Glitter & Champagne

Pink mania: il colore rosa a chi sta bene?

Il rosa è un colore ottenuto miscelando il rosso e il bianco. Talvolta descritto come un colore della gamma del rosso, più tecnicamente si tratta di un rosso chiaro e destrutturato. Il nome del colore deriva dal fiore omonimo.

Mai come in questa stagione il rosa sta spopolando, in tutte le sue sfumature: dal cipria, al rosa antico, al pesca, al rosa shocking, al rosa confetto, al fucsia e ciclamino. Gli stilisti l’hanno proposto in tutte le sfilate e lo hanno abbinato al rosso per un mix forte ma particolarmente trendy, oppure sovrapponendolo con altri toni del rosa o abbinato al nero e al bianco.

PINK MANIA

Voglio essere sincera: il rosa non mi ha mai entusiasmato molto, in passato non l’avevo mai preso in considerazione anzi l’ho snobbato completamente fino a qualche tempo fa!

Poi ho iniziato a vedere i primi capi di questo colore nelle vetrine, sui giornali e alle sfilate ed ho cominciato a rivalutarlo! Sta iniziando a piacermi ( non con troppo entusiasmo se vogliamo dirla tutta!) sono convinta che questo colore con la mia carnagione non mi doni molto, soprattutto il rosa tenue e cipria che non è particolarmente adatto alle more, a cui donano colori più decisi come il ciclamino o il fucsia!

Guarda il mio video sul canale YouTube del blog, dove ti spiego tutto,  cliccando QUI!

Ma vediamo nel dettaglio a chi sta meglio il rosa:

Rosa antico

Rosa cipria

Rosa tenue

Stanno sicuramente meglio alle bionde

Rosa confetto

Rosa fucsia

Ciclamino

Molto meglio alle more o castane

L’ANALISI DEL COLORE

Ovviamente è molto generico dire che il rosa chiaro sta meglio alle bionde e i rosa più accesi alle brune, sapete (ve l’avevo spiegato bene QUI) che la cosa migliore da fare in questi casi è l’analisi del colore, detta anche ARMOCROMIA, dove in base al nostro sottotono riusciremo a capire la palette più adatta a noi in base alla teoria delle quattro stagioni.

Se volete saperne di più potete contattarmi alla mia mail info@glitterchampagne.com e potrete richiedere la vostra analisi del colore personalizzata, oppure nel manuale “50 sfumature di stile” troverete un capitolo dedicato.

E voi che ne pensate di questo colore? Vi piace o no ?

Spero abbiate trovato utile questo articolo ed i miei consigli.

Vi saluto augurandovi una buona giornata!

Buon lunedì

COSA MI METTO IN UFFICIO? IL DRESS CODE PER L’ESTATE

COSA MI METTO IN UFFICIO? IL DRESS CODE PER L’ESTATE

C’era un tempo in cui l’ufficio rappresentava un vero e proprio inferno, soprattutto per quanto riguardava l’abbigliamento, che doveva essere ultra-formale anche quando le temperature si facevano bollenti in estate. Oggi, sulla scia del “modello americano”, il dress code in ufficio non è più paragonabile a diversi anni fa: appare molto più “rilassato”, dunque privo di quelle regole costringenti che ci obbligavano a vestirci elegantissime anche solo per varcarne l’uscio. Premesso che comunque la formalità rimane una regola, oggi vedremo cosa indossare in ufficio d’estate, rimanendo eleganti ma senza per questo stressarci con una formalità nel look oramai eccessiva anche in Italia.

Look da ufficio: come sfuggire all’afa estiva?

I vestiti sono una soluzione immediata per porre rimedio all’afa estiva, pur mantenendo quell’alone di formalità necessario per vivere l’ufficio, ma senza sacrificare un tocco di stile e di libertà. Eppure, qui, c’è una prima regola che dovrete sempre seguire: prima di scegliere l’abito perfetto per gli uffici d’estate, dovrete depennare dalla vostra lista tutti gli abiti eccessivamente “libertini” per questo contesto, come ad esempio gli abiti in pizzo o in seta, che concedono troppo spazio alle trasparenze, e che in ufficio non sono propriamente ideali. A questo proposito, gli abiti chemisier sono perfetti per una calda giornata lavorativa, da vivere con freschezza ed eleganza, ma senza provocare “turbamenti”.

