Glitter & Champagne

Fashion & Lifestyle

Tutorial make-up per un trucco sempre al top

img_7082

Quante volte vi sarete chieste come fanno certe persone a truccarsi così bene, da sole, senza avvalersi di un make-up Artist?
Beh io me lo sono chiesta spesso!
Ho sempre ammirato ( e diciamolo pure, anche invidiato ) quelle ragazze che riescono a fare tutto da sole, utilizzando quei piccoli accorgimenti necessari a far sì che il loro trucco sia impeccabile, senza macchie o sbavature, non troppo pesante (ma nemmeno troppo leggero) naturale, ma curato nei minimi dettagli!

Per non parlare del make-up adatto per un servizio fotografico: sappiamo bene infatti che per le foto il trucco deve essere un po’ più marcato, altrimenti non si vedrebbe e noi sembreremmo assolutamente struccate. Ok, peccato che l’effetto “mascherone” sia dietro l’angolo!

Fino a qualche tempo fa ero convinta ( illudendomi o autoconvinvendomi) di sapermi truccare bene, fino a quando vedendo qualche foto di altre colleghe blogger, qualche dubbio mi è sorto!
Così da autodidatta ho iniziato a studiare qualche tutorial trucco, come quello degli esperti Maybelline che ho trovato in rete e devo dire che mi sono appassionata moltissimo, in quanto ho scoperto degli accorgimenti per valorizzare o al contrario nascondere/mascherare imperfezioni o difetti, piccole oculatezze che credevo difficilissime da realizzare, ma che invece sono assolutamente fattibili da ognuna di noi.
Devo dire che ora il mio make-up è diverso, sto utilizzando prodotti e tecniche che non conoscevo ma che valorizzano molto di più, in base alle varie occasioni, ad esempio un trucco da giorno piuttosto che un make-up da sera o per fare delle foto, oppure il rossetto, il blush o l’ombretto più adatti per il nostro incarnato.

A volte ci si rende conto che basta davvero poco per migliorare il nostro aspetto e far risaltare il nostro viso, mettendo in evidenza ad esempio gli occhi e nascondendo i nostri difetti come potrebbe essere un naso importante o zigomi troppo pronunciati, magari facendo cadere l’attenzione proprio sul nostro punto di forza.

E voi ragazze? Come ve la cavate con il make-up? 💋💄

Come mixare gli anni 60, 70 passando per gli 80 e arrivando al terzo millennio ?

img_7073

Dalle passerelle per l’autunno inverno abbiamo trovato riferimenti agli anni 60, 70 ed anche 80, però con uno stile chic, più o meno bohemienne, più o meno hippie, ma sempre con un’allure di sofisticata eleganza.

La moda ci permette di ritornare indietro nel tempo ed indossare capi ispirati al look vivace dei favolosi anni ‘70 e quei capi eleganti e raffinati tipici degli anni 60.
Per ricordare il mood vintage di quegli anni non dobbiamo più guardare con nostalgia le foto delle nostre mamme o nonne, ma lasciarci ispirare dalle passerelle dell’ultima stagione per capire che il must sarà proprio lo stile geometrico tanto in voga negli anni ’70. Parola d’ordine dei Seventies: colore! Sì, il colore trionfava in tutte le sue sfumature, anche quelle più accese. E come dimenticare le famose stampe geometriche, diagonali, rette, con rombi o triangoli che caratterizzava tutti gli abiti Seventies’ style? Anche il tema floreale era ricorrente: piccoli o grandi i fiori, assieme ai motivi geometrici, rappresentavano il simbolo di una moda libera e trasgressiva.

