Glitter & Champagne

Fashion & Lifestyle

Perché l’abito lungo in estate funziona? Oggi ve lo spiego!

Vi siete mai chieste come mai ogni anno in estate tornano i long dress?

Perché l’abito lungo piace così tanto ?

Oggi ve lo spiego in questo articolo.

Partiamo dal fatto che negli ultimi anni l’abito lungo come le gonne lunghe, sono di gran moda anche nella stagione invernale, ma senza ombra di dubbio i maxi dress spopolano nella stagione estiva.

Dai un’occhiata QUI per qualche idea in più !

  • Come mai piacciono così tanto ?

Semplice! Perché sono leggeri, freschi, comodi e con un solo abito risolviamo il dilemma di abbinamenti sopra, sotto, colori ecc..

Ad esempio, se state preparando la valigia per le vacanze, con gli abiti lunghi ottimizzerete lo spazio del vostro bagaglio.

  • Quali sono i modelli e le stampe più in voga quest’estate?

Sicuramente un trend del 2018 è quello dell’abito lungo a stampa floreale, super colorato, ma restano i grandi classici come i long dress bianchi ( il bianco per l’estate è un evergreen!) o a tinta unita.

  • Posso indossare l’abito lungo sia di giorno che di sera?

Assolutamente si!

I maxi dress sono molto versatili, si prestano bene sia per il giorno, magari preferendo le stampe floreali o il classico bianco, mentre per la sera in tinte forti come il rosso o il blu. Il classico abito lungo nero è sempre di gran classe!

  • A chi sta bene l’abito lungo?

Direi un po’ a tutte.

Se abbiamo forme un po’ abbondanti, fianchi larghi o la pancetta vanno benissimo.

Ovviamente dovranno essere morbidi e non aderenti.

  • Posso indossarlo anche se non sono alta?

Se vogliamo slanciare la figura un bel sandalo con il tacco è quello che ci vuole.

Per il giorno possiamo tranquillamente indossare un sandalo flat o le sneakers.

Quest’anno un grande successo è per gli scamiciati, lunghi fino alla caviglia, con tanti bottoncini come una camicia e con la cintura in vita.

Ovviamente lo stesso abito lungo, con un po’ di fantasia, potrete usarlo sia di giorno che di sera, basterà cambiare gli accessori come la cintura, scarpe, borsa e magari anche i bijoux come collana ed orecchini.

Di maxi dress vi avevo già parlato anche QUI.

Vi lascio un po’ di foto per avere qualche idea in più !

Inutile dirvi che io adoro l’abito lungo.

Buon lunedì 💜

 

Indossavo:

Abito: Almagores ( Gaudi’)

Borsa: Moschino

Cintura: Mixeri’

Sandali: Café Noir

 

Capri Style: come vengono fatti i famosi sandali capresi?

Oggi vi voglio parlare di un must per eccellenza, una cosa alla quale proprio non potevo resistere e che dovevo avere assolutamente! I famosi sandali capresi!

L’origine dei sandali capresi pare risalga all’epoca romana, quando l’imperatore Tiberio portò questo tipo di calzatura anche a Capri, ovviamente col passare del tempo sono cambiate le forme, i materiali, i colori , aggiunto tacchi o bijoux.

Sono stata a Capri tre volte e l’ho amata profondamente, trovo che sia una perla, QUI e QUI vi faccio vedere un po’ dell’isola azzurra, non è difficile immaginare perché la chiamano così !

In estate e soprattutto quando sono in vacanza, difficilmente indosso i tacchi, preferisco essere comoda e trovo che i sandali capresi siano il giusto compromesso tra praticità ed eleganza.

Negli anni 70 tutta Hollywood sceglieva quest’isoletta per trascorrere le vacanze e personaggi del calibro di Jaqueline Kennedy, Brigitte Bardot  o Sophia Loren hanno indossato questa calzatura che ancora oggi rimane in auge! 

