno rimaneva completamente priva di qualsiasi via di comunicazione con il resto del mondo per l’intero inverno, dalle prime nevicate autunnali fino alla fusione delle nevi nella primavera.
Ho trovato magnifica questa località che ci ha regalato paesaggi montani mozzafiato, splendide piste da sci, ottimo cibo e anche una notevole quantità di neve ( chi mi ha seguita sulle stories di Instagram avrà visto le nevicate di quei giorni!)

Se volete rivedere le mie mete invernali dello scorso anno potete rivederle QUI e QUI

Spero, come sempre, di esservi stata d’aiuto con i miei consigli di viaggio, vi auguro un buon inizio di settimana!

Sei cose da vedere a Cortina d’Ampezzo

Ultima puntata delle mie vacanze montane sulle Dolomiti.

Chi mi ha seguito sul mio profilo Instagram, alcune di queste foto le avrà già viste e nelle stories di Instagram avrete seguito giorno per giorno le mie “avventure” tra lunghe passeggiate, grandi abbuffate e bufere di neve !

Non sono una grande appassionata della montagna ( non me ne vogliano coloro i quali invece amano questi luoghi ) io sono più “da mare”, da spiagge tropicali, caldo, sole ed acque cristalline!

Ciò non toglie che Cortina d’Ampezzo sia sempre splendida e ci ritorno sempre volentieri!
Infatti QUI e QUI potete vedere le mie vacanze in montagna degli scorsi anni.

Quest’anno, da queste parti, la neve scarseggiava e si è fatta desiderare parecchio e in queste foto infatti il cielo era terso e il sole splendeva, peccato che però eravamo dieci gradi sotto lo zero!

Ma vediamo cosa si può fare a Cortina, cosa c’è da vedere, per chi come me non ama troppo lo sci!

Le tre cime di Lavaredo
Le tre cime di Lavaredo sono una “cartolina” delle Dolomiti, nel senso che sono il gruppo montuoso forse più rappresentativo dell’intera catena montuosa. Il loro profilo, con le tre cime che si fronteggiano sono uno spettacolo unico.

3A858F2B-7480-49A1-9A27-60BE681CDD22-759-0000012BFDE2FDCA_tmp

Il lago di Misurina
Lago naturale più grande del Cadore che si trova a 1754 metri sul livello del mare, nella frazione di Auronzo. La bellezza di Misurina è incredibile in tutte le stagioni, dove ci sono svariati e caldi colori che regalano tramonti spettacolari.

8D463A59-E74C-42C7-AD83-8CCD14C476D1-759-0000012C28E5A43A_tmp
Messner museum
Il Museo Messner della Montagna (in lingua inglese Messner Moutain Museum) è un progetto di museo diffuso ideato dallo scalatore e alpinista alto-atesino Reinhold Messner che si sviluppa in cinque località dolomitiche.

846A90D0-95B3-423B-8101-F6E371334634-759-0000012C96B58233_tmp

 

Le Tofane
Tra Cortina d’Ampezzo e San Vito di Cadore si ergono, maestose, le montagne del massiccio delle Tofane, la cui meridionale è attraversata dal Passo Falzarego.

54534B2A-3E14-4184-BC1A-B6AB1B5698FE-759-0000012C695C8EE9_tmp

Il centro di Cortina
Il Corso Italia di Cortina rappresenta sicuramente la meta più esclusiva per lo shopping in città oltre che la strada ideale per una passeggiata nel tardo pomeriggio, quando la strada si anima di turisti che, dopo aver sciato si riversano in piazzetta, per un aperitivo o per una cioccolata calda.

CD5895AC-9C65-475D-853C-E9896DFB9ED7-207-0000000137F142DA_tmp

Stadio del ghiaccio
Visitare il caratteristico stadio del ghiaccio, dove gioca la locale e importante squadra di hockey e dove si può (a pagamento) noleggiare i pattini e lanciarsi in pista. Lo stadio è particolarmente meritevole per le tribune interamente in legno, cosa che dà alla struttura una speciale atmosfera un po’ retrò.

CDEF0BFC-B3CE-4C43-A145-890FE1DE2543-759-0000012CBE239BB7_tmp

 

Con un po’ di nostalgia per i bei momenti passati in vacanza, vi auguro un buon lunedì !

Translate »