Come essere una Seventies’ girl
Come avere un perfetto look anni ’70? Lo stile era un po’ gipsy, le gonne si portavano rigorosamente svasate e i pantaloni a zampa di elefante; gli stilisti hanno riproposto questo trend con le “tute”, salopette o meglio jumpsuit che ricordano perfettamente quelle portate dalle ragazze in quegli anni, magari in denim, sebbene i colori riproposti oggi siano meno intensi. Anche i pantaloncini sono nati in quegli anni e la vita era decisamente alta; oggi possiamo indossare shorts sia d’estate che d’inverno. Oltre agli hot pants, che venivano spesso ricavati da vecchi jeans, possiamo riprodurre il mood vintage scegliendo un capo sempre in voga: la minigonna, che sia corta o cortissima, ormai è entrata nel nostro guardaroba come pezzo forte di un look sexy e femminile.
Gli anni 70 continuano a influenzare la moda di oggi: tutti i più grandi stilisti, amanti della creatività che si respirava in quegli anni, cercano di imitare e rendere attuali i modelli e i capi che si portavano in quel magico decennio.

Scarpe e accessori in stile anni ’70
Gli accessori, le acconciature, per non parlare delle scarpe, tutto risente dell’influenza della moda di quegli anni tornati prepotentemente attuali. Abbiamo ammirato sulle passerelle zeppe altissime e coloratissime: un modello di scarpe che trionfava ai piedi delle nostre mamme o nonne, ora più che mai attuale, sarà un must della prossima estate assieme alla versione rivisitata dei mitici zoccoli di legno o clogs, che da sempre sono il simbolo delle scarpe anni ’70. E per un look più casual torna la bandana, riproposta oggi in versione hair-band sempre coloratissima da portare sulle chiome sciolte per uno stile hippy-chic.

Mentre i ’60 si caratterizzano per i raccolti, chignon e code di cavallo in forme e fogge diversissime, negli anni Settanta la voglia di libertà investe anche le acconciature, che si liberano da qualunque legame. I capelli cadono sciolti e lunghi sopra e oltre le spalle, con finiture più o meno ordinate.

Quello che vi propongo oggi è un mix con ispirazione a diversi decenni: dagli anni 60 del bolerino a pois con manica a tre/quarti con l’allacciatura solo sopra, alla camicia con stampa geometrica dai colori accesi che vanno dal rosa, al mattone al rosso ed al nero, ai pants culotte a vita alta proposti nelle ultime stagioni, al mocassino con frange portato con un calzino glitterato che fa molto anni 80..
Anche la borsa è un classico mood ripreso dagli anni passati.
Una sorta di mix and match tra le varie epoche e stili del passato.

Vi auguro un buon inizio di settimana

 

 
Indossavo:
Bolero: Kocca
Camicia: Jucca
Pantaloni: Mixeri’
Scarpe: Carmen’s
Calze: Calzedonia
Borsa: Café Noir
Occhiali: Marc Jacobs

 

Aeronautica Militare: in volo verso la prossima primavera/estate 2017

img_7020

Martedì 15 novembre si è tenuta, nei saloni dell’Aeronautica Militare Italiana di Piazza Novelli a Milano, la presentazione per la stampa della collezione Primavera Estate 2017 del brand Aeronautica Militare.

L’evento, che ha anticipato di qualche mese le presentazioni dei vari brand, ha proposto un insieme di capi maschili e femminili, come Aeronautica fa da sempre. Il tema della presentazione sembrava essere incentrato sulla “leggerezza” e voler richiamare, in qualche modo, l’idea del volo. La linea infatti si è rivelata fresca, giovanile, dinamica, ma anche minimalista, contemporanea, senza dover rinunciare all’eleganza ed al glamour. Il tutto personalizzato dai consueti stemmi e loghi dell’Aeronautica e delle Frecce Tricolori.

Colori neutri quindi e qualche pastello, i classici per il guardaroba femminile, che possono essere abbinati facilmente. Una linea molto easy ed accattivante, che potrebbe risolvere molti problemi di look, sia al lavoro sia nel tempo libero.
Colori più decisi, invece, per l’uomo amante del comfort ma attento anche alle tendenze del momento.

