Glitter & Champagne

Fashion & Lifestyle

Girovagando per l’Italia: Matera ed i suoi sassi

IMG_0947

 

Girare per Matera è come rivivere in un passato dimenticato. Quando si visita questa suggestiva città lucana la sensazione è quella di entrare in un presepe. Non a caso Matera è detta anche “la seconda Betlemme”, ed è stata l’ambientazione di film come The passion di Mel Gibson e Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini.

 

Matera è un comune italiano di 60 347 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia e seconda città della Basilicata per popolazione.
Nota con gli appellativi di “Città dei Sassi” e “Città Sotterranea”, è conosciuta per gli storici rioni Sassi, che fanno di Matera una delle città ancora abitate più antiche al mondo! I Sassi sono stati riconosciuti il 9 dicembre 1993 Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, primo sito dell’Italia meridionale a ricevere tale riconoscimento.

« La città è di aspetto curiosissimo, viene situata in tre valli profonde nelle quali, con artificio, e sulla pietra nativa e asciutta, seggono le chiese sopra le case e quelle pendono sotto a queste, confondendo i vivi e morti la stanza. I lumi notturni la fan parere un cielo stellato. »
(Giovan Battista Pacichelli, Il Regno di Napoli in Prospettiva)

 

Nel periodo della Magna Grecia Matera ebbe stretti rapporti con le colonie situate sulla costa meridionale e, successivamente, in età romana fu solo centro di passaggio ed approvvigionamento. Nel 664 d.C.Matera passò sotto il dominio longobardo e venne annessa al Ducato di Benevento. I secoli IX e X furono caratterizzati da aspre lotte fra gli stessi Longobardi, i Saraceni ed i Bizantini, che tentarono più volte di impadronirsi del territorio; la città fu distrutta dalle truppe di Ludovico II, imperatore dei Franchi, proprio nel tentativo di cacciare i Saraceni.

Negli anni cinquanta, quando la popolazione che viveva nelle grotte scavate dentro la montagna fu costretta ad abbandonare quelle abitazioni per insediarsi in quartieri moderni, nessuno avrebbe mai pensato che quelle grotte, i “sassi”, sarebbero divenuti il simbolo di una città che rinasce.
Nel 1993 l’Unesco ha inserito i “Sassi” di Matera nella world heritage list, in quanto “esempio di sistema di vita millenario da preservare e tramandare ai posteri”. Più precisamente il riconoscimento fatto alla città è quello di essere “un modello di vita in equilibrio con l’ambiente, con cui si integra senza stravolgerlo, pur sfruttandone le risorse”.

 

Un popolo nato tra i Sassi
I geologi la chiamano “calcarenite”, la gente comune la chiama tufo: è la roccia che circonda Matera e che i maestri artigiani di questa terra hanno imparato a lavorare in tempi antichissimi. Il materiale, friabile e adattabile, viene offerto in gran quantità dalla montagna che domina la città, così alla gente di Matera sembrò normale andare lassù e scavare in quella roccia per costruirsi una casa. Il materiale che veniva estratto, era lavorato per diventare la facciata dell’abitazione.

 

I SASSI

I Sassi di Matera sono un insediamento urbano derivante dalle varie forme di civilizzazione ed antropizzazione succedutesi nel tempo. Da quelle preistoriche dei villaggi trincerati del periodo neolitico, all’habitat della civiltà rupestre (IX-XI secolo), che costituisce il sostrato urbanistico dei Sassi, con i suoi vicinati, camminamenti, canalizzazioni, cisterne; dalla civitasdi matrice normanno-sveva (XI-XIII secolo), con le sue fortificazioni, alle successive espansioni rinascimentali (XV-XVI secolo) e sistemazioni urbane barocche (XVII-XVIII secolo); ed infine dal degrado igienico-sociale del XIX e della prima metà del XX secolo allo sfollamento disposto con legge nazionale negli anni cinquanta, fino all’attuale recupero iniziato a partire dalla legge del 1986.
Per non parlare di cibo e vino, di piatti semplici e contaminati, vere delizie per il palato.
Matera non è tra le consuete destinazioni turistiche di massa, ma è vicina a grossi centri. Ad esempio se passate una Vacanza nel Salento, meta molto di moda negli ultimi anni, poi nel ritornare a casa potete tranquillamente passare una piacevole giornata qui.