Colori e tessuti: cosa indossare a lavoro?

Freschezza, dicevamo. Ed i tessuti sono il modo migliore per raggiungere questo obiettivo, soprattutto quando si tratta di andare in ufficio pronte a tollerare il caldo: via libera, quindi, ai tessuti leggeri e naturali come ad esempio il cotone. Il top, in tal senso, è rappresentato da una bella camicia di lino bianca, che mantiene una caratteristica elegante, ma senza sacrificare la leggerezza e la comodità. E sono davvero molti gli e-commerce di abbigliamento che vi offrono la possibilità di acquistarle online, per consentirvi di creare il perfetto look estivo per l’ufficio, senza violare alcuna “norma”.

Quali sono le scarpe più adatte per l’ufficio in estate?

Quando il discorso relativo all’outfit si sposta sull’argomento scarpe, qui la questione diventa molto più semplice, dato che la regola è una e una soltanto: mai rinunciare ai sandali. Questa tipologia di calzature è infatti perfetta per far respirare il piede, e per aggiungere un vero tocco glam al vostro look, senza però violare il dress code da ufficio. E poi i sandali consentono di variare enormemente il vostro stile, visto che potrete scegliere fra un’infinità di modelli: dai sandali flat senza tacco, fino ad arrivare alle zeppe, passando ai modelli dotati di tacco, per le donne che non riescono a rinunciarvi neanche d’estate.

 

Voi che ne pensate?

Qual è il vostro dress code in ufficio?

Buon lunedì (se vuoi rivedere il mio ultimo articolo clicca QUI)

 

50 SFUMATURE DI STILE : IL MANUALE DI SOPRAVIVENZA ALLO SHOPPING COMPULSIVO

50 SFUMATURE DI STILE : IL MANUALE DI SOPRAVVIVENZA ALLO SHOPPING COMPULSIVO

Questa è la storia di un progetto nato dalla mente di due donne, due amiche, due colleghe, due blogger, due consulenti d’immagine.

Due donne che ad un certo punto hanno deciso di mettersi in gioco con un progetto ambizioso, grande, importante : scrivere un libro a quattro mani.

50 SFUMATURE DI STILE, COME E’ NATA L’IDEA?

Io e Nicoletta, l’altra co-autrice, (sul web la trovate come La vie est belle by nicoletta ) siamo amiche già da un pò, un’amicizia nata per caso, come tutte le cose migliori. Avevamo entrambe voglia di metterci in gioco, di creare un progetto che ci entusiasmasse. Subito, quasi all’unisono, ci venne in mente di scrivere un libro, una sorta di vademecum con dei consigli pratici sulla moda e su come riconoscere il proprio stile. Un pò quello che già facevamo da anni sui nostri blog e che condividevamo con le nostre lettrici. 

Nasce ufficialmente il progetto di “50 Sfumature di stile”

50 SFUMATURE DI DIFFICOLTA’ E PORTE CHIUSE IN FACCIA

Se qualcuno tempo fa mi avesse detto che avrei pubblicato due libri in sette mesi non ci avrei mai creduto ma invece è proprio quello che è successo! (Il mio primo libro “Nebbia alla Vaniglia” puoi trovarlo qua).

Ma vi assicuro che scrivere questo manuale non è stato affatto facile: 350 i km che mi separavano da Nicoletta (lei abita a Genova), ci siamo sentite tutti i giorni per mesi e mesi, telefonate, messaggi vocali lunghissimi, file multimediali, email, bozze, correzioni, porte sbattute in faccia, moltissimi “No, non è il genere di libri che pubblichiamo noi”, incontri spiacevoli con qualcuno che avrebbe voluto stravolgere la vera essenza di “50 Sfumature di stile” ed in tutto questo noi che non ci perdevamo d’animo!