La qualità dei capi e degli accessori è quella che contraddistingue il marchio: ottimi cotoni, pellami morbidissimi, tessuti leggeri e resistenti nel classico stile degli appassionati del settore… e non solo! Infatti oggi l’Azienda si è ritagliata una buona fetta di mercato ed apprezzamenti e, pur mantenendo inalterato il suo stile classico, non disdegna di accompagnarsi con quelle che sono le proposte lanciate dai grandi marchi di abbigliamento.

Le borse e le calzature sono apparse come il simbolo dell’unione tra moda e praticità.

Pittoresco anche l’allestimento in uno degli ampi saloni del palazzo dei Generali, dalle facciate in laterizio con finestre bordate in marmo, nel quale essenziali stands, posizionati ai lati della stanza, si sono offerti come rami ad ospitare i vari capi, in uno scenario quasi boschivo. Pochissima l’illuminazione, focalizzata esclusivamente sulla presentazione, tanto da oscurare tutto il resto.

 

Un ringraziamento particolare va a Parade per averci invitato all’evento press day di questo brand.

                                                                                             Chiara Danella P.R. Glitter & Champagne Blog

Dai cavalieri medievali a Pretty Woman: gli stivali overknee

img_6981

Gli stivali alti, o overknee, sono la tendenza più amata e seguita dell’autunno inverno. Con il loro aspetto sexy queste calzature saranno un must per l’inverno 2017, ma alcune donne si domandano se possano permetterseli e soprattutto come indossarli al meglio.
Ne troveremo in pelle, in camoscio, in suede, con tacchi altissimi o assolutamente flat. Alti fin sopra al ginocchio o leggermente sotto.

Il primo consiglio, fin troppo ovvio, è mettere gli stivali overknee abbinandoli a gonne o vestiti corti. In questo modo non solo si valorizzerà questo modello, ma gli stessi stivali aiuteranno a slanciare la figura.

Un’altra opzione sarà quella di abbinarli a jeans skinny o leggings
Se non si vuole indossare la gonna e si preferisce il calore sicuro dei pantaloni, il modo migliore per abbinarli a degli stivali overknee è quello di sceglierli stretti. Dei pantaloni strecht, come gli skinny jeans per esempio, aderiranno meglio alle gambe e si potranno infilare sotto gli stivali. Il binomio pantaloni stretti e stivali alti darà un’immediata aria sexy, slanciando la figura. In alternativa si possono scegliere dei leggings.

Sapevate che questi stivali sono ispirati ai modelli di calzature maschili in questo caso portati dai cavalieri dal medioevo fino all’età moderna?
Attributo tipico e stereotipato della professione più vecchia del mondo, gli stivali lunghi sono stati sdoganati e diventati popolari nei primi anni 90 grazie anche al film “Pretty woman” con Julia Roberts.

Io ho scelto uno stivale alto ( ma non altissimo) di pelle nera, assolutamente flat, che ho abbinato ad un mini abito stretch e ad una mantellina color avorio.

Probabilmente non sono ancora “pronta” per la versione overknee altissima o con il tacco, andiamo per gradi, ho quindi preferito optare per questa versione, forse un pochino più sobria ed adatta alla poco coraggiose come me!

Buon lunedì e buon overknee a tutti voi ❤️

 

Indossavo:
Abito: No brand
Stivali: Carmen’s
Borsa: Gabs
Mantella: No brand
Occhiali: Marc Jacobs

 

Combattere lo stress si può ?

img_6931

Lo stress detto anche la malattia del secolo, alzi la mano chi non ne è mai stato afflitto!

I sintomi dello stress sono ormai noti alla maggior parte di noi: confusione mentale, frequente sensazione di stanchezza generale, accelerazione del battito cardiaco, difficoltà ad esprimersi, irritabilità, difficoltà di concentrazione, insonnia, sensazione di noia nei confronti di ogni situazione, senso di frustrazione; questi piccoli sintomi possono essere anche più gravi, fino a sfociare in veri e propri attacchi di ansia, di panico, disturbi del sonno, crisi di pianto, depressione, abbassamento delle difese immunitarie, dolori muscolari, crampi allo stomaco, frequente bisogno di urinare, colite, diabete, ipertensione, cefalea ed ulcera.