 

La ghiacciolo pochette

IMG_0938

Il mese di luglio è stato davvero torrido ( non che giugno sia stato più clemente!!)
Quando il caldo diventa insopportabile bere o mangiare alimenti rinfrescanti è un toccasana per ricavarne un po’ di piacevole sollievo.
Io adoro i ghiaccioli ad esempio ed è proprio grazie a loro che ho avuto un’idea: creare delle pochette ispirandomi ad essi!
Si proprio quei ghiaccioli colorati e confezionati con la carta trasparente che, noi fortunati meno giovani 😃, compravamo al bar con 500 delle vecchie lire .

I ghiaccioli/pochette sono in tre colori : verde menta con inserti in juta e bottone gioiello, rosso amarena con fiorellini applicati e bottone gioiello giallo e la pochette arancio con bottone gioiello in tinta.

Sono tutte in morbida gomma, fresche, estive e super colorate

Le potete trovare sulla mia pagina Facebook https://m.facebook.com/glitterchampagne/ o sul profilo Instagram di Made in Glitterchampagne

E voi, di che gusto siete?
Menta, amarena o arancio ?
💛💚❤️

 

Buon weekend!

 

 

Dove andranno gli italiani in vacanza?

1ACD4ED9-B61D-498F-80DF-535F4B576F3E-511-000000EEE66F2F6D

Quando leggerete questo post io sarò ancora in vacanza ma è proprio di viaggi che voglio parlarvi oggi! 
Dove andranno in vacanza gli italiani?

 

 

Le vacanze estive degli Italiani?
Saranno al mare e vicino a casa. Parola di TripAdvisor, che ha stilato la classifica delle destinazioni italiane e internazionali in base ai dati delle ricerche di prenotazioni di hotel avvenute sul sito dalla primavera. Il Summer Vacation Value Report 2017 fotografa le preferenze degli utenti italiani della più grande communituy di viaggio del mondo, 390 milioni di visitatori unici ogni mese. Ma non solo. Dal report emergono anche le settimane più convenienti in cui soggiornare e il prezzo medio di un pernottamento nel periodo compreso tra il 1 giugno e 30 settembre.  Curiosi di conoscere le destinazioni più gettonate?

 

 
Puglia ed Emilia Romagna al Top
Le due regioni dominano la classifica con ben tre località a testa. La regina dei click? È Gallipoli, seguita dall’Isola d’Elba (seconda tra le preferenze), e Cattolica (al terzo posto). Il tacco d’Italia compare ancora in classifica con altre due mete, mentre la Riviera Romagnola si conferma molto popolare con Cesenatico e Riccione.

 

 

Oltre confine si vola in Grecia e Spagna
E oltre confine? Il report riporta le dieci destinazioni estere protagoniste delle ricerche degli utenti confermando grandi classici del turismo balneare. La Grecia è in cima al podio con la vivace Mykonos, seguita dalla pittoresca Santorini e dalla bella Maiorca, in Spagna. Mare anche in Asia, con destinazioni esotiche, mentre a chiudere la classifica c’è Edimburgo, che rompe la sequenza di mete in costume e infradito.

 

 

Quando e quanto si risparmia
Il report calcola per ogni destinazione la settimana con i prezzi di soggiorno più bassi. Nella maggiorparte dei casi conviene prenotare dal 25 settembre, con risparmi fino al 52% rispetto alle tariffe del resto dell’estate in una stessa destinazione. È il caso dell’ultima settimana di settembre a Formentera, che negli altri periodi risulta essere la più cara. La capitale thailandese è invece la più economica per quanto riguarda gli hotel e mantiene il prezzo quasi invariato per tutta l’estate (nella settimana più conveniente si ha un risparmio del 5% rispetto ai costi medi).

 

 
Che ne pensate? Avete già scelto la meta delle vostre vacanze?

 

 

 

Victoria Beckham style

CEDAA90B-95F5-4242-9C55-90432EF8812E-263-0000003279BEBF3C

 

Stilista di successo e influencer, Victoria Beckham, meglio conosciuta come un’icona di moda e come moglie del famoso calciatore, più che come artista musicale. Infatti, dopo lo scioglimento delle Spice Girls, ha lanciato una sua collezione di vestiti e fragranze e in pochi anni ha imposto il suo stile (costruito con impegno e determinazione) e ha siglato accordi di rilievo con i più importanti brand del beauty system, dalla partnership creativa con il brand di strumenti per capelli Ghd e l’International Session Stylist Guido Palau per l’hair look della sfilata Victoria Beckham PE 2017, a quella con il brand cosmetico Estée Lauder per la produzione della collezione Victoria Beckham Make up.
Sempre vestita in modo impeccabile, anche per andare a fare la spesa o accompagnare i figli a scuola, viene ripetutamente fotografata dai paparazzi e i suoi look vengono copiati, criticati e commentati da numerosi blog e riviste di moda.