Tempo fa su un sito lessi queste parole che ora vi propongo ” Il sandalo caprese è l’irrinunciabile calzatura di tutti i popoli del Mediterraneo che a Capri diventata mito”…

Beh, che dire! E’ proprio così, quindi un pomeriggio mi sono dedicata allo shopping caprese e fu così che girovagando per le variopinte viuzze del centro in via delle Botteghe, ho scoperto un negozietto davvero carino, si chiama Capri Style.

Un tripudio di colori, di modelli  e di accessori vari.

Una volta entrata la proprietaria mi spiega che sono realizzati a mano, ovviamente con materiali made in Italy e vero cuoio al 100% ed anche la bigiotteria è incollata a mano una per una.

Alcuni modelli hanno veri cristalli Swarovski.

Io naturalmente ho optato per un sandalo gioiello, che è veramente un prezioso.

Vi propongo alcune foto, sia del negozio, che dei sandali, dei vari accessori ed anche dei vip che negli anni 70 hanno indossato questa calzatura.

Ringrazio il negozio Capri Style per la disponibilità.

Buona giornata a tutti voi!

 

Come vestirsi per andare in spiaggia? 9 look per essere fashion anche in spiaggia!

Come vestirsi per andare in spiaggia? 

Finalmente sono arrivate le tanto attese e sospirate vacanze.

L’80% dei vacanzieri predilige le località di mare ( io sono ovviamente tra questi!). 

Già ma cosa mi metto? Come vestirsi per andare in spiaggia?

Sono domande molto frequenti, specialmente se come me amate la moda e ci tenete ad essere sempre in ordine anche in vacanza e non solo in città.

Ricordatevi che solo perché siete in ferie non siete giustificate a buttarvi addosso la qualunque per recarvi a fare una passeggiata sul lungomare o per andare in spiaggia.

Anche le riviste di moda spesso ne parlano, a tal proposito leggete QUI.

Oggi voglio farvi vedere qualche look da mare e da spiaggia e magari regalarvi qualche spunto per le vostre imminenti vacanze.

 

Partiamo?

Primo look:

Molto molto easy e basic, short in denim, canotta e borsa in paglia con i pon pon.

Ricordo che gli short sono concessi al mare e, a meno che non abbiate diciott’anni, mai in città!

Secondo look:

Per una passeggiata, magari al tramonto per un aperitivo sul lungomare, un abito in leggero cotone, a righe, sneakers e maxibag.

Anche per andare in spiaggia potrete usare quest’abito e al posto delle sneakers dei sandali rigorosamente flat.

Terzo look:

Un leggero e fresco abito bianco Zara, con ricami rossi e balza in fondo, sandali alla schiava allacciati alla caviglia. 

Questo abito è della scorsa collezione, guarda come l’ho indossato QUI.

La borsa è a forma di pacchetto di sigarette, la simpatica bag di Moschino.

Quarto look:

Short bianchi in cotone, blusa decorata con le ciliegie, ciabatte rosa fucsia in raso.

A completare il Look un grande cappello di paglia.

Ricordo che le ciabatte specialmente se in gomma, non sono mai da indossare in città, ma solo ed esclusivamente al mare o piscina.

Quinto look:

Non può assolutamente mancare il kaftano copri costume, indiano come il mio, in lino o cotone leggero. La grande bag  ed il cappello in paglia.

Invece delle solite infradito, prova con le espadrillas, che fanno tanto estate anni ‘80, ma che sono di gran tendenza.

Sesto look:

La jumpsuit ritorna protagonista anche in questa stagione e quella con stampa “maiolica” fa molto estate.

Ho abbinato delle ciabattine con perle e Swarovski di Cafe’ Noir ed una borsa vintage. Anche gli accessori come le collane nei toni del bianco sono molto adatti all’estate.

Settimo look:

Abitino leggero leggero verde, espadrillas a righe che richiamano il verde dell’abito, il cappello di paglia e i Rayban Aviator che danno il tocco finale per poter dire “Oh finalmente adesso è estate!”