Quando ci troviamo in una situazione in cui ci è richiesto uno sforzo maggiore rispetto a quello a cui siamo abituati, a livello fisico si verificano diversi cambiamenti: innalzamento del livello di adrenalina e di ossigeno nel sangue, la respirazione si fa sempre più superficiale, diminuisce la secrezione salivare, aumenta la tensione muscolare e la produzione di cortisolo, conosciuto anche come l’ormone dello stress.

Una giornata alle terme. Ecco come curare lo stress, con massaggi e terapie olistiche, che sono utili per rilassare mente e fisico.
Le acqua termali hanno la capacità di determinare il rilascio di beta endorfine, le quali stimolano il benessere generale del corpo. L’idroterapia è perfetta per un recupero efficace per strappi muscolari. Non mancano percorsi dedicati al recupero dalle infezioni delle vie respiratorie.

Ma alle terme si può curare anche lo stress. La terapia dell’acqua, dei fanghi, delle docce aromatizzate rilassano l’organismo e soprattutto la mente. Relax puro per un’intera giornata: sia in inverno che in estate. Le terme sono ideali per aiutare il fisico a mantenere o migliorare il proprio equilibrio psicofisico. 
Anche i massaggi emozionali che stimolano i punti del corpo migliori per creare un rilassamento generale del corpo. Curare lo stress alle terme è un ottimo modo per rigenerarsi.

Le terme romane erano edifici pubblici con impianti che oggi chiameremmo igienico-sanitari. Questi edifici sono i precursori degli impianti odierni e rappresentavano uno dei principali luoghi di ritrovo durante l’antica Roma.
Nella maggior parte dei casi le terme erano accessibili sia ai ricchi sia ai poveri; non c’erano quindi classi diverse di terme in base alla ricchezza.
Le prime terme nacquero in luoghi dove era possibile sfruttare le sorgenti naturali di acque calde o dotate di particolari doti curative. Col tempo, soprattutto durante l’età imperiale, si diffusero anche dentro le città, grazie allo sviluppo di tecniche sempre più evolute di riscaldamento delle acque.
Le attuali terme (anche stabilimenti termali o Spa) sono edifici, pubblici o privati, situati in corrispondenza di sorgenti termali e dotati di impianti per la somministrazione di idroterapie. L’acqua erogata dalla sorgente termale è calda, con temperature che possono arrivare anche a 100 °C, e di origine profonda, legata a passati fenomeni vulcanici.

Lo scorso week end l’ho dedicato esclusivamente al relax psico-fisico recandomi alle terme, oltre al benessere che procura l’acqua calda a 38 gradi, ho deciso di provare uno dei trattamenti della SPA, i trattamenti five colors ( cinque colori), dove ad ogni colore corrisponde un principio attivo.
Io ho scelto il colore bianco, un microscrub all’argilla, detossinante, ai gusci silicei, ma inutile dire che li avrei provati tutti!

Vi vorrei poter dire che l’effetto relax è durato per giorni e giorni, ma in realtà così non è stato, infatti già con l’inizio della settimana l’effetto benefico è svanito come per magia.
Forse servirebbe un massaggio al giorno, ma visto l’impossibilità della cosa cerchiamo di ritagliarci qualche spazio per noi per poterne uscire rigenerati fisicamente e mentalmente.

Buon relax 😊

 

 

 

College style

img_6942

Look da studentessa modello, perfetto per ogni occasione. La donna del 2016/2017 ritorna collegiale. La moda da “finta puritana” conquista le passerelle e regala al gentil sesso un allure bon ton.

