Glitter & Champagne

Fashion & Lifestyle

(RI) METTIAMOCI IL MAGLIONE DI LANA

È il nuovo must della stagione, un grande ritorno (finalmente), tutte col maglione di lana!

Era un capo assolutamente cult negli anni ‘90, il maglione si indossava praticamente sempre, da mattina a sera.

Ebbene ora è tornato, si perché sappiamo che la moda segue dei periodi ciclici, va e viene.

Cosa c’è di più bello e caldo di un maglione di lana? Vabbè forse non proprio di lana, piuttosto acrilico e poliuretano!

Tutti gli stilisti nelle loro collezioni hanno proposto, o meglio riproposto, i maglioni di lana abbinati in contrapposizione anche con dei capi eleganti.

Quello che vi propongo oggi invece è il classico abbinamento, jeans, maglione, stivaletto (o sneakers/ballerina) per un look sporty-chic, ma soprattutto pratico e comodo da indossare durante il giorno.

Caldo ed avvolgente, il maglione è il classico capo confortevole (ed anche confortante!), possiamo scegliere le nuance calde come il mattone, il bronzo, il marrone whisky, il giallo ocra, ma anche i colori più freddi come il grigio perla, il blu elettrico e il verde bosco.

Molto di moda sono i maglioni oversize, da acquistare rigorosamente con qualche taglia in più, da portare sopra un jeans sdrucito e sarete super trendy.

Ma per le più temerarie ci sono anche i maglioncini corti che lasciano scoperta la pancia.

Se volete puntare sul low cost il brand ZARA è sempre all’avanguardia in fatto di maglioni e maglioncini, come pure H&M, STRADIVARIUS e PULL&BEAR.

Per quanta riguarda i colori di tendenza potete leggere nei miei articoli precedenti, in cui vi avevo parlato delle nuances più in voga nella stagione invernale. Ma non dimentichiamo gli accessori come le borse color cuoio, le cinture e i cappelli che per la stagione fredda sono un must.

Se invece volete degli spunti in più potete leggere QUI e QUI.

Che ne pensate dei maglioni? Vi piacciono?

Buon lunedì a tutti.

Abito a fiori tendenza autunno/inverno 2019

Abito a fiori per l’autunno inverno? Assolutamente si.

È una delle tendenze per la stagione fredda, capi ed accessori a stampa floreale.

Tutti gli stilisti e i brand hanno proposto capi in pieno Floreal mood. Come vi avevo già detto in QUESTO ARTICOLO, l’abito a fiori si può benissimo indossare anche nella stagione fredda.

Siamo soliti tirare fuori i nostri capi a stampa floreale a primavera, li indossiamo per tutta l’estate, per poi riporli nuovamente alla fine della stagione calda.

Ebbene, ora non sarà più così. Se vi piace questa stampa, la ritroverete anche in questo periodo dell’anno, nei negozi o negli shop online e anche per tutto l’inverno 2019.

Quello che indosso in queste foto è di ZARA, trattasi di un abito al ginocchio con collo ed allacciatura in stile giapponese, verde petrolio, mentre i fiori sono sulle tonalità del rosa.

Ho abbinato una cintura alta di pelle, con doppia fibbia, per evidenziare il punto vita, cosa che consiglio sempre anche a voi.

ACCESSORI A FIORI?

Non solo abiti con questa stampa, ma anche pantaloni, giacche, cappotti, camicie, borse e scarpe! 

Ma le fantasie sono molteplici così come stampe e tessuti.

COME INDOSSARE QUESTA FANTASIA?

Il consiglio che vi do è di non esagerare con questa fantasia. Se indossate un abito a fiori, cercate di usare accessori abbastanza sobri, giacca o cappotto a tinta unita, borsa non a fantasia, non mescolate troppo, i mix and match molto esagerati non sono mai chic!

Se volete altre idee leggete QUA.

Che ne pensate del mood floreale anche nella stagione fredda? Vi piace ?

Buon inizio di settimana! Vi aspetto sui miei canali social e nelle stories di Instagram per le ultime novità!

Indosso:

Abito: Zara

Borsa: Gucci

Cintura: Mixeri’

Scarpe: No brand 

Forma del corpo a rettangolo

Oggi voglio parlarvi della forma del corpo a rettangolo.