 

In molte le invidiano i Look, gli abiti firmati, nonché il marito, considerato ( a giusta ragione aggiungo !) uno degli uomini più belli del mondo ( nonché decisamente ricco!!)

2CEAA9F3-EDA6-4102-8D98-CDEC3316232D-263-000000258B9D6C66

88723C34-2C06-452C-BCD7-056AB6E8D270-263-00000026E561FC41

Devo ammettere che il suo stile sofisticato, raffinato, ricercato, distinto e chic con quella sua aria un po’ snob, mi piace moltissimo!

Si vocifera che abbia una fissa per le camicie, tant’è che le inserisce in moltissimi suoi Look, le infila persino sotto a vestitini super aderenti !

Io, lo ammetto, sono una sua fan! Mi piace guardare i suoi look paparazzati dai fotografi, seguire i suoi cambiamenti d’immagine e perché no, prendere spunto !

E voi? Che ne pensate?

Buon fine settimana 😁

 

Sandali gioiello: l’eleganza ai nostri piedi

IMG_0243

Devo dire che l’estate 2017 mi sta dando parecchio filo da torcere!
D’accordo, le belle giornate assolate mi piacciono e così anche il caldo, ma quando diventa torrido da deserto subsahariano africano e tu hai tremila cose da fare e invece vorresti essere spaparanzata su una spiaggia sorseggiando un cocktail, ma non puoi (per ora) perché i tuoi impegni sono tanti e li devi portare a termine, ecco, inizio a diventare un tantino insofferente!

 

Comunque ci tenevo a parlarvi e a mostrarvi un must di questa stagione: le ciabattine super flat .
Certo, possono piacere o meno visto che alcune donne non portano assolutamente scarpe o sandali raso terra, ma questi modelli di Café Noir con perle e Swarovski applicati devo dire che sono talmente eleganti, raffinati e di classe, che si potrebbero indossare anche di sera, magari con un abito lungo elegante!

 

La borsa abbinata è di pizzo sempre di questo brand ed io oggi voglio mostrarvi entrambi i colori, bianco e blu!
Ed ora a voi l’ardua sentenza: Blu o Bianco?
Io non sono ancora riuscita a decidere!!

 
Buon Lunedì 😁

 

 

Indossavo:

Top: No brand

Jeans: No brand

Scarpe: Café Noir

Borsa: Café Noir

 

Estate in ufficio: cosa indossare?

B6507033-91ED-4915-8050-A9CDE7EDFD0C-263-00000027DF1BFF8D

C’era un tempo in cui l’ufficio rappresentava un vero e proprio inferno, soprattutto per quanto riguardava l’abbigliamento, che doveva essere ultra-formale anche quando le temperature si facevano bollenti in estate. Oggi, sulla scia del “modello americano”, il dress code in ufficio non è più paragonabile a diversi anni fa: appare molto più “rilassato”, dunque privo di quelle regole costringenti che ci obbligavano a vestirci elegantissime anche solo per varcarne l’uscio. Premesso che comunque la formalità rimane una regola, oggi vedremo cosa indossare in ufficio d’estate, rimanendo eleganti ma senza per questo stressarci con una formalità nel look oramai eccessiva anche in Italia.

Look da ufficio: come sfuggire all’afa estiva?

I vestiti sono una soluzione immediata per porre rimedio all’afa estiva, pur mantenendo quell’alone di formalità necessario per vivere l’ufficio, ma senza sacrificare un tocco di stile e di libertà. Eppure, qui, c’è una prima regola che dovrete sempre seguire: prima di scegliere l’abito perfetto per gli uffici d’estate, dovrete depennare dalla vostra lista tutti gli abiti eccessivamente “libertini” per questo contesto, come ad esempio gli abiti in pizzo o in seta, che concedono troppo spazio alle trasparenze, e che in ufficio non sono propriamente ideali. A questo proposito, gli abiti chemisier sono perfetti per una calda giornata lavorativa, da vivere con freschezza ed eleganza, ma senza provocare “turbamenti”.

Colori e tessuti: cosa indossare a lavoro?

