Glitter & Champagne

Fashion & Lifestyle

L’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare.

L’eleganza del passato.
L’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare. Questa frase non l’ha detta uno qualsiasi, ma nientemeno che Re Giorgio Armani.

Perché la moda del passato può insegnarci molto, negli anni ‘60 la moda era classe, eleganza, senza fronzoli, niente jeans strappati, ne tatuaggi, ne piercing o labbra siliconate.

MODA RETRO’
Gli anni ’60: l’epoca che determinò i maggiori sconvolgimenti sociali, l’abbigliamento indossato che esprimeva alla perfezione il mood rivoluzionario che cambiò per sempre la storia dell’umanità. Dalla linea a clessidra si passò velocemente a quella trapezio, una linea meno costrittiva e più libera che permise una maggiore agilità e comodità. Gli abiti a trapezio, spesso senza maniche, solitamente realizzati in stampe optical o geometriche, ma anche in tinta unita e in nuances più o meno vivaci, da abbinare magari a stivali dai tacchi altissimi.

MOOD ANNI ‘60
É vero che gli anni ‘60 sono caratterizzati dall’avvento delle minigonne, ma anche da abiti, camicette, gonne, scarpe ultra chic.
La parola d’ordine era classe e raffinatezza, come dimenticare Audrey Hepburn con i suoi cappottini in nuances pastello, o Grace Kelly con i suoi abiti da sogno, la sua classe innata, o Lauren Baccall con le gonne a tubo indossate rigorosamente con i tacchi altissimi.

STILE ANCHE PER GLI UOMINI
In quegli anni anche gli uomini erano pieni di stile e fascino.
Forse non vi ho mai raccontato della mia passione per i film retró degli anni ‘60, in particolare di quelli del regista Alfred Hitchcock (le più giovani dovranno ricorrere all’aiuto di Wikipedia per sapere chi è!!)
Di quei film amo tutto: dal genio indiscusso del regista, agli abiti che indossavano i protagonisti di quei film (attori del calibro di Grace Kelly, Gary Cooper, andate sempre a vedere Wikipedia!!)

LA CLASSE RESTA IMMUTATA NEL TEMPO
È comunque innegabile che la classe resta immutata nel tempo, i tempi cambiano e pure i canoni, così come i trend della moda, ma queste icone di stile non tramonteranno mai.
Ovviamente anche ai giorni nostri ci sono donne eleganti che sanno come vestirsi ma ahimè le brutture della moda sono sempre di più!

Buon lunedì, se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUIQUI..

TENDENZA SPARKLING: SCINTILLANTE

Glitter, applicazioni e decorazioni preziose illuminano i capi della stagione in arrivo.
Pailettes, lustrini, glitter, brillantini, Swarovsky, tessuti lurex, scarpe e sandali gioiello… Un vero must per l’inverno 2019/20.

E pensare che una volta solo le persone dello spettacolo e del varietà indossavano questo tipo di abbigliamento luccicante, ma ora il nostro armadio è pronto a spalancare le porte e ad accogliere tutta la luce che questi abiti ed accessori portano con se!

E questo vale anche per il make up e nails!!! Finalmente un po’ di luminosità in questo buio e grigio inverno!

Sapete che noi consulenti d’immagine dobbiamo sempre essere aggiornati su tutte le nuove tendenze. Iniziamo già un anno prima, infatti quando andiamo alle fashion week vediamo le nuove collezioni in anteprima di quello che indosseremo l’anno successivo .

TENDENZA SPARKLING: SCINTILLANTE

È proprio di questa tendenza che voglio parlarvi oggi: del trend sparkling.

In tutte le vetrine dei negozi stanno spopolando abiti, mini dress, top, pantaloni e gonne super scintillanti.

I colori vanno dal blu notte, all’oro, all’argento, viola, rosso, verde, insomma ce n’è per tutti i gusti.

QUANDO INDOSSARLI?

Ovviamente è un trend molto bello ma anche particolare, da indossare esclusivamente di sera, per una cena o un’uscita con le amiche.

Assolutamente non è il caso di indossare paillettes, lustrini e glitter di giorno.

A CHI STA BENE L’ABBIGLIAMENTO SPARKLING?

Diciamo che può stare a bene a tutte. Ovviamente in base alle nostra fisicità, se non siamo di corporatura esile eviteremo i mini dress, ma opteremo per un bell’abito lungo, un top, o una giacca che copra i fianchi. Evitiamo di esagerare con gli accessori se indossiamo qualche capo di paillettes o in lurex, niente orecchini o collane troppo vistose, ricordate che passare dallo chic all’essere pacchiane é un attimo.