Poi la scelta azzeccata di Manuela Meloni, l’artista che ha disegnato la copertina, la giornalista Valentina Cristiani che ha scritto la nostra prefazione e finalmente l’incontro con Federica, l’editor della casa editrice Edizioni la Carmelina di Ferrara, che ha creduto in noi (e credetemi che l’abbiamo fatta diventare letteralmente matta con i cambiamenti in corso d’opera in fase di impaginazione!!)

TUTTO E’ BENE QUEL CHE FINISCE BENE, OVVERO AD MAIORA SEMPER ( CE LO DICIAMO DA SOLE STAVOLTA!)

Devo confessarvi che quando ho visto le prime copie dei libri stampati, che la casa editrice ci ha fatto avere, mi sono emozionata, per uno scrittore vedere la tua creatura finalmente partorita dopo un anno, è davvero una grande soddisfazione.

La nostra creatura ora è pronta per regalare alle lettrici qualche ora spensierata tra un consiglio di stile ed un outfit giusto.

Grazie per il sostegno che mi state dando anche in questa avventura.

Vi ricordo che tra qualche giorno il libro sarà disponile nel sito online di LA FELTRINELLI e IBS, ma se invece volete la vostra copia con la dedica vi basterà contattarmi! 

Un buon lunedì fashion a tutte voi !

Saldi estivi: cosa comprare? I capi evergreen da avere assolutamente

I Saldi estivi sono già partiti ufficialmente in alcune regioni e da sabato 6 luglio lo shopping scontato sarà possibile anche nel resto d’Italia.

Secondo le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio, quest’anno per l’acquisto di capi scontati ogni famiglia spenderà in media poco meno di 230 euro – circa 100 euro pro capite – per un valore complessivo intorno ai 3,5 miliardi di euro.

I saldi sono le vendite a prezzi scontati nel settore commerciale dell’abbigliamento, che avvengono di solito in due periodi dell’anno: dopo le feste natalizie e ai primi di luglio. La parola viene dal lessico commerciale: la differenza tra le entrate e le uscite sono un “saldo”, positivo o negativo, e i “saldi” sono quindi quello che non è stato venduto in un negozio alla fine della stagione e la vendita stessa di quei capi invenduti.

COME EVITARE LE FREGATURE?

Per poter fare i saldi i negozi devono rispettare alcune regole. Ad esempio il prezzo originale di ogni prodotto in saldo deve essere sempre indicato in modo chiaro e inequivocabile, vicino alla percentuale di sconto e al prezzo scontato. Inoltre le merci in saldo devono essere tenute in zone separate rispetto a quelle non in saldo, in modo da non essere confuse.

Nel periodo dei saldi occorre prestare molta attenzione alle reali opportunità di risparmio, fare una valutazione del rapporto qualità prezzo e ricordare sempre che la riduzione dei prezzi non comporta una diminuzione di diritti di chi compra.

Seguendo alcune semplici regole si potrà evitare di avere brutte sorprese. Sicuramente sarà utile fare un giro qualche giorno prima della data prevista per l’inizio dei saldi per essere sicuri che la merce che si troverà in negozio sia veramente quella di stagione e non un avanzo di magazzino.

COSA DICE LA LEGGE?

La legge prevede che i saldi non riguardino tutti i prodotti, ma solo quelli di carattere stagionale e quelli suscettibili di notevole deprezzamento se venduti durante una certa stagione o entro un breve periodo di tempo, in quanto fortemente legati alla moda.

Lo sconto deve essere espresso in percentuale e sul cartellino deve essere indicato anche il prezzo normale di vendita.

I prodotti in saldo dovrebbero comunque essere ben separati da quelli non scontati al fine di evitare la possibile confusione tra prodotti in sconto e prodotti a prezzo pieno.

Il venditore è tenuto ad applicare lo sconto dichiarato; se alla cassa viene praticato un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato, sarà bene comunicarlo al negoziante e non esitare, in caso di difficoltà, a contattare l’ufficio di Polizia Annonaria del Comune.