Di cosa si tratta? 

Chi ha un fisico di questo tipo non ha curve, pochissimo seno, niente fianchi, sedere piatto, nessun punto vita.

Vi sembrerà strano ma questa è la tipologia di fisico che prediligono gli stilisti, fisico asciutto, assenza di curve. Non da particolari problemi di vestibilita’.

COSA È MEGLIO INDOSSARE SE SI HA UN FISICO COME QUESTO?

Vediamo insieme cosa indossare per ridare femminilità a questo fisico asciutto e senza curve.

  • Abito asimmetrico

L’asimmetria in generale, in abiti e top, è un vero toccasana per la silhouette a rettangolo, perché le linee diagonali spezzano la verticalità della sua forma. Se poi ci sono anche dei drappeggi e tagli di sbieco che la vanno a rafforzare, allora si raggiunge l’effetto massimo. Benissimo anche gli abiti monospalla!

  • Abito a campana

Se invece si vuole creare il punto vita, allora bisogna aggiungere volume al di sopra e al di sotto, creando una sorta di forma a clessidra. L’abito a campana, in stile anni 50 è quindi perfetto, fa percepire qualsiasi tipo di fisico sinuoso e femminile anche quando non lo è propriamente! Per rafforzare il concetto potresti anche aggiungere all’abito una cintura a contrasto, che aiuta a creare il focus sulla vita.

  • Pantalone a palazzo

Sulla scia di creare un punto vita dove non c’è e rendere la silhouette un pochino più sinuosa, un pantalone a palazzo ampio con un top infilato e leggermente rimborsato, aiuta in questo intento. L’importante è la morbidezza dei tessuti e scegliere linee che non cadano troppo rigide e dritte, bensì morbide.

  • Top con volant e gonna ad A

Essendo l’obiettivo quello di creare sulla figura a rettangolo una figura a clessidra, è ottimale il top con i volant sulle spalle, infilato in una gonna ad A o a campana.

  • Cinturoni in vita

Bisogna optare sempre per cinture alte che stringono la vita e creano l’illusione di un vitino da vespa (anche se così non è!), quindi da indossare sopra un abitino, una maglia lunga o un abito lungo.

COSE DA EVITARE:

I tubini stretch, troppo stretti che sottolineano l’assenza di curve, gli abiti a tunica informi, i jeans a vita bassa.

Se vuoi rileggere il mio articolo sulle altre forme del corpo clicca QUI e QUI.

Se invece vuoi una consulenza personalizzata scrivimi alla mia mail: info@glitterchampagne.com

Come avere denti più bianchi? Ve lo racconto qui

Quante volte abbiamo desiderato un sorriso smagliante, perfetto, ma soprattutto bianchissimo?
Ma spesso ci dobbiamo scontrare con la dura realtà che non combacia con i nostri desideri!
Oggi vi racconto la mia esperienza personale.

Tempo fa ho fatto uno sbiancamento professionale dei denti dal dentista.

Il risultato è stato molto soddisfacente. Ma c’è un però.

Per mantenere il più a lungo possibile il bianco dei denti avrei dovuto evitare di mangiare il cioccolato, di bere caffè e tutte le bevande o i cibi che avrebbero potuto macchiare i denti.

No vabbè, posso rinunciare a tutto ma non al caffè ed al cioccolato extra fondente!

Fine della breve storia triste, quindi ovviamente il mio sorriso smagliante è durato poco!

 

Nel frattempo ho anche cambiato dentista, il quale mi ha dato una valida alternativa allo sbiancamento, che peraltro, non si può fare spesso per non rovinare lo smalto dei denti.

L’ALTERNATIVA C’È E SI CHIAMA SPAZZOLINO ELETTRICO.

Ma non ci posso credere, non avevo mai provato uno spazzolino elettrico nella mia vita!

Dopo questa illuminazione mi sono fiondata letteralmente in un negozio di elettrodomestici e ne ho acquistato uno della Philips, ho fatto questa scelta perché trovo che questo brand sia sinonimo di affidabilità e in più ha una vasta scelta di spazzolini elettrici.

QUALI SONO I VANTAGGI?