Ottavo look:

Abito bianco fresco e leggero di cotone. Il bianco per la spiaggia è davvero adattissimo, primo perché non attira troppo il sole e secondo perché il bianco è il colore dell’estate per eccellenza.

Maxi cappello in paglia e infradito Havaianas ( da usare solo ed esclusivamente per la spiaggia !)

Ultimo look:

Di gran tendenza sono i copricostumi in crochet, ovvero fatti con lavorazione all’uncinetto, tipo il centrino delle nostre nonne.

Una grandissima bag in paglia di un bel verde acido e sandaletti super flat bianchi e argento.

Come potete vedere da queste foto a volte basta davvero molto poco per essere di classe e non trasandate, anche se ci rechiamo in spiaggia.

È facile no?

Siete convinte ora?

Vi ricordo che se avete dubbi sul vostro abbigliamento e avete bisogno di consigli o consulenze di moda potete scrivermi a info@glitterchampagne.com

Gaby, la pittrice che dipinge con le mani!

Quante volte siamo stati affascinati dagli artisti e ci siamo chiesti che vita fanno ?
Oggi voglio presentarvi Gaby, la pittrice che dipinge con le mani!
LA SUA PARTICOLARITÀ ? CHE DIPINGE SU PIASTRELLE BIANCHE, NON SU TELA!
Qui sotto troverete una breve intervista che le ho fatto, dove ci racconterà un po’ della sua vita e della sua arte.
Gaby Ader è argentina ma ogni anno torna in Italia, all’isola d’Elba, per dispensare la sua arte ai turisti, dipingendo per loro i paesaggi dell’isola.
Gaby ha realizzato un quadretto per noi, se volete vederlo realizzare potete guardare QUESTO BREVE VIDEO.

 

-Da quanto tempo dipingi ?
-Da tutta la vita. Ho iniziato da bambina, ma che vivo di questo sono trent’anni. Mi ha insegnato mio padre che dipingeva per hobby.

-Fai anche quadri o dipingi solo piastrelle?
-Faccio anche quadri ma sempre con le mani, non uso pennelli.

-Qual è il tuo stile?
-Sono paesaggista e azzardo persino a dire che sono un po’ impressionista.

-Da quanto tempo vivi sull’isola d’Elba?
-Dodici anni, arrivo ad aprile e ritorno in Argentina ad ottobre.

-Dimmi una cosa che ti piace degli italiani e una cosa che non ti piace.
-Gli italiani mi piacciono perché sono simili agli argentini, sono simpatici e calorosi, non mi piace che gli uomini italiani siano un po’ troppo maschilisti.

-Hai mai pensato di fare una mostra?
-Si ci ho pensato e mi piacerebbe, in Brasile dove ho vissuto, avevo un atelier dove dipingevo e vendevo i quadri ma era troppo impegnativo per me, preferisco essere più libera e dipingere per i turisti e fare i mercatini, qua all’Elba e a Faenza.

-Sei contenta della tua vita?
-Si, amo quello che faccio, quando ero giovane ho lavorato in un’azienda come contabile. Lavoravo sedici ore al giorno, intanto mia figlia cresceva e non la vedevo mai. Ho mollato tutto e mi sono messa a dipingere. In trent’anni non mi sono mai pentita di questa scelta nemmeno per un minuto !

-Una curiosità: sei argentina, sai ballare il tango argentino?
-Si, diciamo che mi difendo.

Ringrazio Gaby Ader per la disponibilità e per la sua simpatia.

Potete trovare Gaby, la pittrice che dipinge con le mani, dal lunedì al sabato,da aprile ad ottobre, a Marina di Campo sull’isola d’Elba, dalle 19.30 alle 23 circa.