 

Voi che ne pensate, vi piace questa tendenza?

Buon lunedì

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI.

FOTO CREDITS PINTEREST

Sciarpe e foulard: gli accessori indispensabili

E poi ci sono quei dettagli, quegli accessori che chiamarli tali è un peccato.
Sapete qual è il significato di tale termine?

ACCESSORI: Quando si definisce come complementare o subordinato, di secondaria importanza.

PERCHÉ GLI ACCESSORI SONO COSÌ IMPORTANTI?

Perché gli accessori sono quelli che completano il look, senza non sarebbe la stessa cosa e i nostri outfit perderebbe molto.

Possono essere una collana, un bel paio di orecchini, una borsa abbinata, una cintura, un foulard o una sciarpa.

Ed è proprio di quest’ultime che vi voglio parlare oggi.

ORIGINE DELLA SCIARPA, PERCHÉ VENIVA USATA?

Nei climi freddi, una sciarpa pesantissima intorno al collo (generalmente di lana) era utilizzatissima, insieme ad abiti pesanti, per ripararsi dal freddo. Con un clima più secco, in circostanze di ambiente polveroso o in caso di forte vento, sciarpe di fattura più leggera erano spesso indossate intorno alla testa per mantenere puliti i capelli. Con il tempo, in molte culture questo indumento è gradualmente diventato un capo d’abbigliamento legato all’eleganza, soprattutto tra le donne.

Quindi si può unire l’utilità di una calda sciarpa per ripararci dal freddo, ma anche per completare il nostro look e dare un tocco in più, giocando con gli abbinamenti di colori.

COME ABBINARE LE SCIARPE E I FOULARD

Oggi infatti le sciarpe e i foulard non si usano più solo in pieno inverno ma spesso vengono usate anche in primavera, con tessuti più leggeri, proprio per completare i nostri outfit.

Sceglila tono su tono con il tuo outfit per avere un look estremamente chic (es. se hai il cappotto color cammello e metti la sciarpa color sabbia).

Oppure vuoi dare un tocco di colore decisamente vistoso? Allora puoi osare con i colori ( es indossi un cappotto nero e il tuo outfit è total black? Bene, metti una sciarpa fucsia, arancio o blu cobalto).

É molto utile ad esempio, se hai fatto l’analisi del colore è il risultato è che la tua palette di colori è calda ma non vuoi rinunciare al total black: ebbene puoi usare la tua palette con gli accessori, come ad esempio una bella sciarpa o un foulard della tua palette.

 

Personalmente le uso tantissimo e mi piace molto utilizzarle sia per dare quel qualcosa in più ad un look ed anche per ripararmi dal freddo!!

 

E voi le usate?

Buon lunedì

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI

FOTO CREDITS PINTEREST

Ora il maglione si indossa così : maxi pull & company

È il nuovo must della stagione, un grande ritorno, tutte col maglione di lana!
Era un capo assolutamente cult negli anni ‘90, il maglione si indossava praticamente sempre, da mattina a sera.

Ebbene ora è tornato, si perché sappiamo che la moda segue dei periodi ciclici, va e viene. Sarebbe bello avere degli enormi armadi per tenere tutti gli abiti di tutte le epoche !

IL MAGLIONE (NON PROPRIO DI LANA)

Cosa c’è di più bello e caldo di un maglione di lana?

Vabbè forse non proprio di lana (con buona pace per gli animalisti e i vegani) piuttosto acrilico e poliuretano!

Tutti gli stilisti nelle loro collezioni hanno proposto, o meglio riproposto, i maglioni di lana abbinati in contrapposizione anche con dei capi eleganti.

TENDENZA AUTUNNO INVERNO: IL MAGLIONE SI PORTA OVERSIZE

Ebbene sì, quest’anno il maglione si porta oversize! Volumi ampi, maglioni da acquistare rigorosamente di due taglie in più, da portare sopra un jeans sdrucito, ma anche sopra una gonna plissé per le più temerarie.

Quello che vi propongo oggi invece è il classico abbinamento, jeans, maglione, stivaletto (o sneakers/ballerina) per un look sporty-chic, ma soprattutto pratico e comodo da indossare durante il giorno.

COME INDOSSARE IL MAGLIONE?

Se ve lo potete permettere perché siete una taglia 42, potreste infilare dentro il jeans o la gonna il vostro pull, ma se così non fosse non temete: potete tranquillamente tenerlo fuori.

