Glitter & Champagne

Fashion & Lifestyle

Coast to Coast: Stati Uniti in camper

image

Buongiorno amici e ben ritrovati sul mio blog.
Oggi voglio parlarvi di un argomento che mi piace tanto! Di vacanze!
Ormai l’estate è alle porte: voi avete già pensato a dove andare durante le vostre ferie?
Sapete bene che quando si tratta di partire la mia valigia è sempre pronta!
Oggi voglio parlarvi di una mia recente esperienza, una vacanza diversa dal solito, che spero possiate trovare utile come spunto per i vostri prossimi viaggi!
Un paio di mesi fa mi è stata proposta una cosa alternativa al solito soggiorno in hotel: il camper!
Devo ammettere che all’inizio ero parecchio perplessa, non credevo fosse il genere di vacanza che facesse per me, perché mi attirava di più l’idea di una stanza con tutti i comfort!

Già, peccato che mi sbagliavo alla grande visto che ci sono camper stratosferici, di super lusso, persino mansardati!
Non avendo mai fatto questa esperienza, su consiglio di amici, ci siamo rivolti a questo sito www.campanda.it e li abbiamo noleggiato quello che poteva fare al caso nostro!
Beh la scelta è stata ardua con 25 mila veicoli in tutto il mondo, per tutte le esigenze e per tutti i budget!
Per non parlare delle mete!! Si può personalizzare la propria vacanza e costruire il proprio itinerario.
Il nostro è stato un breve fine settimana in Italia, una sorta di week end culturale per scoprire le bellezze del nostro paese! Ma mi sono entusiasmata talmente tanto che già sto pensando al prossimo viaggio e stavolta non sarà un breve week end!!
Vogliamo visitare una città d’arte europea? Ad esempio Lisbona, Madrid, Parigi o Stoccolma ? Sul sito troverete tutte le indicazioni su dove andare !
Vogliamo visitare il sud della Francia e la Provenza con i suoi campi di lavanda?
E se volessimo visitare la terra del ghiaccio, del fuoco e del sole di mezzanotte cioè l’Islanda? Non c’è problema, ci sono tutti gli itinerari consigliati sul sito!
E se volessimo spingerci più in là? Visitare gli USA, 8 stati diversi, Coast to Coast? Detto fatto!!! Si può fare!

Attraversando 8 Stati diversi, sarai immerso in un’atmosfera unica. Da Chicago a Los Angeles, sulla famosa Route 66 !
Stati Uniti coast to coast
Il coast to coast è forse il miglior modo per poter visitare questo immenso territorio. Da New York – San Francisco, New Orleans attraversando Washington D.C. e Memphis, passando per i posti più famosi degli Stati Uniti: San Anton, la Monument Valley, il Grand Canyon, Las Vegas, la Death Valleyed il magnifico Parco Nazionale Yosemite.
Per arrivare in California! Il Golden State è ricco di profumi e di colori vivaci: il rosso terra del deserto nella parte interna contrasta il blu intenso del mare nelle migliori località balneari: Santa Monica, Long Beach, Malibu e San Diego.

Volete la mia opinione? Ormai le agenzie di viaggio sono obsolete ( non me ne vogliano gli agenti di viaggio): se volete crearvi il vostro itinerario passo dopo passo, potete tranquillamente fare da soli noleggiando il camper che più fa al caso vostro!
Come avrete capito, io vorrei andare ovunque ma per ora sto puntando al Coast to Coast Stati Uniti perché è da sballo!!!!!!
Che ne dite? Avete mai fatto una vacanza in camper? Siete entusiasti come me?
Vi saluto sperando di esservi stata d’aiuto!
Alla prossima! 😊

 

 

Quelli della notte.. Di giorno però !

image

“Un sognatore è colui che può trovare la sua strada al chiaro di luna e vedere l’alba prima del resto del mondo.”
Oscar Wilde

Un tubino nero “sbrilluccicoso“, di quelli che si indossano per una serata in qualche locale o per festeggiare qualcosa di particolare ..
E un tocco di rosso non lo vogliamo mettere?

Ma certamente, con le décolleté rosse di Marc Ellis ed una fusciacca di raso che possiamo usare sia come cintura che come foulard ..

Il tutto accompagnato da una pochette altrettanto luminosa!
Direi che abbiamo tutto, non manca niente, dobbiamo solo aspettare che arrivi la notte..

 

Vi auguro un buon lunedì ! ❤️

 

 
Indossavo:
Abito nero: No brand
Scarpe: Marc Ellis
Borsa: Tosca Blu
Occhiali: Marc Jacobs
Accessori: Stroili oro e Swarovsky

 

 

Aloe vera, olio di argan e olio di macadamia

image

Buongiorno e ben ritrovati sul mio blog.
Oggi voglio parlarvi di alcuni prodotti che ho provato recentemente.
Si tratta di una crema corpo anti cellulite e una crema per il viso della Forsan.