 

Maschere viso low cost fai da te, come avere una pelle sana con pochi ingredienti

Le vacanze estive sono ormai alle porte e noi ci prepariamo al meglio per essere al top! E per essere davvero in forma, iniziamo dal nostro viso con qualche trattamento low cost fai da te per prevenire le prime rughette e per avere una pelle più fresca a prova di abbronzatura ! 

Provate a coccolarlo con le maschere viso low cost fai da te anti-age! Gli ingredienti naturali come yogurt, succo di limone e miele sono ricchi di sostanze benefiche, ideali per combattere le prime rughe.

 

Se invece vuoi provare le maschere che ci sono in commercio di ultima generazione dai un’occhiata a questo articolo e alle mie scoperte al Cosmoprof di Bologna.

 

Accorgimenti :

Prima di fare qualunque tipo di trattamento, non bisogna dimenticare di pulire la pelle con il latte detergente e di fare uno scrub per eliminare le cellule morte. Per il peeling basta amalgamare il miele con qualche cucchiaino di zucchero e massaggiare il composto sul viso con movimenti circolari, poi si rimuove con una spugnetta inumidita e si risciacqua con acqua tiepida.

Per avere qualche idea dai un’occhiata QUI 

Maschera antirughe fai da te alla patata

Ingredienti

1 patata

1 cucchiaio di yogurt bianco intero

1 cucchiaino di olio d’oliva

Pelate la patata e tagliatela a cubetti in modo da velocizzare la cottura. Portate a ebollizione e aspettate fino a quando non sarà morbida. Riducete la patata a purea con i rebbi di una forchetta e aggiungete lo yogurt e l’olio d’oliva. Mescolate bene fino a ottenere un composto omogeno. Applicate sul viso e lasciate in posa per 20 minuti. Sciacquate con acqua fresca e stendete un velo di crema idratante.

Maschera antirughe fai da te al miele

Ingredienti

1 cucchiaio di miele

1 albume

In una ciotola amalgamate il miele e l’albume. Applicate il composto sul viso, sempre evitando la zona del contorno occhi, e lasciate agire per 20 minuti. Rimuovete delicatamente con una spugnetta inumidita e poi con l’acqua tiepida.

Maschera antirughe fai da te alla carota

Ingredienti

1 cucchiaio di succo di carota

2 cucchiai di miele

In una ciotola mescolate il miele con il succo di carota. Applicate il composto sul viso e lasciate in posa per 20 minuti. Rimuovete il tutto con una spugnetta imbevuta di acqua tiepida e sciacquate con acqua fresca.

Maschera antirughe fai da te al lievito di birra

Ingredienti

10 g di lievito di birra

1 cucchiaio di latte in polvere

Acqua q.b.

Sbriciolate il lievito in una ciotola e aggiungete il latte in polvere. Unite l’acqua poco alla volta fino a quando non avrete ottenuto un composto omogeneo, ma non troppo fluido. Applicate sul viso e fate agire per 15 minuti, poi rimuovete con una spugnetta inumidita e infine risciacquate con l’acqua fresca.

Maschera antirughe fai da te al limone

Ingredienti

1 albume

Succo di limone q.b.

In una ciotola sbattete l’albume e aggiungete qualche goccia di succo di limone. Applicate sul viso e lasciate in posa per 10 minuti, poi rimuovete il tutto con una spugnetta imbevuta di acqua tiepida e risciacquate.

Maschera antirughe fai da te al tè verde

Ingredienti

1 bustina di tè verde

1 cucchiaio di gel di aloe vera

Portate a ebollizione l’equivalente di un bicchiere d’acqua, spegnete e lasciate in infusione il tè per 1 quarto d’ora. Aggiungete il gel di aloe e mescolate. Imbevete delle garze sterili e applicatele sul viso. Fate agire per 15 minuti e poi risciacquate con acqua fresca.

 

Sono tutte da provare!

Vi auguro una buona giornata e vi aspetto sempre sul mio blog !