IL MIO CONSIGLIO

Il mio consiglio è di acquistare capi evergreen, che non passano mai di moda o capi che sappiamo già che andranno di moda anche la prossima estate.

Se volevi un costume da bagno nuovo, questo è il momento giusto, ma anche un bel paio di sandali gioiello che restano un evergreen, una camicia in denim, una camicia bianca (mai capo fu più evergreen di questo!) un bel paio di sneakers, una tracolla in vimini o paglia rotonda, un abito lungo a fantasia (trendissima e’ la stampa animalier) dei pantaloni palazzo in raso a fantasia, un mini abito in paillettes, un vestito sottoveste in raso e delle décolleté e sandali flou.

Io ho già avvistato qualcosa di interessante nei negozi e voi? Vi siete già lanciate alla corsa ai saldi?

Buon lunedì a tutti voi ❤️

Foto Credits Pinterest

COME (NON) INDOSSARE LE INFRADITO IN CITTÀ

Tutte noi abbiamo un paio di infradito di gomma, si proprio quelle che usiamo per andare in spiaggia o in piscina.

Ebbene nell’estate 2019 la moda street style suggerisce di indossarle anche in città.

COME (NON) INDOSSARE LE INFRADITO IN CITTÀ

Se l’ultima tendenza è proprio quella di abbinare le infradito da spiaggia ai look eleganti, io rispondo NO a questo trend!

Perché ? Perché sarà anche l’ultima moda ma l’eleganza è un’altra cosa!

Ok ai contrasti, alla teoria della contrapposizione che prevede che ad un look elegante vengano abbinati accessori più casual e viceversa, creando degli outfit casual-chic.

Ma qui stiamo andando decisamente oltre!

LE INFRADITO CHIC? NO GRAZIE!

Spesso le ultime tendenze della moda non vanno di pari passo con ciò che è chic ed elegante. Il bello del mondo della moda è che ognuna di noi può creare il proprio stile ed indossare ciò che vuole. Anzi, più riusciremo ad osare con le tendenze e col mixare i capi e più saremo considerate trendy!

Ma ovviamente non tutte siamo portate ad indossare un abbigliamento decisamente inusuale e che magari cozza col nostro stile.

Come fare allora per non eccedere?

Innanzitutto dobbiamo indossare “le mode” solo se ci piacciono e non perché abbiamo paura di non essere abbastanza cool.

Ricordiamoci sempre che la sobrietà e l’eleganza non passeranno mai di moda, perché come diceva Coco Chanel “La moda passa, lo stile resta.”

PERCHÉ LE INFRADITO NON VANNO MESSE CON GLI ABITI ELEGANTI?

Quando indossiamo un abito elegante e siamo pronte ad uscire, proviamo ad indossare delle infradito. Si avete capito bene: quelle ciabatte di gomma che in genere usiamo per andare in spiaggia. Ora specchiamoci. Poi proviamo a mettere un bel paio di sandali gioiello o un bel paio di sandali con il tacco, notate la differenza?

Nel primo caso, quello in cui indossiamo le ciabatte, avremo un abbinamento che cozza decisamente con il nostro outfit.

Anche QUI infatti vi avevo parlato di come sia poco elegante indossare delle ciabatte abbinate agli abiti eleganti.

Spesso le cose che vanno di moda, che sono di tendenza, non dobbiamo farcele piacere ed indossarle per forza!

Poi per carità, come disse Giulio Cesare davanti a un piatto di asparagi al burro “de gustibus non est disputandum” ovvero i gusti non si discutono, però lo stile è un’altra cosa e quindi ricapitolando

Infradito da spiaggia

Zoccoli di plastica

Le ciabatte ”tedesche”

Ciabatte col pelo

Non dovrebbero mai varcare la soglia di casa!

Vi auguro un buon lunedì e vi aspetto sempre qua sul mio blog!

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI

Foto credits Pinterest

COME ORGANIZZARE LA VALIGIA?

COME ORGANIZZARE LA VALIGIA?

È arrivato il momento delle vacanze, avete già scelto la meta per il vostro relax?

