Glitter & Champagne

Tag - mangiaresano

Gli italiani scelgono il bio: +10% nel 2018, ma quali sono i benefici?

Gli italiani scelgono il bio: +10% nel 2018, ma quali sono i benefici?

Ogni periodo storico vede dei cambiamenti nella società, e questo è un fattore che si riflette anche sulle abitudini alimentari degli italiani. I gusti cambiano e si evolvono, andando incontro alle esigenze e anche alle tendenze del tempo.

Se si considera quanto appena detto, allora è possibile dire che la nostra è un’epoca votata al biologico, perché sempre più italiani scelgono di portare in tavola i cibi bio. È una dieta che si tinge dunque di verde all’insegna del rispetto dell’ambiente e della salute dei consumatori, per questo è interessante scoprire i numeri del mercato biologico in Italia, insieme ai benefici garantiti da questo tipo di alimentazione.

Mercato bio in Italia e preferenze dei consumatori

Se si fa riferimento al mercato alimentare biologico nella Penisola, possiamo rifarci al rapporto della Coldiretti, secondo cui si parla di un incremento del +10% lo scorso anno.

I dati portati alla luce da questo report sono ovviamente molti di più: basta pensare al valore complessivo del mercato dei cibi bio in Europa, che ha superato quota 34 miliardi di euro, e che in Italia si è attestato intorno ai 5 miliardi di euro. Di cui 3 miliardi in vendite entro i confini nazionali, e 2 miliardi in prodotti esportati all’estero.

Altri numeri interessanti sono quelli relativi alle coltivazioni italiane: parliamo di oltre 1,7 milioni di ettari coltivati, dei quali ben 62 mila dedicati alle coltivazioni bio. Se si guarda ancora una volta al mercato entro i confini europei, si trovano 68 mila aziende impegnate in questo settore particolare (+7% nel 2018).

Naturalmente, di pari passo alla crescita della produzione si è registrato un forte aumento della domanda da parte dei consumatori. Questo ha portato ad una maggiore disponibilità di tutti quei i prodotti biologici che oggi si trovano in commercio anche online, grazie ai nuovi store digitali come Easycoop che ha un vasto assortimento di generi alimentari provenienti da coltivazioni bio.

Tutti i benefici di un’alimentazione biologica

Da tempo si sente parlare del biologico e dei vantaggi che appartengono a questi alimenti, ma per dare concretezza alle voci bisogna affidarsi ad alcune ricerche scientifiche.

La scienza ha infatti svolto un ruolo molto importante, in quanto ha fatto luce su alcune verità positive sui cibi bio. Stando agli studi più recenti, è emerso che una dieta ricca di alimenti coltivati in modo salutare e attento all’ambiente riduce il rischio di cancro e tumori: lo sostiene l’Università di Sorbonne (Parigi), con un abbattimento del -25% delle probabilità di contrarre queste patologie. La ricerca condotta da Julia Baudry è stata pubblicata anche sulle pagine della nota rivista JAMA International Medicine.

In secondo luogo, è il caso di sottolineare che i cibi bio fanno bene al nostro corpo anche per un altro motivo: stavolta si parla del calo dei livelli di pesticidi presenti nel nostro organismo. Purtroppo questi elementi nocivi, quando impiegati nel settore delle coltivazioni, tendono a rimanere negli alimenti e di riflesso permangono anche nel nostro corpo quando li consumiamo, un fenomeno studiato dall’Università della California.

In conclusione, mangiare biologico fa bene alla salute e alla natura, e gli italiani lo sanno: lo testimoniano, infatti, le percentuali e i numeri visti oggi.

Le strategie per rimettersi in forma prima dell’estate

L’estate è alle porte ed anche la prova costume, nei mesi invernali si tende a rilassarsi un po’ troppo e a mangiare più del solito e ci si ritrova spesso con un paio di kg in più (nel migliore dei casi!!) .
I consigli che seguono, vi aiuteranno a ritrovare la forma migliore in breve tempo.

I CONSIGLI PER TORNARE IN FORMA

Sì alle proteine: Oltre a stimolare l’ipertrofia muscolare, una dieta ricca di proteine aumenta la combustione del grasso, poiché aumenta la termogenesi. Inoltre le proteine riducono l’appetito e aumentano il senso di sazietà.

Carboidrati a digestione lenta: Scegliete carboidrati a digestione lenta come i cerali integrali (riso integrale, avena e pane integrale), che mantengono i livelli di insulina bassi ed impediscono che i picchi insulinici arrestino la combustione del grasso. Sostituite i carboidrati raffinati (pane bianco, pasta, pizza, patate) con i cibi integrali a digestione lenta

Via libera ai grassi: Certi grassi aiutano a dimagrire più di qualsiasi dieta ipocalorica, specialmente gli omega-3. Fate in modo che il 30% del vostro introito calorico giornaliero provenga da fonti di grassi come sardine, salmone, trote, olio d’oliva, burro d’arachidi e noci.