 

Tutti i benefici della camomilla sulla pelle

 

Oggi vi voglio parlare delle proprietà di una pianta davvero miracolosa: la camomilla. Già da maggio avrete visto sbocciare questo fiore dai petali bianchi e dalla corolla gialla nei campi e sui prati. È la stessa margheritina gentile che profuma le cucine quando viene lasciata in infusione. Benessere, energia e pace: queste sono gli effetti della camomilla non solo sul nostro organismo ma anche sulla nostra pelle.

 

La camomilla o matricaria

La camomilla, il cui nome scientifico è Matricaria Recutita, è una pianta spontanea che fiorisce in primavera, tra fine aprile e maggio. Era conosciuta fin dall’antichità per i poteri curativi contenuti nel capolino, carico di fiorellini giallo intenso. Usata come anti-infiammatorio e spasmolitico, il suo infuso ha un forte potere calmante ed è un potente antibatterico. Oltre a ciò, ha anche molteplici effetti benefici sulla pelle. Vediamo quali sono e come si può applicare questo fiore sulla cute.

 

Funzione lenitiva e anti-infiammatoria della camomilla

L’azione della camomilla a livello cutaneo si manifesta principalmente nelle sue proprietà curative: può essere un ottimo rimedio naturale in caso di eczemi, scottature, ferite ed infezioni. Inoltre, ha anche un’altra azione molto utile per preservare la bellezza femminile: è in grado di fare riassorbire occhiaie e borse sub-oculari. Il merito va alle sue proprietà lenitive, ampiamente riconosciute anche in ambito scientifico, e curative delle abrasioni della cute.

Non è un caso che la sua presenza venga riscontrata in molti prodotti per la cura della pelle. Ed è ampiamente utilizzata anche nei cosmetici, come decongestionante naturale, antisettico e anti-infiammatorio. Ottima, soprattutto per le pelli più sensibili, entra a pieno titolo anche nelle creme per i bambini.

 

Utilizzi della camomilla sulla pelle

Si possono curare acne e dermatiti con la tisana di camomilla, sostituendola al tonico. Il suo infuso è molto buono anche come maschera per il viso, soprattutto se mischiato all’argilla bianca. Basta farne un utilizzo settimanale per vederne gli effetti benefici, soprattutto in profondità.

Se ne può ricavare anche un olio calmante e decongestionante per curare irritazioni e arrossamenti. E può essere usato anche per rimuovere il trucco, soprattutto se si ha una pelle particolarmente delicata.

Anzi, soprattutto in caso di pelli molto sensibili e reattive, il suo uso è indicato insieme a dei prodotti dermatologici specifici reperibili in farmacia e distribuiti da marchi all’avanguardia nella ricerca in ambito dermatologico, come Lichtena ad esempio, in grado di garantire formulazioni testate, sicure e affidabili.

Camomilla: un dono della natura senza controindicazioni

Non bisogna farsi ingannare dal suo aspetto di semplice fiore di campagna: la camomilla ha veramente notevoli effetti benefici, sul corpo e sulla mente, senza alcuna controindicazione. E non provare ad usarla, fosse anche solo con i fiori in infuso nell’acqua da bagno, significherebbe perdere un’occasione unica di puro benessere.

Come creare un perfetto make-up d’estate?

Finalmente è arrivato il caldo, ma come si fa a creare un perfetto make-up d’estate?

Le più fortunate, quelle dotate di pelle liscia, levigata, omogenea e perfetta potranno permettersi di non truccarsi, grazie anche all’abbronzatura, ma tutte le altre non dotate di tale fortuna? 

In genere nella stagione calda per molte donne diventa difficile truccarsi, il caldo, il sudore, l’abbronzatura, insomma creare il perfetto make-up d’estate diventa un’impresa ardua.

Abbiamo bisogno di prodotti creati appositamente per il periodo estivo, diversi da quelli che usiamo negli altri periodi dell’anno dove non dobbiamo combattere con la lucidità del sudore che rende difficile sopportare sulla pelle del viso qualsiasi prodotto beauty.