Gli stilisti hanno proposto lo stile collegiale, per la stagione fall winter in numerose sfilate, prendendo ispirazione dalle famosissime divise delle scuole americane.
Lo stile collegiale è adatto non soltanto  alle più giovani che siedono ancora fra i banchi di scuola, ma può essere rivisitato e indossato anche alle donne che lavorano.
I capi per antonomasia che costituiscono il preppy style sono la camicia bianca, il giubbotto da baseball, la gonna tartan, sia corta che lunga fino alle ginocchia, i gambaletti o le calze parigine e l’immancabile pullover smanicato con lo stemma della scuola.
Come indossare tutti questi capi senza sentirsi fuori luogo? Gli stilisti hanno inserito nelle loro collezioni capi dallo stile collegiale rendendoli adatti alla vita di tutti i giorni. Gonne a pieghe tinta unita da indossare con camicie a righe, mini skirt in tartan con pullover mono colore, blazer scozzesi perfetti con i pantaloni dal taglio maschile. Pullover e felpe con collo a contrasto.
I colori predominanti del Preppy Style sono l’azzurro, il bianco, il rosso, il verde bosco, il blu e il grigio.
Per quanto riguarda le scarpe, il modello Mary Jane , i mocassini da uomo, le stringate e le sneakers creepers sono perfette da indossare con lo stile collegiale.
Immancabile la borsa postina simile alle cartelle che venivano utilizzate negli anni ’50.

 

E’ uno stile facile da ricreare, basta mixare gonnelline tartan e cardigan, calzettoni, e cravatta anche per lei.
Prada e Miu Miu. Il marchio giovane usa spesso l’eco college come base per giocare al gioco della bambina “Sbagliata”, più seduttiva che mai, spesso presentata in passerella con tutto un po’ più corto e un po’ più piccolo.

 

Oggi vi propongo la mia rivisitazione del college style, con un abitino nero la cui gonnellina plissettata è stata abbinata anziché al classico giubbotto da baseball ad un più attuale giubbino in denim, ma non potevano mancare le scarpe inglesine stringate e la borsa cartella .

 

Che dite, vi piace questo stile? A me moltissimo!
Buon lunedì ❤️

 

 
Indossavo:
Abito: Tricky
Giubbino: Wit boy
Scarpe: Carmen’s
Borsa: Gabs
Occhiali: Marc Jacobs

 

 

Thalasso scrub e gel anticellulite

img_6895

L’estate è da poco trascorsa e possiamo rilassarci un po’ prima che parta di nuovo l’ansia della prova costume!
Io però credo sia importante giocare d’anticipo per non trovarsi un paio di mesi prima a dover correre ai ripari con pessimi risultati.
Di cosa sto parlando? Della nostra tanto odiata cellulite!
Ma cos’è esattamente la cellulite?

 

Origine della cellulite
L’origine della cellulite non è ancora esattamente chiarita, anche se alcuni elementi sono fortemente indiziati di essere fattori che ne favoriscono il processo di formazione. I principali sono:
* Aumento della permeabilità capillare e insufficienza dell’apparato circolatorio;
* Fattori genetici o predisponenza ereditaria;
* Eventi di natura ormonale (gravidanza, adolescenza, menopausa, etc.);
* Alimentazione eccessiva e scompensata;
* Vita sedentaria e mancanza di esercizio fisico;
* Scompensi psicologici, stati d’ansia e d’angoscia, stanchezza psicofisica;
* Intossicazione da fumo, alcolici e da medicinali.
Questi fattori sono sinergici nell’accelerare il processo della cellulite.
Ogni trattamento cosmetico sarà sempre insufficiente se non si minimizzano alla radice le cause.
La cellulite e l’adiposità localizzata o generalizzata
Va premesso che la cellulite è una disfunzione che colpisce quasi esclusivamente le donne e quasi sempre in situazioni di sovrappeso, per cui si potrebbe facilmente dedurre che un aumento del peso corporeo sia un motivo sufficiente per scatenare il processo della cellulite.
Questa affermazione non ha trovato conferme, in quanto soggetti obesi possono non avere cellulite, che invece può essere presente in soggetti magri. Va tuttavia reso noto che in circa l’ 80% dei casi la cellulite è concomitante a una situazione di adiposità localizzata; è altrettanto noto che ogni incremento di peso corporeo peggiora le condizioni di stasi circolatoria dei capillari e delle vene. In pratica il sovrappeso crea condizioni di difficoltà alla circolazione e questa è la prima causa dell’insorgere della cellulite, per cui la cura di questa non può prescindere da una diminuzione della massa adiposa.