Freschezza, dicevamo. Ed i tessuti sono il modo migliore per raggiungere questo obiettivo, soprattutto quando si tratta di andare in ufficio pronte a tollerare il caldo: via libera, quindi, ai tessuti leggeri e naturali come ad esempio il cotone. Il top, in tal senso, è rappresentato da una bella camicia di lino bianca, che mantiene una caratteristica elegante, ma senza sacrificare la leggerezza e la comodità. E sono davvero molti gli e-commerce di abbigliamento che vi offrono la possibilità di acquistarle online, come YOOX, che possiede una intera sezione dedicata alle camicie da donna, per consentirvi di creare il perfetto look estivo per l’ufficio, senza violare alcuna “norma”.

Quali sono le scarpe più adatte per l’ufficio in estate?

Quando il discorso relativo all’outfit si sposta sull’argomento scarpe, qui la questione diventa molto più semplice, dato che la regola è una e una soltanto: mai rinunciare ai sandali. Questa tipologia di calzature è infatti perfetta per far respirare il piede, e per aggiungere un vero tocco glam al vostro look, senza però violare il dress code da ufficio. E poi i sandali consentono di variare enormemente il vostro stile, visto che potrete scegliere fra un’infinità di modelli: dai sandali flat senza tacco, fino ad arrivare alle zeppe, passando ai modelli dotati di tacco, per le donne che non riescono a rinunciarvi neanche d’estate.

 

Voi che ne pensate?

Buon week end 😊

 

 

Apelle figlia di Apollo

IMG_9582

Quanto mi piace questa via di Ferrara, via delle Volte, nel cuore medievale della città, immersi in un contento unico, intriso di storia e fascino.

 

Oltre ai magazzini e alle botteghe dei mercanti, questa via in passato era conosciuta come via dei bordelli : qui, lontano da occhi indiscreti, si concentravano le case d’appuntamento della città e di tutte quelle attività che non richiedevano eccessiva pubblicità, soprattutto in una città governata per secoli dallo Stato Pontificio.

 

Questa via emana un non so che di magico, percorrerla è come un fare un tuffo nel passato anche se oggi le antiche botteghe o le case di appuntamento non ci sono più, possiamo trovare al loro posto locali, localini alla moda, osterie e trattorie..

 

Poco lontano da lì si trova uno di questi locali : Apelle

 

Ad Apelle si possono mangiare piatti gourmet e hamburger al bancone oppure bere un cocktail seduti sulle sedie di una scuola media francese degli anni ’30, su tavoli costruiti con legno vecchio di cent’anni, ascoltando playlist sempre diverse.
Un locale che possiamo definire alla moda, alternativo, eclettico, vintage e moderno allo stesso tempo, con piatti tradizionali ma rivisitati in chiave decisamente trendy!
Fuori dagli schemi ma da provare assolutamente!

 
QUI potete vedere un altro mio articolo su un altro ristorante di Ferrara decisamente agli antipodi con questo di cui vi ho parlato oggi! Due facce di una stessa medaglia: la protagonista, lei, Via delle Volte! 

 
Buon lunedì 😁

 

 

 

Indossavo:
Abito: Twin Set
Sandali : handmade Toscana
Borsa Moschino

 

Giovani talenti della moda: la moda sbarca nell’Argentario

FAF72F60-7E9E-4871-9AFC-C290172BD880-658-0000012F4AC87938

 

Sono felice di annunciarvi che anche quest’anno io ed il mio blog siamo media partner della seconda edizione di Forte in Fashion, l’evento estivo che coniuga la bellezza e la moda proposta dai giovani talenti, che si terrà dal 21 al 27 Agosto nell’incantevole cornice di Porto Ercole.

 

 

La moda sbarca all’Argentario anche questa estate, con la seconda edizione di Forte in Fashion, la manifestazione, organizzata da StyleBook con il contributo della Pro Loco di Porto Ercole e il patrocinio del Comune di Monte Argentario, si svolgerà in una spettacolare location, Forte Stella, fortificazione spagnola del Cinquecento che domina il mare da un’altura nei pressi di Porto Ercole.

 
Dopo il successo della sfilata della scorsa edizione, quest’anno Forte In Fashion amplia i contenuti toccando anche la fotografia di moda con la mostra dei giovani talenti dell’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma.
La mostra, aperta al pubblico per tutta la durata della manifestazione, farà da cornice alla sfilata che vedrà in passerella le creazioni di otto designer emergenti della scuderia di StyleBook, il programma sabato 26 agosto.