Caldo ed avvolgente, il maglione è il classico capo confortevole (ed anche confortante!), possiamo scegliere le nuance calde come il mattone, il bronzo, il marrone whisky, il giallo ocra, ma anche i colori più freddi come il grigio perla, il blu elettrico e il verde bosco.

Se volete puntare sul low cost il brand ZARA è sempre all’avanguardia in fatto di maglioni e maglioncini, come pure H&M, STRADIVARIUS e PULL&BEAR.

Per quanta riguarda i colori di tendenza potete leggere nei miei articoli precedenti, in cui vi avevo parlato delle nuances più in voga nella stagione invernale. Ma non dimentichiamo gli accessori come le borse color cuoio, le cinture e i cappelli che per la stagione fredda sono un must.

Se invece volete degli spunti in più potete leggere QUI e QUI.

Che ne pensate dei maglioni? Vi piacciono?

Buon lunedì a tutti.

Foto credits Pinterest

Cambiare look, adesso è facile!

È proprio vero che siamo le peggiori giudici di noi stesse.
Spesso siamo insicure, impacciate, non ci vediamo bene con niente e questo succede sia che tu abbia 16 anni, 30, 40 o 60!

 

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO E SCEGLIERE GLI ABITI ADATTI, COME FARE?

In mezzo al marasma generale, alla nostra confusione mentale, al fatto che il nostro fisico ( ed il nostro metabolismo ) cambia con l’avanzare dell’età, io posso aiutarti a dissipare tutti i tuoi dubbi.

COME?

Posso aiutarti a ritrovare la tua autostima, a capire dove sbagli, a capire come nascondere i difetti ed esaltare i pregi.
Dopo anni di studi nel settore, corsi di consulenza d’immagine, armocromia, dopo aver scritto il libro “50 sfumature di shopping, manuale di sopravvivenza allo shopping compulsivo” ho deciso di mettere a disposizione i miei servizi e le mie competenze per aiutare chiunque ne abbia bisogno.

Le consulenze

LE CONSULENZE

Hai voglia di cambiare look ma non sai che da parte iniziare?
Ti senti spesso insoddisfatta da ciò che acquisti?
Decine di vestiti giacciono abbandonati in un angolo del tuo armadio perché non ti piacciono e non sai come abbinarli?
Probabilmente hai bisogno di un cambiamento non radicale ma qualcosa di soft che ti faccia sentire a tuo agio, un cambiamento graduale, hai bisogno di qualcuno che ti guidi passo passo nelle giuste scelte, quelle giuste per te, per il tuo fisico, che ti facciano sentire bene e ti rendano più sicura di te stessa.
La consulenza personalizzata è quello che fa per te.
Ho creato una serie di consulenze in un centro commerciale proprio nel mese di novembre, per aiutarti nelle tue scelte.

LE DATE DELLO SHOPPING DAY

Le sessioni di shopping si terranno a gruppi di massimo 4 persone, così riuscirò a seguirti meglio. La durata sarà circa di 3 ore.
Presso il centro commerciale Il castello a Ferrara

  • Sabato 9 novembre
  • Mercoledì 13 novembre
  • Sabato 16 novembre
  • Mercoledì 27 novembre
  • Sabato 30 novembre

Alla fine del nostro incontro ti rilascerò un piccolo manuale riassuntivo con le regole basilari per scegliere i capi ed i colori.
Se prenoti in anticipo avrai un piccolo sconto.

CONSULENZA ONLINE

Se non puoi venire alle giornate di shopping o sei lontana nessun problema: possiamo fare le consulenze a distanza, in questo caso mi dovrai inviare delle tue foto di modo che io possa vedere a quale fisicità appartieni.
Ti manderò via mail un file PDF, con relative foto dei vari outfit, con la tua consulenza personalizzata.

Se vuoi richiedermi maggiori informazioni o hai domande scrivimi a:
info@glitterchampagne.com

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI

Quest’anno il cappotto si abbina così : manuale per l’uso consapevole del cappotto

Quest’anno il cappotto si abbina così : manuale per l’uso consapevole del cappotto

L’icona per eccellenza, il must, l’evergreen che non passerà mai di moda: di cosa sto parlando? Ma del cappotto ovviamente!

IL CAPPOTTO, UNA STORIA CHE ARRIVA DA LONTANO

Sembra che il primo cappotto da donna risalga ad un periodo tra la fine del Diciassettesimo secolo e l’inizio del Diciottesimo. Veniva indossato agli inizi del 1700 durante le uscite a cavallo. Si trattava di un cappotto lungo “copiato” dall’abbigliamento maschile, doveva servire a tenere le gentil donzelle più calde ma lungi dall’essere essere un qualcosa di esteticamente decente!