Mi è stato così chiesto di testare e scrivere una recensione di due prodotti studiati proprio per ridurre ed eliminare questo problema! Sono il thalasso scrub Geomar ed il gel effetto urto anticellulite Geomar

THALASSO SCRUB
Rinnovamento Cutaneo Profondo EFFETTO PELLE NUOVA
Il Thalasso Scrub GEOMAR è un prodotto esfoliante in grado di rimuovere dalla cute cellule morte ed impurità, regalando una pelle morbida, luminosa, levigata e idratata grazie all’azione degli ingredienti naturali in esso contenuti:
* SALE MARINO: rinnova l’epidermide attraverso una delicata azione esfoliante
* OLI EUDERMICI DI MANDORLA E GERME DI GRANO: nutrono la pelle ed aumentano l’elasticità dei tessuti
* OLIGOELEMENTI DEL MAR MORTO: restituiscono alla pelle luminosità ed elasticità
* OLI ESSENZIALI DI ARANCIO E MANDARINO: sviluppano un aroma rilassante per il benessere psico-fisico della persona
Svolge una spiccata azione preparatrice della pelle a ricevere i successivi trattamenti di bellezza, favorendone la penetrazione nei tessuti e massimizzandone i risultati. Se ne consiglia l’utilizzo in sinergia con il Fango D’Alga Oceanica o con le Creme contro gli Inestetismi della Cellulite GEOMAR. 
GEOMAR Thalasso Scrub è un ottimo preparatore della pelle all’esposizione al sole in quanto favorisce un’abbronzatura luminosa, uniforme e duratura.

I segreti del Mar Morto e di GEOMAR
Il Mar Morto è una miniera di salute e fonte di bellezza grazie alla straordinaria combinazione di oltre 25 tipi di minerali e oligoelementi che caratterizzano le sue acque.
La sua composizione, considerata unica al mondo, rivela infatti una notevole concentrazione di potassio, calcio, ferro, magnesio, sodio, zinco, zolfo, iodio, etc. e le diverse materie estratte dalle sue profondità (alghe, sali e fanghi soprattutto), trovano oggi ampio impiego in cosmetica proprio per gli spiccati benefici ed effetti che svolgono sulla pelle. La linea di prodotti Geomar, sfruttando le risorse di questo mare unico al mondo, utilizza i suoi preziosi elementi per poter ricreare l’ “effetto mare” a casa, con trattamenti rigeneranti, snellenti e depurativi, per il totale benessere del corpo.

CREMA-GEL EFFETTO URTO
Contro gli Inestetismi della Cellulite Resistente
La Crema Effetto Urto GEOMAR è una crema-gel specifica per combattere gli inestetismi della cellulite, anche nei casi di cellulite resistente.