Bene, ora resta la parte più ostica: come organizzare la valigia?

Spesso fonte di stress, fare la valigia a volte può essere davvero difficile.

Niente panico, vediamo insieme come poter fare una valigia perfetta!

GUARDARE IL METEO

Sembrerà forse una cosa scontata ma prima di iniziare a fare la valigia è consigliabile guardare il meteo previsto, in questo modo sapremo se ci sarà caldo o se sono previsti temporali e non ci faremo cogliere impreparate.

PREPARA TUTTO SUL LETTO

La cosa più saggia che si può fare è quella di stendere tutti gli abiti che abbiamo deciso di infilare in valigia sul letto, metti anche il beauty-case con i prodotti beauty e make-up, oggetti di elettronica e le medicine che pensi di portarti in viaggio.

CHE VALIGIA SCEGLIERE?
Bene, ora che sai quante cose devi portare in viaggio scegli una valigia adeguata, possibilmente il più leggera possibile soprattutto se viaggi in aereo e hai il peso da controllare.

DA COSA INIZIO?
È il momento di iniziare a fare la valigia. Inizia a mettere sul fondo quei capi più pesanti come ad esempio i jeans o un giubbino di pelle.

Le scarpe che vanno posizionate all’interno dei propri sacchetti, abitini, gonne e capi leggeri riponeteli alla fine. Mentre la biancheria intima o i costumi disponeteli in tutti gli spazi liberi e “riempite i buchi”

RECUPERA SPAZIO
Vuoi portarti dietro il tuo shampoo, quello che usi abitualmente nel suo flacone da 800ml? Forse è meglio di no, ma c’è un piccolo trucchetto. Utilizza flaconi più piccoli, come quelli che trovi in genere nelle camere degli hotel, e risparmierai parecchio spazio ma soprattutto parecchio peso.
Vuoi portarti una crema particolare? Mettine un po’ in un piccolo contenitore di plastica.
Lo stesso principio vale per le scatole di cartone, come quelle delle medicine; qui non tanto per il peso ma per il volume di spazio, conviene sempre tenere solo i blister e lasciare le scatole a casa.

CHIUDI BENE TUTTI I SACCHETTI
Se hai dei liquidi in valigia tieni presente che verranno scossi parecchio durante il tragitto e potrebbero fuoriuscire. Per evitarlo, chiudi i tappi con dello scotch e usa un sacchetto di plastica, come quello per il congelatore, per chiudere all’interno tutti i prodotti liquidi. In questo modo scongiurerai gli eventuali danni.

Ora sei veramente pronta per partire!

Buon viaggio!

Foto Credits Pinterest

Organizzare un mini tour delle Cicladi: i miei consigli

Organizzare un mini tour delle Cicladi: i miei consigli

 

Le isole Cicladi sono note in tutto il mondo per la loro bellezza, e non è un caso se ogni anno tantissime persone decidono di mollare tutto e rilassarsi su queste spiagge greche da sogno. Vediamo quindi come organizzare un viaggio nelle Cicladi e quali isole visitare.

 

Quando partire?

 

Al contrario di quanto siamo portati a pensare, le Cicladi rappresentano un’ottima meta non solo per i mesi estivi: il periodo più indicato per visitare queste splendide isole del Mar Egeo va infatti da aprile a ottobre, dato che le temperature anche in questi mesi leggermente più freddi permettono comunque di trascorrere una vacanza più che piacevole.

 

Prenotare il prima possibile

Naturalmente il primo consiglio che vi do è prenotare con largo anticipo, per accaparrarvi i voli più economici per Mykonos o Santorini (sconsigliato l’arrivo ad Atene, per via della grande distanza) e stare tranquilli anche per quanto riguarda i vari spostamenti via traghetto, necessari per raggiungere queste isole. Se volete muovervi in maniera più indipendente una volta arrivati sul posto, poi, riservate una parte di budget per il noleggio di uno scooter. In questa delicata fase organizzativa dovreste fare molta attenzione all’affidabilità dei siti sui quali effettuate le prenotazioni: considerato che pagherete tutto per via telematica, infatti, sarebbe meglio informarsi e soprattutto capire come usare la carta di credito online in sicurezza, come spiega questa pagina di Facile.it.