Solo nel 1900, il cappotto diventa elegante e raffinato. Lungo fino alle caviglie e impreziosito con pizzi e ricami, acquista quindi un carattere molto più femminile.

Dal 1920 in poi diventerà un elemento indispensabile per ogni signora che si rispetti.

CAPPOTTO: SIMBOLO DI ELEGANZA

Investimento fashion per eccellenza, anno dopo anno, i cappotti da donna continuano ad essere la “pietra miliare” su cui costruire i nuovi guardaroba di stagione, imparando a coniugare i trend del momento con l’attitude super classy che fa del cappotto il master piece per definizione.

Ovviamente dovrà essere un acquisto mirato, andrà scelto con cura in base ai nostri gusti personali o alla forma del nostro corpo.

CAPPOTTO: QUALE SCEGLIERE?

Saranno elegantissimi e dal sapore maschile: cappotti lunghi e maxi in lane Principe di Galles, capispalla in soffici tweed a quadri, classici cappotti cammello dalle silhouette slanciate e minimali, o maxi coat dai tessuti spigati o in stile grisaglia.

Molto di tendenza saranno quelli con la cintura in vita.

COME ABBINARE IL CAPPOTTO?

Oggigiorno il cappotto si porta un po’ con tutto.

Sicuramente, se vogliamo creare un look elegante, potremo indossarlo con la gonna, un abitino, un tubino, o dei pantaloni eleganti dal raffinato taglio classico, con degli stivali o décolleté col tacco alto.

Il risultato sarà sempre molto chic.

Ma se vogliamo dare un tocco contemporaneo, urban, possiamo abbinare ad un cappotto dal taglio classico, elegante e raffinato, un look sportivo, jeans e sneakers: ciò che otterremo sarà un look estremamente attuale, modaiolo ma soprattutto comodissimo per la vita frenetica di tutti i giorni.

Che ne pensi della tendenza del momento?

Lo indosseresti con le sneakers?

Io vi saluto, vi auguro un buon lunedì e vi aspetto sempre qua sul mio blog o sui miei canali social.

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca qui.

Quali sono le nuove tendenze dell’autunno?

Siamo arrivati al mese di ottobre, siamo già entrati ufficialmente in autunno ed è ora di pensare seriamente al nostro guardaroba!

Ė arrivato il momento di guardare un po’ i nuovi trend della stagione autunnale, anche se per il momento questo pazzo tempo ci sta facendo diventare matti, al mattino freddo, al pomeriggio caldo e così via!

Siamo pronti ad affrontare la stagione autunno/inverno?
Quali sono i capi più di tendenza della prossima stagione?
Guardiamo insieme quali saranno i trend più rilevanti!

Denim scuro: partiamo del tessuto denim, che non passa mai di moda ma che troviamo in una variante più raffinata, abiti in jeans rigorosamente scuro, niente strappi o tagli come nelle scorse stagioni. I jeans del momento sono i famigerati mom jeans o boyfriend, come i famosi Levis 501.

Principe di Galles: anche qui ritroviamo un classico intramontabile, cappotti, tailleur o giacche a quadri nei toni del grigio. Un altro evergreen.

Maglioni oversize: anche in questa stagione troviamo una tendenza che già l’anno scorso era iniziata ed è stata riconfermata, i maxi maglioni di tutti i colori!

Da abbinare come?

Con la gonna plissé è il top.

Ritorno al vintage anni 70/80: gli appassionati del genere potranno sbizzarrirsi con cappottini, giacche dal taglio classico o abiti rigorosamente retrò! Magari comprati direttamente nei mercatini vintage.

I trench : questa tendenza forse non piacerà a tutti ma vi assicuro che quest’anno li vedremo davvero ovunque! Il classico evergreen del trench che stagione dopo stagione non passa di moda.

Gli abiti con stampe floreali: come per la scorsa stagione estiva appena trascorsa, anche per l’inverno troveremo abiti, gonne e camicette con stampe floreali, un po’ di colore in questo grigio inverno non guasterà di certo!!

Che ne pensate di questi nuovi trend? Qual è la vostra tendenza preferita?

Buon lunedì

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI

Il Tailleur è ancora di moda?

Il Tailleur è ancora di moda?