Sono molteplici i vantaggi, anti placca, anti tartaro, protegge le gengive rendendole più sane e poi, cosa non meno importante, è davvero efficace per rendere i denti più bianchi.

Lo utilizzo regolarmente da un anno, non posso più vivere senza, me lo porto pure in vacanza.

Pensate che lo spazzolino elettrico è molto più di un semplice dispositivo elettronico, è uno scudo protettivo dall’attacco dei nemici dei denti e dei batteri. Vi assicuro che se lo provate una volta non potrete più farne a meno.

Il mio dentista all’ultimo controllo mi ha detto che la differenza si vede rispetto a prima quando utilizzavo il classico spazzolino manuale.

 

E voi? Ditemi un po’, usate uno spazzolino elettrico per la vostra igiene orale?

 

Vi auguro una buona giornata e vi aspetto, come sempre qui sul blog e sui miei canali social!

Tonico per il viso: perché è così importante e come usarlo

Tonico per il viso: perché è così importante e come usarlo

Spesso ci scordiamo di aggiungere alla nostra beauty routine un prodotto così importante come il tonico. Si tratta di una dimenticanza tutt’altro che trascurabile, considerando i vantaggi di questi prodotti. Si deve dunque iniziare da una definizione di tonico, per poter poi comprendere tutti i suoi benefici. Il tonico altro non è che un prodotto pensato per assicurare il corretto equilibrio del pH della cute. Spesso presente in forma di lozione, dunque quasi liquida, il tonico assicura una marcia in più alla detersione del viso. Ha un effetto purificante notevole perché è in grado di penetrare in profondità senza stressare la pelle. Inoltre, è ottimo per sostituire l’acqua corrente del rubinetto, spesso ricca di calcare e dunque molto dura.


Tutti i benefici del tonico sulla pelle

Una volta capito a cosa serve il tonico, si comprende bene la sua importanza e i principali benefici che assicura alla nostra cute. Iniziamo partendo dal ruolo cruciale che riveste nella routine di detersione della pelle: va usato immediatamente a ridosso di questa fase, perché sa come eliminare anche gli ultimi residui di make up, difficile da rimuovere in altri modi. In alternativa, per la rimozione delle tracce di trucco, si può anche usare un prodotto ugualmente utile. Si parla dell’acqua micellare che, come spiegato da Nivea, svolge la funzione di detergente e di tonico allo stesso tempo. Questo prodotto, al pari del tonico, non necessita di risciacquo. I prodotti con proprietà di tonico servono a rassodare naturalmente la pelle e donare alla cute uno splendido effetto glowing. Un altro beneficio del tonico, già accennato in precedenza, è la sua funzione di equilibratore dell’acidità della cute: in sintesi, aiuta la pelle nella corretta regolazione del sebo.


Come usare il tonico correttamente

Si consiglia innanzitutto di usare il tonico almeno due volte ogni giorno, in corrispondenza con le due fasi della detersione quotidiana (quindi la mattina e la sera). Dopo aver deterso il volto, basta prendere un semplice dischetto di cotone e inumidirlo con qualche spruzzo di tonico. Fatto questo, il dischetto va passato sulla cute del viso, senza strofinare ma tamponando con delicatezza. Il tutto eseguendo dei movimenti circolari sulla pelle, come una sorta di massaggio. È importante usarlo dopo la detersione, in quanto è in grado di chiudere i pori precedentemente aperti con questa routine.


Come scegliere il tonico giusto

Non tutti i tonici vanno bene, dato che la scelta dovrebbe sempre avvenire in base alla nostra tipologia di pelle. Il primo consiglio è di leggere le etichette, per capire esattamente quale tipo di cute può essere trattata con quel prodotto. Questo perché ciascun tonico può avere caratteristiche molto diverse. Quello per pelli miste, ad esempio, ha proprietà idratanti. Per le pelli acneiche, invece, è bene optare per un tonico a base di acido salicilico. Per chi soffre di pelle sensibile, infine, si consiglia di evitare i tonici contenenti alcool e prediligere quelli con sostanze naturali.

In conclusione, il tonico è uno strumento importantissimo per una corretta beauty routine. Nessuna donna dovrebbe dimenticarsi di questo prodotto una volta compreso come sceglierlo e in che modo applicarlo.

Voi lo usate?