 

Le Cicladi in tre tappe: Milos, Naxos e Koufounissi

 

Milos è una delle isole meno conosciute della Grecia, nonostante offra spiagge e viste panoramiche mozzafiato. Qui troverete infatti un mare spettacolare, che non potrà che conquistarvi, e dei piccoli borghi di cui è impossibile non innamorarsi (soprattutto Mandrakia e Fyropotamos). Non fatevi scappare l’occasione di visitare la scogliera di Sarakiniko, dall’atmosfera magica, e le spiagge di Paleochori, Sarakiniko (un po’ più affollata) e Firiplaka. Infine, se per qualche ora volete fare a meno del mare, ritagliate un po’ di tempo per una visita all’anfiteatro romano, alle catacombe e al museo archeologico dell’isola, dove potrete ammirare una copia della celebre Venere di Milo  (che si trova invece al Louvre).

 

Anche Naxos merita decisamente una visita: guardando il mare cristallino caratteristico di quest’isola vi sembrerà di stare ai Caraibi. Le spiagge più vicine agli alloggi sono in genere agios Prokopios, agia Anna e Plaka beach. Se avete voglia di godervi anche i panorami naturali, potrete farlo senza alcuna difficoltà passeggiando tra i mulini e le chiesette che sembrano dei dipinti in mezzo al paesaggio. Infine, fatevi sorprendere dai cosiddetti “kouroi”, delle antichissime statue sparse per l’isola.

 

L’ultima isola di cui voglio parlarvi è Koufounissi, che si trova a sud-est di Naxos ed è una vera perla. Non perdetevi la spiaggia di Pori, da dove potrete ammirare l’isolotto di Keros, e visitate le calette di Fanos e Platià Punta, insieme al meraviglioso promontorio roccioso di Xilobatis, dal quale godervi il panorama.

 

COME TRUCCARSI IN ESTATE?

Finalmente è arrivato il caldo, ma come si fa a creare un perfetto make-up d’estate?

Le più fortunate, quelle dotate di pelle liscia, levigata, omogenea e perfetta potranno permettersi di non truccarsi, grazie anche all’abbronzatura, ma tutte le altre non dotate di tale fortuna?


COME TRUCCARSI IN ESTATE?

In genere nella stagione calda per molte donne diventa difficile truccarsi, il caldo, il sudore, l’abbronzatura, insomma creare il perfetto make-up d’estate diventa un’impresa ardua. Read More

Le gonne dell’estate secondo le tendenze dello street style

Le gonne dell’estate 2019 sono molte, di tessuti diversi, colori sgargianti e fantasie, per tutti i gusti.

Se anche voi come me riponete i jeans nell’armadio fino all’autunno e se proprio dovete mettere i pantaloni optate per texture leggere e fresche, sicuramente non tralascerete il discorso gonne. Lo street style (che è sempre una grandissima fonte d’ispirazione) ci propone degli outfit stilosissimi con le gonne.

Vediamo insieme quali sono i modelli più trendy ma soprattutto a chi stanno bene?

GONNA LUNGA A FANTASIA

Queste gonne sono di super tendenza, lunghe fino ai piedi, plissé a tinta unita o a stampa floreale, indossale con una t-shirt bianca basic e una bella cintura alta, per un look un po’ gipsi abbina una bella collana e calza dei camperos. Queste gonne sono perfette per le fisicità a pera, perché scendono morbide e nascondono i fianchi importanti. Per un look da giorno.

Gonna lunga a fiori

Gonna lunga plissé

GONNA A TULIPANO

In satin colorate e a fantasia oppure a tinta unita, queste gonne molto anni ‘50 hanno fascino da vendere. Sono molto eleganti quindi vanno indossate con una décolleté o dei sandali con il tacco, perfette anche per un’uscita serale.