Se volete sapere come creare un trucco perfetto con gli strumenti giusti, ve ne avevo già parlato QUI.

Tempo fa ho provato due prodotti della Kiko e sono rimasta piacevolmente soddisfatta!

Si tratta di un Correttore ottico pelle perfetta, che leviga la grana della pelle e uniforma l’incarnato. Unisce le proprietà di correzione del colorito di una CC Cream, alla capacità di un Blur di minimizzare le imperfezioni cutanee.

Inoltre, grazie a specifici ingredienti nella composizione, Skin Trainer CC Blur contribuisce a catturare la luce, riflettendola sul viso e regalando una radiosità diffusa.

La texture è vellutata e leggermente tonalizzata. Disponibile in 4 colori per rispondere a tutte le tipologie di pelle:

01 Light

02 Medium

03 Neutral

04 Dark

In pratica lo si può usare come base, evitando così il fondotinta che in estate proprio non riesco ad usare e in più lascia la pelle morbidissima al tatto.

Poi possiamo proseguire con una cipria oppure con una terra.

E proprio di terra vorrei parlarvi con il secondo prodotto che ho provato.

Maxi terra cotta dal tocco setoso per regalare un piacevole effetto abbronzato. La cialda è composta da un mélange di colori.

Texture in polvere cotta ad alta sfumabilità con una resa cromatica omogenea. Formula arricchita con olio di jojoba.

Il formato consente un’applicazione perfetta su viso e zone più estese, come décolleté.

Delicato aroma alla vaniglia.

Disponibile in 2 tonalità.

Ecco, con questi pochi prodotti beauty, sono riuscita a creare un perfetto make-up d’estate!

E a proposito di make-up, guardate QUI quali sono le ultime tendenze per il trucco estate 2018.

Sono una fan dei prodotti di questo brand, trovo che il rapporto qualità/prezzo sia ottimo, riesco sempre a trovare ciò che cerco.

E voi, che ne pensate? Trucco sì o trucco no in estate?

Buona giornata e vi aspetto alla prossima qui sul blog e sui miei canali social per il daily quotidiano!

 

 

La jumpsuit ha conquistato il mondo

Ah la cara vecchia jumpsuit!

Che cosa? Cosa sarebbe questa roba impronunciabile?

Si, ok, avete ragione: la tuta!!

Da qualche anno a questa parte la jumpsuit ha conquistato il mondo!

 

In effetti ne vediamo parecchie ultimamente in circolazione!

E può essere indossata come capo elegante e chic, anche per la sera al posto del classico abito lungo.

La jumpsuit è davvero un capo versatile, i modello proposti dal mondo fashion sono vari e adatti a tutte le corporature fisiche, se abbiamo un fisico a pera quindi con i fianchi più pronunciati, potremo optare per una tuta dal taglio morbido che non segna. 

Dalle officine all’armadio delle celebrity, un bel salto per la jumpsuit, molto comoda e tanto cool!!

Considerata fino a qualche anno fa, indumento esclusivamente da lavoro, la tuta sta spopolando tra il mondo delle celebrità. In tutti i tessuti e colori, casual ma anche glamour.

Non avete capito di cosa sto parlando? Date un’occhiata QUI.

Vi ricordate quando la tuta era solo quella blu usata nelle officine dai meccanici ? Oggi la jumpsuit è entrata nel nostro guardaroba! Cosa? Ancora non ne avete una? Provate a dare un’occhiata in giro per i negozi, ora che è tempo di saldi, sono sicura che ne troverete di carine, sia corte, che a pantaloncino, a salopette classica in denim o più larga. E sbizzarritevi con i colori e le fantasie! 

Particolarmente gettonata è quella in tessuto denim, strumento di uguaglianza ed ex simbolo della condizione operaia, la tuta è diventata chic! Da Heidi Klum a Charlotte Casiraghi passando per Naomi Watts e Cameron Diaz a Julia Roberts che ci va a fare la spesa. 