Aggiungete più frutta: Alcuni frutti, come le mele, forniscono una buona dose di carboidrati a digestione lenta e contengono anche molti antiossidanti benefici. Ottime come spuntino di metà mattina o metà pomeriggio.

Un altro frutto, il pompelmo, può favorire i processi di dimagrimento. Secondo alcuni studi, il pompelmo abbasserebbe o contribuirebbe a mantenere bassi i livelli di insulina. Provate ad aggiungere mezzo pompelmo ad alcuni pasti della giornata, come alla colazione, pranzo o cena.

Cibi piccanti e caffeina: Aggiungere peperoncino macinato alle pietanze stimola la termogenesi e quindi la combustione del grasso. La caffeina è un altro elemento che favorisce questo processo per cui, peperoncino e 1-2 caffè durante la giornata o dopo i principali pasti.

Allenamento in palestra: Sembra scontato ma credo sia necessario ribadirlo: se volete perdere peso dovete allenarvi e… seguire sempre queste regole:

Utilizzate carichi pesanti: Allenarsi con carichi elevati crea un’impennata del metabolismo subito dopo l’allenamento, provocato dall’eccessivo consumo di ossigeno dopo l’attività fisica. Inoltre, allenarsi con i pesi vi consente di mantenere il tono e la forza muscolare.

Selezionate sempre esercizi che vi consentano di impiegare più gruppi muscolari contemporaneamente: Per cui, via libera a piegamenti sulle gambe, sulle braccia, movimenti di trazione, spinta ecc. Questi movimenti “globali” costringono il nostro corpo ad un dispendio calorico più elevato e inoltre incrementano la forza, la coordinazione e l’equilibrio maggiormente rispetto ai movimenti isolati.

Allenamento cardiovascolare sempre dopo il lavoro in sala pesi: Il cardio deve sempre seguire l’allenamento con i pesi, poiché si brucia molto più grasso rispetto a quando i due allenamenti sono invertiti. Dopo esservi allenati con i pesi, quindi, fate un po’ di cardio sulla cyclette, sulla macchina ellittica o sul tapis roulant, anche se solo per 15 minuti.

Riposo e recupero: Non esagerate con gli allenamenti e mantenetevi su uno standard di 2-3 a settimana. L’eccessivo allenamento porta al sovrallenamento e al catabolismo. In questo modo non si perde più un grammo di grasso. Inoltre riposatevi almeno 7-8 ore per notte. Il riposo notturno garantisce il recupero e favorisce la produzioni di ormoni che a loro volta favorsicono il dimagrimento e il mantenimento/accrescimento del tono muscolare.

Con questi consigli io vi saluto e vi auguro un buon giovedì.

Se vuoi rivedere il mio ultimo articolo clicca QUI.

Succhi detox per un’estate al top

Buongiorno e ben ritrovati 😊
Finalmente l’estate è arrivata e con lei anche la voglia di bevande fresche e dissetanti.
Abbiamo quindi due possibilità : comprarle al supermercato e ce ne sono per tutti i gusti, frizzanti, light, senza zucchero, tea, succhi e chi più ne ha più ne metta!
Oppure farcele da soli con il vantaggio di farli naturali, senza coloranti, né conservanti, senza zuccheri e con i gusti che preferiamo!

Si ok perfetto, ma come fare?

Sapete che io sono per le cose naturali quando è possibile, da quando ho scoperto che le bibite che sono in commercio sono piene di cose decisamente poco sane, per non dire altro !

Quindi abbiamo alcune opzioni: fare dei frullati con la frutta che preferiamo con un semplice frullatore oppure ci possiamo attrezzare con un “estrattore di succo” che a differenza di una centrifuga, estrae il succo da frutta e verdura più dolcemente lasciando inalterate le proprietà nutritive degli alimenti.
In questo modo potremo fare dei fantastici mix di succhi naturali al 100% sia di frutta che di verdura, senza zuccheri o coloranti e conservanti artificiali.
Si possono poi conservare in frigorifero per un paio di giorni.
Io da quando ho scoperto questo attrezzo mi sto sbizzarrendo, ci metto dentro di tutto: mele, carote, banane, mirtilli, albicocche, pesche, finocchio, sedano, melone e se lo vogliamo anche detox ci possiamo mettere anche un pezzetto di zenzero!
Che ne dite? Avete mai provato?

Buon venerdì 😊

 

Torta veg dal sapore estivo

L’estate è arrivata, o forse non esattamente !! Qui il mese di giugno è iniziato con piogge e temporali praticamente tutti i giorni..