Ideali per le fisicità a pera, le clessidre e se sono a vita alta vanno bene anche per i rettangoli.

Indossale con una camicia bianca.

Gonna tulipano tinta unita

Gonna tulipano in satin

GONNA DI TULLE

Quest’anno la gonna di tulle ha spopolato, molto molto versatili, si possono indossare da mattina a sera: per il giorno con la sneakers e per la sera con una bella décolleté. Sono adatte un po’ a tutte le fisicità, dovete solo fare attenzione, se siete delle pere, di non prenderla troppo voluminosa perché tende ad allargare, invece vanno benissimo per le fisicità a rettangolo perché distoglie l’attenzione dal punto vita.

Gonna midi in tulle

GONNA A RUOTA

Come la sorella gonna a tulipano, questo modello di gonna è estremamente chic e raffinato. Molto in auge sono quelle a fantasia floreale o a pois. Prova ad indossarla con una camicia in denim per avere un look sporty-chic.

Gonna a ruota pois

Gonna a ruota floreal

GONNA IN DENIM

Grandissimo e graditissimo ritorno della gonna in jeans, anche se forse non se n’era mai andata.

Si può indossare con tutto, persino di sera indossando un top in pizzo elegante e sandali con il tacco.

Purtroppo non è adatta a tutte, non va bene per le fisicità a pera. Si a mela, clessidra e rettangolo.

Gonna in denim

Gonna in denim

Se vuoi sapere qual è la tua forma del corpo vai QUI.

Se invece vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI.

Buon lunedì!

Foto credits Pinterest

Il mio outfit è un total look di Le Robe di Coco shop online

Accessori bijoux per i capelli: la nuova tendenza dell’estate

Accessori bijoux per i capelli: la nuova tendenza dell’estate

Hanno spopolato nelle ultime passerelle e tra le foto più trendy dello street style di Milano, Parigi e New York: sto parlando degli accessori per i capelli.

Si ok, tutto bello, ma come si indossano gli accessori per capelli? I maxi bijoux di Swarovski o di perle e oppure i cerchietti bon ton vincono su tutto!

Quest’anno, complice il ritorno delle baby clips direttamente dai banchi di scuola degli Anni 90, possedere un set di mollette o un fermaglio per capelli nel proprio beauty case è un autentico imperativo.

FERMAGLI CHE DIVENTANO BIJOUX

E se fino a qualche anno fa le forcine e mollettine erano assolutamente bandite, nell’estate 2019 saranno un accessorio da tenere in considerazione ed abbinare come gli orecchini, la borsa o il foulard.

Di super tendenza sono i ferma capelli con le scritte in cristalli o piccole perle, da abbinare ad acconciature molto easy anche per il giorno, anche in contrasto, indossando una maxi felpa.

DIRETTAMENTE DAGLI ANNI 80 TORNA IL CERCHIETTO

Ebbene sì, il cerchietto è tornato (meglio se versione XL) ed è l’accessorio capelli più must di stagione!

Il maxi cerchietto bombato che fa subito 80 è apparso su tutte passerelle c’è stato un vero tripudio di questi accessori capelli proposti in mille sfumature (e dimensioni) dalle maison internazionali. La reazione a catena ha poi raggiunto lo street style, e ogni tipo di cerchietto è sbocciato sulla testa delle più famose it girls.

Un accessorio non facile da portare, ma che potete abbinare ai vostri accessori come scarpe e borsa.

Anche le maxi fasce in raso o rigide (contenenti al loro interno un ferretto) sono molto glamour soprattutto per l’estate.

I MIEI CONSIGLI

È sempre una questione di gusti, non imponetevi di indossare qualcosa, anche se si tratta di accessori, solo perché sono di moda! Non a tutte piace tutto e soprattutto non tutte stanno bene con tutto!

Se vi piacciono e li portate con disinvoltura, perché no ? Nessuna controindicazione!

Ed ora via libera agli accessori bijoux e ai cerchietti!

Se vuoi rivedere il mio ultimo articolo clicca QUI

BUON GIOVEDÌ

Foto Credits Pinterest

Translate »