Buon giovedì !

Abiti a fiori anche per l’autunno? Assolutamente si

Abiti a fiori anche per l’autunno?

Negli ultimi anni ritroviamo gli abiti a fiori anche nelle stagioni fredde, anche se a dire la verità questo autunno ci sembra tutto tranne che freddo!

Fino a qualche anno fa gli abiti a stampa floreale, sia corti che lunghi, erano indossati in primavera ma soprattutto in estate. 

Ma non adesso: infatti gli stilisti da qualche stagione a questa parte ci hanno proposto gli abiti a fiori anche nelle collezioni autunno/inverno.

COME ABBINARE UN ABITO A FIORI IN AUTUNNO?

Niente di più facile. Oggi vi mostro diverse soluzioni per indossare un abito a stampa floreale.

Partiamo dagli abitini corti, i cosiddetti Mini dress.

Possiamo ancora permetterci di indossarli senza calze e sono assolutamente il top con degli stivali alti fino al ginocchio, oppure (visto che questa calzatura non piace a tutte) possiamo mettere anche degli stivaletti o dei biker. Possiamo anche optare, anzi lo consiglio, per una bella cintura che sottolinea il punto vita.

Dress midi, cioè di lunghezza media al ginocchio o sotto. In questo caso meglio indossare degli stivaletti con il tacco o anche degli stivali in pelle.

Cerchiamo di abbinare gli accessori ad i colori dell’abito. Se nel vestito ci sono dei fiori rossi, indossiamo degli orecchini di quel colore, oppure una bella collana.

Maxi dress ovvero gli abiti lunghi.

È l’abito che ho scelto io e che mi vedete nelle foto di oggi.

È un vestito lungo, stampa floreale dai toni soft, con una rouches all’altezza della vita ed una in fondo. Ho messo una cintura per stringere un po’ questo abito di Silvian Heach della nuova collezione A/I che andrebbe portato largo, ma io non amo particolarmente gli abiti molto larghi. La descrizione, con un video, la trovate oggi nelle stories di Instagram. Sopra ho messo un giacchino scamosciato corto e degli stivaletti.

Se volete altre inspirazioni sulle nuove tendenze cliccate QUI e QUI.

Che ne pensate degli abiti a fiori anche in autunno?

Se volete rivedere il mio ultimo articolo cliccate QUI.

Buon lunedì 

QUALI SONO I COLORI AUTUNNO INVERNO? SCOPRILO QUI

Quali sono i colori autunno inverno? Ma soprattutto quanti sono?

Sono dieci i colori di moda delle collezioni Autunno-Inverno 2018/19.

Tonalità calde e autunnali si alternano a toni forti e vivaci.

Finalmente un inverno a colori! Era ora!

Spesso i mesi freddi vengono associati (erroneamente) a colori scuri e cupi, come il nero, grigio scruro, niente fantasie, insomma sobrietà un po’ noiosa.

Niente di più sbagliato: gli stilisti nelle nuove collezioni invernali hanno finalmente sdoganato l’idea di indossare i colori spenti, il risultato è meraviglioso.

Ma vediamo insieme quali sono questi dieci fantastici colori.

  • Marrone whisky: una tonalità calda e avvolgente proprio come il noto liquore. Sfumature naturali che ricordano il legno e le sue venature. Un colore intenso e deciso, non spento.
  • Rosso ciliegia: ancora un colore “rotondo” e quindi perfetto per esaltare velluti, tulle e raso. Ideale per look eleganti, dal sapore retrò. Un colore perfetto per la stagione fredda, per accendere le nostre giornate.
  • Blu digitale: un colore freddo ma innovativo, deciso che sa di futuro! Perfetto per abiti da sera, come alternativa al classico nero.
  • Rosa fucsia: una riconferma, un colore molto amato dagli stilisti anche nei dettagli ( scarpe, borse ed accessori).
  • Viola lavanda: gli esperti lo chiamano “lilac” e fa parte delle tonalità pastello. Al contrario del rosa o dell’azzurro, ha carattere, grazie a mise dai volumi importanti. Un colore decisamente particolare ma se abbinato bene è davvero meraviglioso.
  • Arancione: il colore-simbolo dell’autunno, un colore caldo che ritroviamo anche nelle foglie che cadono, perfetto per i cappotti e le giacche.
  • Giallo zaffiro: finalmente un colore caldo e acceso, vivace, che darà vita ai vostri outfit. Se non vogliamo osare troppo usiamolo dei dettagli come una borsa o degli orecchini !
  • Verde oliva: è una tonalità apparentemente spenta che si avvicina al military. Assolutamente perfetto per i mesi freddi, che va bene per tutte, anche alle più tradizionaliste.
  • Grigio marmo: è il nuovo nero, quindi perfetto da mattina a sera, dal tailleur al cocktail dress. Elegante, sobrio e raffinato. 
  • Argento: gli stilisti suggeriscono eleganti abiti metal silver. Un colore che sicuramente non si porta al mattino per fare la spesa, ma decisamente adatto per la sera.