Per consolarmi ho pensato di fare una torta vegana ( quindi senza latte, burro e uova ) dal sapore estivo con pesche e fragole.
In realtà ho modificato una ricetta che avevo fatto tempo fa, di una torta di mele vegana, che potete vedere QUI , sostituendo qualche ingrediente. Il risultato è stato ottimo!

 

Invece di una tazza di tè, l’ho accompagnata con un bel centrifugato di pesche, banane, mele e carote! Anche se visto il tempo, una bella tazza di tè non sarebbe stata una cattiva idea! 😊

 

Vi lascio la ricetta! Buon fine settimana!

 

Ingredienti:
* 2 Pesche
* 3 fragole
* 300 gr di farina integrale
* 1 bustina di lievito per dolci
* 140 gr di zucchero di canna
* 120 ml di latte di soia alla vaniglia
* 120 ml di olio di semi

Mescolate insieme tutti gli ingredienti secchi ( farina, zucchero e lievito), miscelate il latte e l’olio insieme e versatelo sugli ingredienti secchi amalgamandoli per bene.
Sbucciate le pesche,tagliatene metà a fettine sottili, il resto invece tagliatele a cubetti piccoli. Lo stesso fate con le fragole.
Incorporate i cubetti nell’impasto, versate l’impasto in una tortiera con carta forno, decorate la superficie con le fettine di mela ed infornate a 180 gradi per 35/40 minuti.

Buona pausa Light !

 

 

Perché è importante mantenersi in forma?

 

Nuovi fabbisogni, nuove abitudini
Con l’avanzare dell’età l’organismo si modifica. Inevitabilmente si ha un incremento di peso, seppur lieve. La massa grassa aumenta (con localizzazione prevalentemente addominale) mentre la massa muscolare diminuisce, da qui l’esigenza di consumare la giusta qualità e quantità di proteine . Nascono nuove esigenze, il corpo richiede nuove abitudini, soprattutto alimentari, che non si possono ignorare. Occorre, perciò, diminuire le calorie, apportare proteine, importanti per il mantenimento della massa muscolare, ridurre il consumo di carboidrati complessi derivanti da pasta e pane comune, preferire alimenti con basso Indice Glicemico, ridurre l’introito di zuccheri semplici. A tal proposito leggete QUI

L’importanza dello sport per mantenere la tonicità
A partire dai 40 anni, la massa muscolare comincia a diminuire. Per questo motivo, movimenti semplici come salire le scale, portare le buste della spesa, prendere qualcosa di più pesante, diventa difficile. A contribuire a questa perdita fisiologica, ci pensano vita sedentaria e mancanza di attività fisica. Per questo anche a questa età è importante fare sport. Se è vero che non si può avere la forza e la capacità fisica di una volta, è anche vero che non bisogna lasciarsi andare. È importante continuare a praticare lo stesso sport di sempre. E per chi non ne ha mai cominciato uno, basterà una passeggiata di pochi minuti, andare a nuotare, giocare a golf, fare esercizi con pesi leggeri.

Alimentazione corretta contro le malattie
Attraverso una corretta alimentazione si può aiutare il proprio organismo a mantenersi in forma: per la prevenzione di disturbi patologici cronici, come diabete, ipertensione ed obesità, una dieta sana ed equilibrata è senza dubbio essenziale.

L’obiettivo cruciale del consumatore moderno non è, comunque, soltanto quello di alimentarsi in maniera corretta per prevenire le malattie: l’uomo dovrebbe sempre assicurare all’organismo una dieta bilanciata all’insegna del benessere, sia psicologico che fisico.
 Infatti, un corretto regime alimentare può essere d’aiuto nella prevenzione di disturbi patologici, ma è assolutamente necessario per contrastare gli effetti dell’invecchiamento, per combattere i radicali liberi, rafforzare il sistema immunitario , in una parola: alimentazione corretta è sinonimo di protezione e mantenimento della salute.
Antiossidanti per una corretta alimentazione
Se poi ad un’alimentazione sregolata si aggiungono anche altri fattori come inquinamento, fumo, radiazioni e stress, il funzionamento dell’organismo viene ulteriormente compromesso, per cui viene maggiormente esposto ai processi d’invecchiamento, deteriorandosi ed arrugginendosi. Tutto ciò non ci deve spaventare, perché contrastare questi effetti è possibile: la natura dispone di una notevole quantità di cibi antiossidanti, alimenti ricchi di vitamine e minerali, sostanze nutritive benefiche per l’organismo. Alimenti come aglio, carota, cipolla, agrumi, mirtillo, arachidi, pesce, soia, tè verde, yogurt e verdure verdi in genere devono stare alla base di una corretta alimentazione all’insegna del benessere.
Alimentarsi in maniera corretta, senza digiunare o saltare i pasti e fare attività fisica regolare e’ il segreto per stare bene, ci aiuterà a tenerci in forma e a darci un benessere psico-fisico.

 

 

Buon fine settimana !!

 

Translate »