Ben ritrovate sul mio blog, oggi voglio parlarvi di quel completo femminile composto da due pezzi, di taglio elegante e (in genere) confezionato con tessuti di buona qualità: sto parlando del tailleur.

È il corrispettivo dell’abito completo maschile, viene pronunciato in francese e nel tempo ha assunto il valore di status symbol.

Il modello più famoso nel mondo è il celebre tailleur di Coco Chanel. 

Il bon ton dice che andrebbe indossato con una camicetta sotto la giacca, scarpe eleganti (décolleté) a tacco alto.

 

DAGLI ANNI 60 ARRIVANDO AI GIORNI NOSTRI

 Negli anni 60 un altro famosissimo creatore lanciò il look androgino maschile, sto parlando di Yves Saint Laurent, negli anni 70 ha un calo di popolarità ma è negli anni 80 che vede la sua riconferma grazie a Re Giorgio Armani che lancia le giacche “disossate” sia per l’uomo che che per la donna, prive di imbottiture e che scendeva morbida sui fianchi.

STATUS SYMBOL: LA DONNA IN CARRIERA

Negli anni 90 il completo giacca pantalone diventa un vero e proprio status symbol, viene indossato da ogni donna in carriera che si rispetti. 

Diventa un simbolo, chi lo indossa vuole comunicare qualcosa (Ve ne avevo parlato anche QUI)

IL TAILLEUR AI TEMPI MODERNI

Proprio qualche giorno fa stavo parlando con il mio compagno, spesso noi donne siamo in conflitto con i mariti/fidanzati che ci vorrebbero vestite in modo diverso da come piace a noi, così gli ho chiesto come gli piacerebbe vedermi vestita. Temevo un pò la risposta a dire la verità, pensavo mi sparasse look improbabili, maglioni della nonna, scafandri o robe simili. Invece mi ha stupito perché la sua risposta è stata “A me piaci quando ti metti i tailleur, giaccia e pantaloni!” 

Però c’è un però, ovvero le scarpe! Non posso mica mettermi sempre le scarpe con il tacco. Ed anche lì la sua risposta mi ha stupito! Mi ha detto di mettermi le sneakers! 

Ed è vero, una delle ultime tendenze in fatto di moda è il tailleur con la scarpa ginnica!

E’ l’era del tailleur ai tempi moderni!

TAILLEUR E SNEAKERS?

So già che qualcuna di voi storcerà il naso: ovvio che è un abbinamento un pò azzardato se vogliamo, ma vi posso assicurare che se abbinate bene possono risultare molto molto trendy.

Nelle foto successive vi metterò qualche esempio che vi può  servire come ispirazione.

E se proprio non ve la sentite di mettere le sneakers con il tailleur potete sempre mettere le care e molto chic décolleté! Che ne dite?

Buon lunedì a tutti voi!

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI

Jeans più décolleté: accoppiata vincente?

Jeans e décolleté sono un’accoppiata vincente!
E pensare che un giorno qualcuno mi disse che i jeans sono l’antitesi della femminilità!
MA COME TI VESTI?

Oggi volevo dire a quella persona che non sono d’accordo (e non lo ero nemmeno tempo fa) per una serie di motivi che vado ed elencare:

  1. Punto uno, una donna può essere molto femminile anche con un paio di jeans addosso
  2. Punto due, bastano un paio di jeans, una semplice t-shirt ed un paio di décolleté per rendere una donna super sexy
  3. Punto tre, la femminilità non si giudica da un paio di jeans ma da molte altre cose (il fatto che non piacciano sono meri gusti personali da non confondersi con mancanza di femminilità o altre baggianate!)

INTRAMONTABILE JEANS

Il jeans è quel capo entrato nella storia, divenuto un cult, un must, un evergreen.

Possiamo dire o pensare ciò che vogliamo ma il jeans resta uno dei capi preferiti dalle donne!

Perché? Il perché è presto detto: sono versatili, si possono indossare/abbinare in mille modi, li possiamo indossare da mattina a sera solo cambiando gli accessori.

A PROPOSITO DI JEANS..

A proposito di modelli di jeans, vediamo a chi stanno bene questi due modelli.

JEANS SKINNY

Se vi state chiedendo cosa sono i jeans skinny, parliamo di pantaloni elasticizzati in denim molto aderenti. Il significato del termine jeans skinny? “Skinny” in inglese sta per magro, secco, ma non fatevi ingannare: sebbene si tratti di jeans talmente aderenti da nascondere poco, non sono pensati solo per le magre. Per ovvie ragioni chi ha un fisico slanciato e magro ne viene valorizzato, ma anche le donne dal fisico più morbido possono indossarli, avendo cura di abbinarli ai capi giusti.