La jumpsuit ha conquistato l’armadio delle star !

Se volete altre ispirazioni potete guardare QUI.

E nella stagione calda la vedremo in tantissime versioni, ma la stampa floreale va a
alla grande.

Anche la tutina cioè il modello corto è super trendy.

La jumpsuit l’ho indossata più volte e ne ho molte nel mio armadio, QUI e QUI vedrete come l’ho indossata io.

Che ne pensate? Vi lascio qualche foto così potete trarre qualche ispirazione!! 

Vi auguro una buona giornata e come sempre vi aspetto qui sul blog o sui miei canali social per il daily quotidiano!

 

Quali sono i colori giusti per noi?

Vi siete mai chieste quali sono i vostri colori? Siamo più portate ad acquistare capi d’abbigliamento che ci piacciono, trascurando alcuni dettagli fondamentali. Ma allora quali sono i colori giusti per noi? Come facciamo ad individuarli?

L’analisi del colore è il primo passo della consulenza di immagine ( leggi QUI il mio articolo su chi è e cosa fa ) e ha lo scopo di trovare la palette ideale che valorizza la nostra combinazione pelle-occhi-capelli, permettendoci di individuare i colori giusti per noi, facendoci apparire più belle e più luminose.

L’armocromia studia i colori che ci donano di più ed è alla base di ogni consulenza: prima di tutto dobbiamo capire la nostra palette di colori !

Anche voi potete fare un’analisi fai da te, mettendovi davanti allo specchio, non truccate, possibilmente con la luce naturale e se avete i capelli tinti copritevi il capo.
Ora, avvicinate al viso i capi di diverso colore e capirete anche da sole se vi stanno meglio i colori caldi o freddi.
Se vi incupiscono, se vi si notano di più le occhiaie, non vanno bene per voi, mentre se vi fanno risaltare gli occhi e l’incarnato allora sono i vostri colori !
Stessa cosa vale per gli accessori o il make-up.

C’è un’altra prova che potete fare per capire quale sia il vostro incarnato e quindi capire quali sono i colori giusti per noi.

Guardatevi le vene ad esempio dell’avambraccio, se sono verdi allora per voi sono meglio i colori caldi, se sono azzurre allora colori freddi !

Alla luce di questi fatti vi posso dire che io sono decisamente da colori caldi, come il rosso, il giallo, arancio.

Ovviamente anche io in passato ho sbagliato, ed ogni tanto sbaglio ancora ostinandomi a comprare capi di colori che mi piacciono ma che mi donano poco.

Il lilla è uno di questi, è un colore tenue ma freddo e quindi non farebbe per me!

Ho usato il condizionale perché in realtà un capo con questo colore l’ho indossato pochi giorni fa. Quando ho visto questo abito con ampio scollo incrociato sul davanti a righe trasversali in un sito online non ho resistito.

Devo dire che l’abbronzatura sfalsa un po’ il risultato dall’analisi del colore e poi diciamoci la verità, senza il pallore invernale ci vediamo un po’ meglio con tutto!

Sta di fatto che questo abito mi soddisfa poco: dalle maniche che “fanno difetto” , alla forma in se del vestito ( che era taglia unica e quindi ovviamente NON può stare bene a tutte!!) questo per dirvi che spesso ci lasciamo prendere dall’impulsività dell’acquisto bello e facile che però non ci dona.

Se volete dare un’occhiata ad altri articoli dove avevo qualche perplessità QUI e QUI potete sbizzarrirvi  !

Spero di esservi stata utile cercando di capire quali sono i colori giusti per noi, ma non temete perché prossimamente vi farò vedere altri errori simili.

Vi auguro un buon inizio di settimana a tutti !

Calciatori? No, grazie!

Sapete cos’è una WAGS ?
Vi dò un indizio: ha a che fare col mondo del calcio!