La crema corpo contiene il 25% di aloe vera, con alga laminaria ed escina, basta applicarla sulle zone colpite dagli inestetismi della cellulite, massaggiare fino ad assorbimento et Voila’! Vi devo anche dire che io non credo nei miracoli delle creme per la cellulite, però se abbiamo una lieve ritenzione idrica questa crema fa al caso nostro!
L’altra crema di questa linea è per il viso ed è anti età, rigenerante, all’olio di macadamia e di argan! Questa mi piace molto anche per il buonissimo profumo!
Due prodotti molto validi che possiamo trovare anche in erboristeria.

 

L’ultimo prodotto che ho testato è una crema della Omia Laboratoires all’aloe vera, ottenuta da coltivazioni biologiche, non contiene profumi, parabeni, siliconi, coloranti e oli, si usa per calmare le irritazioni, scottature solari, eritemi ed è quindi ottima come dopo sole perché calma il rossore!

Che ne dite? Conoscevate queste creme e queste linee di prodotti ?
Per me era la prima volta ma ne sono rimasta piacevolmente soddisfatta!
Buon fine settimana a tutti! 😊

 

White always

image

“A volte le parole non bastano.
E allora servono i colori.
E le forme.
E le note.
E le emozioni.”
ALESSANDRO BARICCO


E ancora bianco …
Bianco perché è un “non colore”
Bianco perché è luce
Bianco perché è vita!

Il bianco è un colore che amo molto, mi piace indossarlo, trovo che sia molto luminoso.
E a volte basta davvero poco, non è necessario indossare un total withe, basta mettere qualche accessorio o qualche capo, come una t-shirt o un giacchino corto di jeans .
Il bianco sta bene con tutto e se lo abbiniamo ad altri colori come il rosso o il blu può rendere un Look ( anche se easy) molto fresco !

 

Questo Look è composto principalmente da due soli brand : Silvian Heach ( tee e borsa) e Kocca ( jeans, giacchino )

Che ne pensate del bianco? Sì o no?

 

Buon inizio di settimana! ❤️

 
Indossavo:
Jeans: Kocca
T-shirt: Silvian Heach
Giacchino: Kocca
Borsa: Silvian Heach
Scarpe: Converse
Occhiali: Marc Jacobs

 

 

 

Marmellate homemade

image

Continua la saga del mangiare sano e naturale (il più possibile ovviamente)!

Era da tanto che volevo sperimentare e cimentarmi nella marmellata fatta in casa, ma non ne avevo mai avuto il coraggio! Troppo difficile, mi dicevo!

In realtà non è affatto difficile, richiede solo un po’ di tempo, ma per il resto niente che non si possa fare !

Io non ho usato la pectina per addensarla, perché volevo una marmellata il più naturale possibile, quindi ho utilizzato solo ed esclusivamente frutta e zucchero!

La ricetta che segue è per la marmellata di fragole, ma la stessa può essere usata per tutti i tipi di frutta che volete ( io infatti poi mi sono buttata anche su quella di mirtilli)
– 1 kg di fragole
– 500 gr di zucchero
– 1 limone
Lavare le fragole, pulirle dal picciolo, tagliarle a pezzetti, metterle in una ciotola con lo zucchero, il succo e la scorza del limone, metterle in frigo per 24 ore! Attenzione perché le fragole devono essere 1 kg esatto dopo essere state pulite dal picciolo!
Mettere tutto in una pentola, lasciare bollire, mescolare e togliere la schiuma che si formerà, cuocere per 40/45 minuti.
Per sterilizzare i vasetti io uso il forno ( pratico e veloce)
Forno a 100 gradi, inserire i vasetti per 10 minuti, spegnere il forno ed infornare anche i coperchi, lasciare che si raffreddino al suo interno.
Quando la marmellata è pronta se volete potete usare il frullatore ad immersione per fare in modo che non ci siamo i pezzetti.
Mettere nei vasetti sterilizzati, chiudere e capovolgere i barattoli fino a completo raffreddamento.

Et Voila’ il gioco è fatto!

Buona colazione e buona merenda sana e naturale con la vostra marmellata homemade !!

 

Maxi dress, plissé e geometrie rosa

image

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttate via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto. Ci sarà sempre un’altra opportunità, un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.
Antoine-Marie-Roger de Saint-Exupéry
Il piccolo principe

Primavera inoltrata, sole caldo, cielo terso.
Colore predominante : Rosa!
Un abito lungo, plissettato, il corpetto e’ totalmente nero, mentre la gonna è fatta di geometrie dal colore nero, rosa quarzo e rosa confetto!
Un abito leggero, svolazzante, impalpabile..