La sua formula innovativa, studiata per intervenire sui punti più critici come cosce, glutei, pancia e braccia, contiene principi attivi naturali che svolgono, già dalle prime applicazioni, molteplici azioni benefiche sulla pelle:
* ESCINA: aiuta a migliorare la microcircolazione
* CAFFEINA ED ESTRATTI DI ALGHE PURISSIME: stimolano un’efficace azione lipolitica
* ESTRATTI DI SALVIA E DI CENTELLA: rinforzano le pareti dei capillari
* PROTEINE VEGETALI: favoriscono il rassodamento e conferiscono alla pelle un aspetto più compatto
* DERIVATI AD ALTA CAPACITA’ IDRATANTE: idratano e nutrono la pelle
* OLIGOELEMENTI DEL MAR MORTO: Restituiscono alla pelle luminosità ed elasticità
Dopo aver provato questi prodotti posso dire che:
Lo scrub è ottimo con un buonissimo profumo, sembra quasi un prodotto professionale ( quelli che si trovano nei centri estetici o alle terme per intenderci) che lascia la pelle estremamente morbida e vellutata.
Sono sicura che usato con costanza un paio di volte a settimana, lasciandolo agire qualche minuto prima di sciacquarlo, ci aiuterà ad avere una pelle morbida, ad avere un rinnovamento cellulare e quindi ad attivare la circolazione per ridurre la cellulite . Ovviamente si può usare su tutto il corpo e non solo sulle gambe e glutei.

Per quanto riguarda la crema effetto gel anticellulite posso dire che è facile da stendere, non unge troppo, da un piacevolissimo effetto rinfrescante e in più all’interno della confezione troverete un foglietto illustrativo che spiega come utilizzarlo con dei facili massaggi.
Parliamoci chiaro: sono convinta che la cellulite più profonda e radicata non se ne andrà con una crema o con un gel, ma sono anche convinta che se usata con costanza ( non un giorno si e tre no ma tutti i giorni ) abbinata ad uno stile di vita sano e ad una alimentazione ed idratazione corretta, ridurrà notevolmente questo inestetismo .
Io mi sono già portata avanti e lavorando spesse ore al giorno seduta oltre a fare un po’ di sport, sicuramente userò di nuovo questi prodotti che ho trovato molto buoni, che contengono prodotti naturali e che hanno un giusto rapporto qualità-prezzo.

 

Voi che fate? Seguirete il mio consiglio sul giocare d’anticipo ? 😃

 

Halloween with tulle

img_6866

Ed è di nuovo lunedì, un altro inizio di settimana che si preannuncia intensa e fitta di impegni ( ma per fortuna domani è un giorno di festa e di relax)

Un altro mese, quello di ottobre, che ormai volge al termine oggi infatti è il 31 e stanotte sarà la notte delle streghe, quella di Halloween, che però io non sento molto come festività, visto che l’abbiamo ereditata dai cugini americani e quindi non ci appartiene ed infatti da parte mia non è molto sentita!

Per quanto riguarda questo mese, che si conclude oggi, devo dire che è stato ricco di impegni, imprevisti e colpi di scena, c’è aria di cambiamento nell’aria e tante novità .
A tal proposito avete già letto la mia intervista per Stampaprint? Se ve la siete persa la potete rileggere QUI.

Oggi ho deciso di proporvi un Look che ho molto amato, con un must protagonista anche della prossima stagione, la gonna di tulle, che avevo acquistato qualche mese fa e che ho adorato dall’inizio alla fine, di un rosa cipria molto delicato ( l’avevo già indossata per un servizio fotografico QUI ) però ho deciso di contrapporre al romanticismo di questa gonna qualcosa di più “strong” come un giubbotto di pelle nero.
Per mantenere però tutta la delicatezza del Look ho optato per delle sneakers “sbrilluccicose” con paillettes a stampa militare ed una maxi bag che mi piace un sacco, molto simpatica e spiritosa.

Il tessuto tulle, che non è altro che una specie di garza, fino a poco tempo fa veniva usato solo per determinati usi come per l’abbigliamento delle ballerine di danza classica o per confezionare i sacchettini di confetti delle bomboniere.

Oggi divenuto ormai un must have, si usa nel campo della moda per le gonne: lunghe, corte e di tutti i colori.

Che ne pensate di questo tessuto? Promosso o bocciato?