 

Come indossare i biker boot ? Ecco 5 look da provare subito !

I biker boot sono gli stivaletti in pelle che ricordano quelli dei motociclisti, sono uno di quegli accessori fashion diventati ormai virali.

Ma possiamo indossarli con gli abitini? Come possiamo abbinarli ?

Oggi ve lo spiego.

I biker boot non sono di certo le calzature più femminili che possiamo indossare, ma sicuramente sono ( e restano ) un must anche per l’autunno inverno 2019.

So che non piacciono a tutte, alcune li trovano un po’ “too much”, decisamente troppo.

Si, troppo aggressivi, troppo poco aggraziati e che non si possono mettere con tutto.

Oggi vi dimostrerò che si possono indossare anche con un abito elegante.

Naturalmente non sono calzature adatte a cerimonie, ad appuntamenti di lavoro dove è richiesto un abbigliamento formale o a cene eleganti. Sicuramente però è una calzatura comoda e pratica, non si indossa più solo ed esclusivamente in inverno, quando le temperature sono rigide, bensì anche a primavera ed in autunno e addirittura anche senza il collant con un mini abito.

5 LOOK PER INDOSSARE I BIKERS BOOT

Partiamo da un look decisamente particolare, ma il contrasto un po’ rock ci sta alla perfezione: trattasi dell’abito midi in pizzo con i biker. 

Per le più tradizionaliste, l’accoppiata vincente sarà il jeans skinny con i biker.

Un abbinamento a mio avviso molto bello è la gonna lunga ( o un maxi dress ) con il biker.

Per le più audaci si può tranquillamente indossare con un Mini dress o una gonna corta ( d’inverno anche con i collant molto coprenti )

E poi ci sono io, in queste foto ho dato la mia interpretazione indossando un abito di lunghezza media, con questi stivaletti molto rock, che ho cercato per parecchio, non riuscivo a trovare quelli che mi soddisfacessero al 100%, poi ho trovato questi da Ovye ed è stato subito amore.

Voi che ne pensate dei biker? Li indossate anche con gli abiti?

Se vuoi vedere il mio ultimo articolo clicca QUI.

Foto credits Pinterest

 

Capsule collection Angelo Marani: Boho style con un tocco graffiante

Giulia è una di quelle persone che ti sembra di conoscere da una vita, anche se in realtà è la prima volta che la vedi. 

È la figlia dello stilista Angelo Marani, il signore delle stampe maculate e due settimane fa durante la settimana della moda, mi ha accolta nello show room del padre a Milano. 

Il papà è mancato più di un anno fa e così lei, spirito libero un po’ figlia dei fiori, ha preso in mano le redini dell’azienda e porta avanti il marchio di famiglia con orgoglio e tenacia! Mi presenta la sua collezione primavera-estate 2019 con entusiasmo e mi racconta che ha voluto mantenere lo stile del padre mettendoci il suo tocco. Quello che è venuto fuori è una collezione animalier, un po’ bohemienne ma anche molto coachella style. Per una donna versatile ma sicuramente glam!

Un’esplosione di petali e fiori mixati, di pitone e di leopardo.

Nella capsule di Giulia si respira l’aria new hippy ma molto glamour.

La contrapposizione dei tessuti e delle applicazioni si ritrova nel bomber di macrame’ e piume di struzzo, mentre la blusa in twill di seta patchwork si sovrappone al lupetto metal-rock abbinato al cinque tasche in vero pitone, avvolto nel trench di pura seta.