Le scarpe sono decisamente particolari, di Vivienne Westwood, in gomma, rosa, con un cuore nero, che riprendono i colori dell’abito..
E la borsa? Ovviamente con disegni geometrici rosa e neri..
Unico tocco che ho usato per personalizzare il tutto è una fusciacca in ecopelle nera che ho messo in vita come cintura.

 

E pensare che gli abiti lunghi non mi erano mai piaciuti! 😊
E a voi piacciono oppure no? Che ne pensate?
Buon inizio di settimana!

 
Indossavo:
Abito : Silvian Heach
Fusciacca: Mixeri’
Scarpe: Vivienne Westwood
Borsa: Roberto della Croce
Collana ed orecchini: Stella Z

 

Libri a colazione

image

Buongiorno e buon venerdì, oggi un post forse un po’ inconsueto, perché vi parlerò di libri !

Sono una lettrice seriale da sempre, leggere mi è sempre piaciuto fin da quando ho imparato a sei anni, in prima elementare!

Ora leggo di tutto, non ho preferenze e ci sono libri talmente belli, che mi è piaciuto tanto leggere che li rileggo!! Lo so, sono da curare!

Oggi vi voglio parlare di due libri che ho da poco letto, molto diversi tra loro, uno uscito di recente, l’altro da qualche anno.

Il primo è
La ragazza del treno (The Girl on the Train) è un romanzo del 2015 scritto da Paula Hawkins

La vita di Rachel non è di quelle che vorresti spiare. Vive sola, non ha amici, e ogni mattina prende lo stesso treno, che la porta dalla periferia di Londra al suo grigio lavoro in città. Quel viaggio sempre uguale è il momento preferito della sua giornata. Seduta accanto al finestrino, può osservare, non vista, le case e le strade che scorrono fuori e, quando il treno si ferma puntualmente a uno stop, può spiare una coppia, un uomo e una donna senza nome che ogni mattina fanno colazione in veranda. Un appuntamento cui Rachel, nella sua solitudine, si è affezionata. Li osserva, immagina le loro vite, ha perfino dato loro un nome: per lei, sono Jess e Jason, la coppia perfetta dalla vita perfetta. Non come la sua.
Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. E da quel momento per lei cambia tutto. La rassicurante invenzione di Jess e Jason si sgretola, e la sua stessa vita diventerà inestricabilmente legata a quella della coppia.

Questo libro ti lascia con il fiato sospeso fino alla fine, però a dire la verità non mi ha entusiasmato, mancava qualcosa, oserei dire scontato, questo naturalmente è un mio parere visto il successo mondiale che ha avuto sembrerebbe sia piaciuto e parecchio!

Il secondo libro è Il gioco dell’angelo (El juego del ángel) è un romanzo del 2008 dello scrittore spagnolo Carlos Ruiz Zafón, che fa seguito al best seller L’ombra del vento di cui riprende l’ambientazione e alcuni personaggi.

Anni fa lessi L’ombra del vento che trovai bellissimo ! Così anni dopo acquistai questo:

Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David Martín cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l’occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. È proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierà a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, più spesso sconosciuta e inquietante, dai cui angoli fanno capolino luoghi e personaggi che i lettori de “L’ombra del vento” hanno già imparato ad amare. Quando David si deciderà infine ad accettare la proposta di un misterioso editore – scrivere un’opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell’umanità -, non si renderà conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria.

 

Devo dire che “Il gioco dell’angelo” mi è piaciuto sicuramente più della “Ragazza del treno” anche se in alcuni episodi l’ho trovato un po’ macabro, crudo e anche inquietante! Ma sicuramente di un altro livello!
Ora passo ad un altro libro, poi vi dirò ! 😉
E voi, li avete letti? Cosa mi consigliate ?
Vi auguro un buon fine settimana!

 

Fantasia verde acido per una serata in città.. Because the night?

image

“Prendimi adesso baby qui come sono
Stringimi forte, prova a capire
Il desiderio è forte è il fuoco che respiro
L’amore è un banchetto sul quale ci sfamiamo” Because the night ( Patti Smith)

 

 

Ed eccoci a Mantova, la mia città, per festeggiare un’occasione particolare ! Eh si perché qualcuno un giorno mi disse che c’è sempre un buon motivo per festeggiare! 😊

Per l’occasione siamo andati a cena in un noto ristorante del centro, in piazza Erbe, nel salotto di Mantova, dove si mangia davvero bene..