BOYFRIEND JEANS

Non troppo lontani dalla forma dei mom jeans, boyfriend jeans sono il must have del momento. Cosa sono i boyfriend jeans? Si tratta di pantaloni che imitano in tutto e per tutto la struttura dei jeans svasati da uomo, è un po’ come se nella fretta usciste di casa indossando i jeans dei vostri fidanzati. Si caratterizzano per la vita alta, cavallo spesso molto basso e gamba svasata, ben lontani dai più femminili skinny jeans. Se vi state chiedendo a chi stanno bene i boyfriend jeans, sappiate che non ci sono troppe limitazioni. Evitateli se siete basse perché accorciano la lunghezza delle gambe, ma anche in questo caso un paio di tacchi alti risolve il problema.

RICAPITOLANDO: Jeans più décolleté: accoppiata vincente?

La risposta è assolutamente si!

Se volete dare un tocco di femminilità ed indossarli anche per le vostre uscite serali, le décolleté (o in alternativa degli stivaletti con il tacco) saranno perfetti.

Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale!

Se questo post farà arrabbiare qualcuno, non era intenzionale ma mi serviva come esempio 😂

Voi che ne pensate a riguardo?

Che ne dite, siete d’accordo con me?

Buon lunedì 😊

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo clicca QUI

 

Non ho niente da mettermi: ovvero come evitare lo shopping compulsivo

Non ho niente da mettermi

NON HO NIENTE DA METTERMI Lo abbiamo detto tutte almeno una volta (una volta sarebbe un pensiero decisamente ottimista!)

Quante volte ci siamo trovate davanti all’armadio, con le ante spalancate, in cerca di ispirazione: non abbiamo mai la cosa giusta al momento giusto per la giusta occasione! E magari abbiamo l’armadio che trabocca di abiti!

In fondo è un po’ come quando apriamo il frigo in cerca di ispirazione per la cena ma, nonostante il cibo non manchi, non abbiamo la minima idea di cosa mettere in tavola!

COME RISOLVERE QUESTO PROBLEMA?

È un problema non da poco, bisogna innanzitutto capire dove sbagliamo partendo dalle basi.

  • Uno dei problemi principali è che ci riempiamo di capi che NON ci servono o che NON ci piacciono al 100%. Facevo anche io la stessa identica cosa fino ad un paio d’anni fa, compravo cose di cui non ero convinta e finivano puntualmente in un angolo dell’armadio.
  • Compriamo capi che vanno di moda (ok va benissimo ma occhio!!) perché non tutti vanno bene per noi !
  • Pensiamo che qualcosa di nuovo ci faccia bene!
  • Compriamo capi a caso senza pensare con cosa stanno bene, come abbinarli, se abbiamo già qualcosa con cui metterli (e spesso non abbiamo gli abbinamenti!)
  • Ci facciamo prendere dallo shopping compulsivo.
  • Compriamo facendoci prendere dalla frenesia del low-cost (costava poco, era super scontato, era in saldo!) anche se non abbiamo idea di come e quando metterlo !

Dobbiamo porci delle domande prima di acquistare:

  • COSA CI SERVE REALMENTE?
  • COSA CI PIACE DAVVERO?
  • QUANTE OCCASIONI HO DI INDOSSARLO?
  • ANDRÀ BENE PER LA MIA VITA QUOTIDIANA?
  • E’ DEL MIO STILE?

È ovvio che se acquistiamo “a caso” facendoci prendere dall’impulso, senza fermarci minimamente a pensare, il risultato sarà quello di riempire il nostro armadio con capi ed accessori sbagliati, che non si abbinano tra loro, poco pratici, che non ci servono realmente ecc..

 

E vi posso assicurare che il mio shopping fino a qualche anno fa, era tutto tranne che consapevole!

Entravo in un negozio, venivo attirata da un capo e senza pensarci troppo andavo alla cassa!

Ma ho capito i miei errori e per aiutare anche voi io e Nicoletta nel nostro libro “50 sfumature di stile manuale di sopravvivenza allo shopping compulsivo” abbiamo messo una serie di consigli utili e semplici per non incappare in questi errori ed evitare che anche voi possiate dire con aria affranta “NON HO NIENTE DA METTERMI”!

 

Buon lunedì

Vi aspetto sempre qui sul mio blog

Se vuoi rileggere il mio ultimo articolo CLICCA QUI

Translate »