Lo spirito dei music festival riecheggia anche nella scelta delle tonalità, tra nuance calde delle terre del deserto e le sfumature cristalline del mare.

Giulia Marani ripercorre le orme iconiche del brand Angelo Marani creando un mix tra la donna seducente glam rock e la libertà hippy.

Inutile dire che ho adorato questa capsule collection, mi è piaciuta moltissimo, ovviamente indosserei un pezzo per volta, non eccedendo con gli abbinamenti animalier, ma trovo che la scelta dei colori e dell’uso boho-style sia più che azzeccata!

Cara Giulia, io credo che tuo padre sarà fiero di te e del lavoro che stai facendo perché la tua collezione è bellissima!

Voi che ne pensate?

Grazie all’ufficio stampa Res relazioni pubbliche e naturalmente a Giulia Marani.

Se vuoi leggere il mio articolo precedente clicca QUI

Fisico a mela o fisico a pera? Tu quale sei?

Oggi voglio tornare su un argomento piuttosto scottante, ne ho parlato più volte (anche QUI) ma dato che le vostre domande girano sempre attorno a questo tema, oggi ne riparlerò: fisico a mela o fisico a pera ? Tu quale sei ?

Non è sempre facile capire la nostra forma, non sempre è facilmente individuabile e spesso da sole non riusciamo a capirlo. Oggi vi do’ una mano io e lo farò con foto ed esempi di personaggi famosi, di modo che possiate capire meglio.

FISICO A MELA

La caratteristica di questa fisicità è di avere un ampio torace, il punto vita non è segnato. Il fisico a mela mette su grasso principalmente nella pancia. Spesso presenta le famigerate “maniglie dell’amore”.

In genere anche il seno è abbondante, mentre un punto di forza sono le gambe snelle e affusolate.

Dobbiamo anche fare una distinzione tra fisico a mela magra e mela un po’ più in carne.

HO IL FISICO A MELA, COME MI VESTO ?

NON indossate capi oversize che non farebbe altro che farvi sembrare più goffe.

NON mettere assolutamente maglie corte o crop top.

Vanno benissimo le maglie con gli scolli a V o comunque con scolli profondi.

Esaltare le gambe con abiti corti ma NON a tubino stretti o dal taglio sotto al seno.

Benissimo anche gli abitini incrociati in vita, mascherano molto bene la pancia e le maniglie dell’amore.

Due star che hanno il fisico a mela sono una “nostrana”come Maria Grazia Cucinotta, ed una oltreoceano come Drew Barrymore. La prima è una mela magra con molto seno e la seconda è la classica mela un po’ più in carne. Come potete vedere dalle foto, entrambe utilizzano degli abbigliamenti assolutamente azzeccati per le loro fisicità.

FISICO A PERA

Il fisico a pera presenta una grossa sproporzione: spalle strette, seno non abbondante, vita stretta, fianchi larghi, cosce grosse e sedere sporgente.

Si nota subito la grande sproporzione tra le spalle e i fianchi, questo fisico ricorda appunto il frutto.

HO IL FISICO A PERA, COME MI VESTO?

Bisogna cercare di valorizzare la parte superiore del corpo, aiutandosi anche con i colori. 

Anche la vita è un punto a favore per le fisicità a pera, quindi va esaltato e sottolineato con cinture, ma soprattutto gonne e vestitini sono quelli che donano di più al fisico a pera. L’ideale è l’abito stretto sopra e morbido sotto, no ai tubini stretti e fascianti e ai quei capi oversize che ingrossano ancora di più. Mentre per i pantaloni bisognerà scegliere quelli larghi a palazzo ed evitare i jeggings o quelli a sigaretta. I colori scuri per la parte sotto sono l’ideale ed i tacchi ovviamente aiutano a slanciare la figura.

Due star famosissime dal fisico a pera ( anche se non sempre sono esempi da seguire per quanto riguarda l’abbigliamento più adatto) sono Kim Kardashian e Jennifer Lopez. 

Spero di avervi schiarito un po’ le idee per quanto riguarda queste due tipologie di fisico.

A breve scriverò un articolo anche per le altre restanti forme fisiche.

Buon lunedì a tutte voi!

 

Translate »