Il ristorante in questione è il Grifone Bianco. Il Ristorante nasce nel 1966 nel cuore di Mantova in piazza delle Erbe, al posto di una vecchia osteria, e prende il nome di ‘Trattoria Piovani’. Nel 1985 diventa Ristorante ‘Grifone Bianco’, si amplia e si rinnova. Questo nome deriva dall’omonima contrada del ‘400. Qui potete mangiare le vere specialità mantovane come i tortelli di zucca, agnolini in brodo, risotto alla pilota e la torta sbrisolona.

Per questa serata ho indossato un abito di Liu Jo con stampa a fantasia nei toni del verde acido e grigio, con rifiniture in pizzo, che avevo acquistato qualche tempo prima ma sinceramente ero un po’ scettica, non mi convinceva, non ero mai ispirata ad indossarlo, invece ho dovuto ricredermi perché indossato è davvero carino! Sopra l’abito un blazer nero.

 

Vi lascio alcune foto, ma voi ci siete state a Mantova?? Se non la conoscete ve la consiglio perché è una delle più belle città d’arte d’Italia!! Ah e poi dovete assolutamente assaggiare le specialità mantovane!
Vi saluto, vi auguro una splendida giornata.

 

Abito: Liu Jo
Giacca: Guess
Sandali : OVS Industry
Borsa: Pelletterie italiane
Accessori: Collana Morellato, bracciali no brand

 

 

Borghi e luoghi magici ( le favole esistono?)

image

Nel cuore della Val d’Orcia, in Toscana, in un borgo medievale di 34 abitanti, divenuto patrimonio dell’umanità, dove il tempo si è fermato in una quiete senza fine in una vecchia rimessa per carrozze che ospitava viandanti nella via Francigena .. Qui è rimasto il mio cuore ❤️

 

Ero alla ricerca di un posto dove poter passare un week end in totale tranquillità, così mi sono imbattuta in questo borgo a pochi chilometri da Castiglione d’Orcia in provincia di Siena.
Appena arrivati la nostra reazione è stata rimanere senza parole! Sembrava di essere catapultati in una fiaba, in un luogo incantato, un posto senza tempo.

Tutto è rimasto tale e quale: le stradine strette con i solchi delle carrozze e dei cavalli, le case di pietra, le cisterne dove si raccoglieva l’acqua, la quiete ed il silenzio..
Una sorta di buen retiro per chi fugge dalla città caotica e frenetica, un’oasi di pace, una boccata di ossigeno per staccarsi completamente dalla quotidianità e rigenerare il corpo e lo spirito!
Io amo la vita mondana, le serate con gli amici, gli aperitivi, la spiaggia, la musica, la movida, ma vi assicuro che questo luogo ha un’aura incantata che merita di essere vissuto almeno per un week end!

QUI  e QUI vi mostro altri scorci di questo posto magico!

Vi confesso che spesso quando sono stanca, stressata, arrabbiata o nervosa, penso a questo borgo e mi sento già meglio! Ovviamente ritornerò presto, visto che me ne sono innamorata! 

Vi lascio una gallery con qualche foto di questo posto meraviglioso che mi ha stregato !

 

Buon fine settimana!

 

L’isola di Capri, jeans e mare

IMG_5006

“Non piangere per me che parto, ma pensa che se domani piove me ne sono andato a cercare il Sole.”
Jim Morrison

 

E’ arrivato il momento dei saluti.. Ma come si fa a lasciare un posto così bello, dove si è stati cosi’ bene, senza versare nemmeno una lacrima????????? No infatti una lascrima noo, fiumi di lacrime!!!!!!! Il posto in questione è l’isola di Capri.

Quest’isola è entrata nel mio cuore, insieme a pochi altri, devo dire che sono stata talmente bene, che non ho mai parlato dell’ospitalità dei capresi!! Sono rimasta molto colpita dalla loro solarità e da come accolgono i turisti, con un calore che in pochi posti al mondo ho visto fare! Ma è il momento di prendere il motoscafo che ci riporterà al porto di Napoli e poi all’aeroporto….. Una tristezza infinita, mentre guardo il mare.. Quel mare…. Spero non per l’ultima volta, perché non sarà un addio ma un arrivederci!!!! Vi lascio alle foto dove per essere comoda durante il viaggio di ritorno indosso jeans e sandali flat.. Ritorno a casa, con il cuore gonfio di gioia per aver visto e conosciuto posti meravigliosi, la valigia piena di ricordi e anche un paio di kg in più!!!!! Ma chissenefrega!!!!!!!!!!!!!! Ora sono troppo triste per pensare alla dieta!!!!!!!!
Mentre attendo i vostri commenti per essere rincuorata un po’.. Vi saluto, alla prossima!!!! Bacioni

Se volete QUI vi mostro altri scorci di Capri 😊

Top: No brand
Jeans: Bon Bon jeans
Cintura: Louis Vuitton
Sandali: Pull ad bear
Occhiale: Ray Ban
Borsa: Armani Jeans

 

 

Translate »