 

Vi saluto, arrivederci a novembre e buona notte di Halloween 🎃

 

 

Indossavo:
Gonna: No brand
Giubbino: Liu Jo
Scarpe: Café Noir
Borsa: Gabs
Occhiali: Marc Jacobs

 

I have a dream

35755206-6aa6-44ed-9dee-97202bd779f2-660-0000014c92bc3885_tmp

Ho iniziato a sognare..
Sì, avete letto bene: nel periodo che va da novembre ad aprile, io sogno tantissimo!
E cosa sogno?
Sogno mete lontane, isole dalla sabbia bianca e dalle acque cristalline, palme da cocco e spiagge tropicali dove sorseggiare cocktail con gli ombrellini colorati, frutta tropicale servita a bordo piscina, resort a cinque stelle dove l’unico pensiero sarà decidere il menù della cena cucinata dai migliori chef e tanto tanto sole che ci colora la pelle facendola diventare ambrata.

Eh sì, perché io sono già in deficit di sole! Ormai chi mi conosce lo sa che in autunno/inverno e cioè quando la luce del sole scarseggia ( anzi è proprio assente ) e tutto quello che ci circonda diventa monocolore ( cioè grigio ) io sento proprio la necessità della luce del sole, del calore sulla pelle, dei colori del mare e della sabbia..

Quindi sono sempre a caccia di nuove mete, nuovi posti, e resort, perché è vero che viaggiare è bello ma se si può fare una vacanza di qualità, all’insegna del comfort e del benessere, è ancora meglio!
Girovagando per il web mi sono imbattuta in isole caraibiche e resort che facevano proprio al caso mio. Le isole che sto puntando da un po’ sono Guadalupa, Martinica e Turks e Caicos.
Ed è così che ho scoperto Club Med.

Qui infatti ho trovato tantissime offerte all inclusive nei Caraibi e nelle Antille Francesi, meravigliosi panorami affacciati sul mare cristallino, luoghi magici immersi in giardini tropicali, dove si può godere di relax e massaggi o trattamenti di bellezza, oppure fare kite-surf o canoa, immersioni a ridosso della barriera corallina per poi concedersi un’ottima cena magari sulla terrazza vista mare del resort.

Ovviamente ci sono tantissime altre mete in tutto il mondo: Nord Africa, oceano indiano, nord e centro America, Europa, Asia, per tutti i gusti, più di 80 resort sparsi in tutto il globo!
Inutile dirvi che io andrei ovunque, la mia valigia è sempre pronta !

Credo di aver trovato un ottimo sito, una vacanza di qualtà è assicurata! Ed ora non mi resta che organizzare il mio viaggio!

Buon week end 😊

 

Beatles english style glam rock

img_6838

Continua la sperimentazione su nuovi stili ed accessori.
Nel post della settimana scorsa avevo provato a cimentarmi in uno stile che forse non era proprio il mio, vi ricordate? Per chi se lo fosse perso lo può rivedere QUI

Credo che a volte sia bello provare cose nuove, cambiare e modificare ciò che noi pensiamo sia il “nostro stile”, perché spesso questo ci serve a capire se il cambiamento ci può migliorare o in caso contrario si può sempre tornare sui nostri passi magari modificando anche solo leggermente qualcosa.

Come avrete capito, mi piace spesso cambiare ( basta guardare ciò che combino con i capelli!) sono in continua evoluzione, non so stare ferma … MAI!
Per l’abbigliamento e gli accessori vale la stessa cosa, mi piace provare e anche osare, avere lo stesso stile sempre non fa per me, mi annoierei tremendamente!

Oggi ho optato per un abito un po’ glam rock ( l’avevo già indossato QUI) composto da un bustino in tessuto elasticizzato e da una gonna di pizzo nero su fondo neutro.
A questo ho poi abbinato degli stivaletti beatles english style, un cappello di feltro blu ed uno zainetto di pelle nera.

Che dite, esperimento riuscito?
Buona settimana 😊

 

 
Indossavo:
Abito: Liu Jo
Scarpe: Nero Giardini
Zaino: Café Noir
Cappello: No brand
Occhiali: Rayban

 

Translate »