WAGS è l’acronimo di Wives And Girlfriends, ovvero mogli e fidanzate di sportivi famosi, in particolare calciatori. È usato anche al singolare, WAG, per indicare una specifica partner di uno sportivo famoso. Solitamente si tratta di modelle, attrici o starlette televisive che, anche grazie alla loro vicinanza con i compagni sportivi, ottengono maggiore notorietà presso il grande pubblico.

Il termine fu usato per la prima volta dai tabloid inglesi per indicare le mogli e le fidanzate dei calciatori della Nazionale di calcio dell’Inghilterra. È entrato nell’uso comune durante i Mondiali di calcio FIFA 2006.

Valentina Cristiani ne ha fatto un libro.

Giornalista, pubblicista, bolognese doc, classe ’81, che si sta affermando in ambito sportivo. Collabora per la trasmissione calcistica 4-4-2, lavora per la 7 gold e scrive per la Gazzetta di Parma.

  • Quando hai maturato l’idea di scrivere un libro?

 In tutta sincerità non vi è stato un unico momento “magico”, ma tanti piccoli momenti. Era forte, da sempre, il desiderio di mettere nero su bianco un’idea che mi era balenata nella mente. Una voglia matta di tirare fuori qualcosa che mi abitava dentro fin dal termine delle superiori quando ho inquadrato il mio futuro indirizzandolo all’ambito giornalistico.

  • Di cosa parla il tuo libro “ Calciatori? No, grazie!”

L’ebook “Calciatori? No, grazie!” è un romanzo d’amore intrecciato al calcio, la mia passione e il mio lavoro. Un romanzo breve, economico, alla portata di tutti. Facile alla lettura anche per i diversamente abili che difficilmente riuscirebbero a sfogliare un libro. Un ebook – scritto dal punto di vista femminile, quello della compagna del calciatore – che ha l’intento di far riflettere sugli aspetti meno positivi della vita di coppia tra calciatore e wags, quelli che solitamente non vengono trattati: solitudini, mancanze affettive dovute alla lontananza dai famigliari e dagli amici di una vita, gelosie, tradimenti, rivalità tra wags, impossibilità a portare avanti una propria carriera lavorativa per seguire gli spostamenti del marito (anche due trasferimenti in una stessa stagione, talvolta anche all’estero), ecc..

  • Ormai il calciatore è diventato quasi un’ icona sacra nel nostro paese, tu da giornalista sportiva cosa ne pensi ?

La popolarità sta portando sempre più i calciatori a diventare modelli e icone. Occorre farsene una ragione. Il caso più eclatante è sicuramente quello del sex symbol David Beckam. Il calciatore non è più solo uno sportivo ma una icona di stile. Chi come lui si distingue per eleganza, altri per stravaganza con creste, vistosi tatuaggi, fantasie mimetiche, gioielli vistosi, pantaloni larghi, ecc.. Tra eleganza e originalità gli sportivi sono i nuovi modelli di ispirazione per i giovani.

  • Tu segui le mode? Cosa ne pensi del fashion system?

Il fashion system mi affascina. Personalmente seguo la moda personalizzandola al mio stile. Non potrei mai indossare un capo che non mi aggrada. Penso inoltre che essere alla moda e “comprendere” la moda siano due cose molto diverse.

  • Invece le tue letture preferite? Che genere ti piace leggere?

Le penne che adoro sono quelle della scrittrice francese Annie Ernaux (scrittura e testo che fanno sempre riflettere) e dei giornalisti-scrittori Massimo Gramellini e Paolo Mosca.

  • I tuoi programmi per il futuro? In quali progetti ti vedremo impegnata?

Progetti immediati? In attesa della nuova stagione calcistica, questa estate sarò impegnata con la promozione del libro e come opinionista con il Calciomercato in TV. Per sapere i programmi e gli orari non perdetevi, come sempre, gli aggiornamenti sulle mie pagine social .

L’ebook di Valentina lo potete trovare anche su Amazon.

 

Translate »