 
Forte in Fashion diventa un appuntamento fisso dell’estate portercolese, con il duplice scopo di incrementare l’offerta di intrattenimento artistico di alto livello per il turismo di élite dell’Argentario e al tempo stesso di fornire ai giovani talenti della moda una grande occasione di visibilità e di crescita professionale.

 

 

Forte in Fashion
21-27 agosto
Forte Stella – Porto Ercole, Monte Argentario (GR)
Per maggiori informazioni: www.stylebook.it – info@stylebook.it

 

 
Buon weekend 💛

 

Made in glitterchampagne

IMG_9763
E alla fine tutto ti è più chiaro.
Capisci cosa vuoi veramente.
E ti ricordi di quel sogno che sta lì, nel cassetto, già da troppo tempo e forse è arrivato il momento di aprire quel cassetto e far uscire quel sogno..

E finalmente è arrivato il momento di presentarvi le mie creazioni.
Mi piacciono talmente tanto le borse che ho deciso di farle da me.
E ci ho aggiunto pure un cappello.
Ed ho usato tutte le cose che mi piacevano di più, Il colore rosa, lo style country chic ( eh sì, abito in campagna!! ) e ovviamente non potevano mancare i glitter!
Una borsa versatile da usare come borsa mare abbinata al cappello, oppure da sola in città come shopping bag.

Ho sempre amato “creare” e personalizzare ma non avevo mai pensato di farlo per altre persone.
Un pensiero che in realtà mi girava per la testa già da un po’ ma la lampadina mi si è accesa dopo una chiacchierata con una persona e l’argomento in questione era proprio l’handmade ( fatto a mano ) e mi sono detta “ma perché no???”

Da qui nasce il “Made in Glitterchampagne”.

Lo stile che ho deciso di adottare è il country chic.

Il country chic , che è proprio lo stile delle case di campagna, fatto di oggetti semplici, materiali naturali, cibi genuini. Negli allestimenti americani che tanto popolano il nostro immaginario, è spesso associato allo stile di vita dei cowboy, a stivali con gli speroni e cappelli a larga tesa, mentre in Italia è spesso abbinato ad un’atmosfera più casalinga.

Alcuni esempi di oggetti per lo stile country possono essere stivali e cappelli, cesti di vimini e attrezzi da campagna.

Naturalmente prevale il tocco chic !
Così ho customizzato una borsa in paglia fatta a mano ed un cappello a cui ho aggiunto una scritta.

Naturalmente ho in mente tantissime altre idee ed altrettanti progetti!
Seguitemi anche nei miei profili Instagram perché ho in serbo tante piccole sorprese!

Se volete informazioni su come avere questi accessori non esitate a contattarmi!

 

Buona vita a me e buon inizio di settimana a tutti 💛

 
Indossavo:
Top: Shop Kubika online
Jeans: WitBoy
Scarpe: No brand
Borsa e cappello: Made in Glitterchampagne

 

 

Espadrillas 2017

8BCFAB94-F5BE-4165-9A01-F8F153764DFA-278-00000057FA1EA5C9

Ne hanno fatta di strada dalla loro nascita qualche secolo fa sui Pirenei, quando si vedevano solo ai piedi dei contadini. Oggi le famose espadrillas hanno conquistato i guardaroba delle donne, rese famose dal telefilm anni 80 Miami Vice, le ritroviamo anche questa primavera estate 2017 in molteplici interpretazioni.

La maggior parte delle proposte sono rasoterra, come vuole la tradizione ma non mancano anche le varianti più femminili con zeppa. Il tessuto vincente è la classica tela di cotone, ma non sono esclusi altri materiali più preziosi come la pelle e il suede. Mentre le versioni più originali si arricchiscono di borchie.

Non mancano le versioni romantiche con ricami fiorati e cristalli oppure  modelli etnici che sembrano appena usciti da un suk marocchino. Via libera anche a geometrie, pompon e pattern animalier che aggiungono al look una nota di originalità.

 

Colori


Tante le tonalità neutre dal nero, al panna. Vitaminiche quelle multicolor, marinare quelle in versione a righe bianche e blu e rosse e bianche. Per regalare energia anche ai look più semplici le espadrilles si tingono di rosso o di glitter argento.

 

Ve ne avevo parlato proprio QUI in un post di un po’ di tempo fa!

Che ne pensate?

Vi auguro uno splendido weekend 😀

 

Translate »